Cerca e trova immobili

SVIZZERAIgnazio Cassis vola a New York, per parlare di «sicurezza nucleare in Ucraina»

18.09.23 - 20:21
Oggi intanto, a Ottawa, la visita del consigliere federale alla ministra canadese degli affari esteri, conclusa con un post sui social.
Ignazio Cassis Social
Fonte DFAE
Ignazio Cassis vola a New York, per parlare di «sicurezza nucleare in Ucraina»
Oggi intanto, a Ottawa, la visita del consigliere federale alla ministra canadese degli affari esteri, conclusa con un post sui social.

BERNA - Ignazio Cassis sarà a New York, dal 18 al 20 settembre, per la settimana di apertura dell’Assemblea generale dell’ONU. Sul tavolo dei bilaterali, cui parteciperanno il capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) e la sua delegazione, la guerra in Ucraina, la lotta all’inquinamento e la garanzia dello Stato di diritto e del diritto internazionale umanitario.

A renderlo noto, questa sera in un comunicato, il Dipartimento federale degli affari esteri.

«Rafforzare la sicurezza nucleare in Ucraina»
Cuore del vertice di New York sarà dunque l'Ucraina e, insieme al direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) Rafael Grossi, il consigliere federale approfondirà la collaborazione tra la Svizzera e l’AIEA, «per rafforzare la sicurezza nucleare in Ucraina». Non mancherà l'incontro con il ministro degli affari esteri ucraino Dmytro Kuleba.

Diritto internazionale umanitario.
Si parlerà poi dell'emergenza umanitaria nella regione del Nagorno-Karabakh e in questo senso Cassis terrà incontri bilaterali con vari rappresentanti internazionali, tra cui le ministre e i ministri degli affari esteri di Armenia, Azerbaigian, Estonia, Grecia, Bulgaria, Cipro, Turchia e Iran, oltre che con la segretaria generale dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE).

L'ambiente.
Quanto infine alla tematica ambientale, a New York vi sarà spazio anche per la protezione dell’ambiente. A questo proposito il consigliere federale parteciperà a una riunione sul tema dell’inquinamento da plastica. L’obiettivo di questa tavola rotonda sarà porre le basi del prossimo ciclo di negoziati su una convenzione internazionale, volta a ridurre in modo significativo l’inquinamento ambientale causato da materie plastiche entro il 2040.

Oggi a Ottawa bilaterale con il Canada
Nel frattempo, oggi a Ottawa, il ministro degli esteri Ignazio Cassis e la sua omologa canadese Mélanie Joly hanno ribadito la loro volontà di sviluppare la cooperazione bilaterale e multilaterale tra la Svizzera e il Canada, soprattutto per quanto riguarda l’economia, la ricerca e l’ambiente. Non poteva poi mancare la tematica del conflitto russo-ucraino: i due Paesi hanno promesso di impegnarsi ulteriormente a favore dei loro valori democratici condivisi.

Il post sui sociale a margine del meeting.
«Felice di fare visita alla ministra canadese Mélanie Joly, per porre in evidenza le nostre buone relazioni e sviluppare ulteriormente la nostra cooperazione tra partner fidati, in particolare in materia di scienza e sicurezza», lo ha scritto sui social Cassis, che ha poi concluso: «Siamo entrambi impegnati a favore della democrazia, dei diritti umani e dello Stato di Diritto».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Giovanna D’Arco 9 mesi fa su tio
Prendi anche la cittadinanza USA, e restaci!!

Spartan555 10 mesi fa su tio
Cassis è oramai un disco volante: lo si avvista dappertutto. E numm a pagum.

Balin 10 mesi fa su tio
Bravo già che ci sei restaci

gufo 10 mesi fa su tio
bravo Cassis...sei tutto noi!!! (era una battuta!)

Voilà 10 mesi fa su tio
Cosa significa "Rafforzare la sicurezza nucleare"?

PerTe 10 mesi fa su tio
È sempre più difficile comprendere quali sono i contenuti dei temi discussi e i reali benefici e/o tangibili che si possono riscontrare da questi incontri. Pubblicare una agenda e racchiudere il tutto in un post sui social ci fa comprendere di quanto la propaganda sia diventato un costume in tutto il mondo. Infatti, da più l’aria di una corsa al glamour personale e a riempire la bacheca di selfie e trofei. Credo che manca un certo calibro di qualità nella politica estera.. ma non solo in Svizzera.. . Sarà sempre stato così? .. nessuna idea 🤷‍♂️.. ma quello che si sa è che c’è un gran parlare di condannare a destra e a sinistra, ma di fatto siamo sempre al punto di partenza..

Marco2023 10 mesi fa su tio
pori num...

Keope1963 10 mesi fa su tio
Le relazioni diplomatiche hanno un senso uno scoop ed un significato. Che il personaggio non faccia l’unanimità è un dato di fatto, ciò non toglie che lui, chi prima e chi dopo di lui, hanno fatto, fa e faranno questo lavoro, rendono un servizio utile alla Svizzera, necessario e forse utile anche ad altri paesi. Ogni nazione ha nei suoi diplomatici i rappresentanti dei propri paesi. Accanirsi contro un individuo è inutile sostenere il nostro governo può essere meglio.

medioman 10 mesi fa su tio
Risposta a Keope1963
Sei Cassis in persona?

Hannoveraner 10 mesi fa su tio
Speriamo che rimanga per sempre a New York

Signore 10 mesi fa su tio
Può piacere o meno (a me non fa impazzire...), ma Cassis è nel Consiglio Federale e la Svizzera è nel Consiglio di sicurezza dell'ONU. Non è li a vendere Emmental o a visitare l'Empire State Building. Poi... sempre criticare e basta: non rischia di essere ancora più insignificante?

Urca che roba 10 mesi fa su tio
Torna a casa lassie

Nano10 10 mesi fa su tio
E il CF continua sperperare soldi per permettere ad una persona insignificante di girare per il mondo😡

Meck1970 10 mesi fa su tio
Risposta a Nano10
ma ci sei o ci fai ?

Scherpa61 10 mesi fa su tio
Adesso possiamo stare tranquilli,ci pensa Ignazio

Perilgiusto 10 mesi fa su tio
Così calerà ancora le braghe,tanto a lui la Svizzera interessa a metà (visto il doppio passaporto Italiano)

Luchì92 10 mesi fa su tio
Risposta a Perilgiusto
che commento di M....

Panda_1969 10 mesi fa su tio
e io pago...
NOTIZIE PIÙ LETTE