Tipress
BELLINZONA
05.12.2018 - 18:300

Strage sventata: il giovane soffriva di un importante disturbo

La perizia effettuata sul giovane ha ravvisato una scemata imputabilità. L’inchiesta è alle battute conclusive

BELLINZONA - La perizia effettuata sul 19enne ticinese fermato lo scorso 10 maggio nell’ambito della sventata strage alla Commercio di Bellinzona ha evidenziato la presenza di un importante disturbo, che condizionò l’agire del giovane. Motivo che ha portato la dottoressa Alessandra Canuto - riferisce la RSI - a ravvisare una scemata imputabilità di grado medio.

L’inchiesta è quindi giunta in dirittura di arrivo. Manca solamente il rapporto di polizia. Dopodiché la procura potrà chiudere l’indagine e firmare il rinvio a giudizio dello studente, che dovrà rispondere di atti preparatori di assassinio.

In caso di condanna, la perizia gli garantirà uno sconto della pena.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-21 23:54:36 | 91.208.130.89