Immobili
Veicoli

SVIZZERATre temi per quattro votazioni

25.09.22 - 08:00
Il popolo svizzero è chiamato a esprimersi su AVS, imposta preventiva e allevamento intensivo
Tio.ch / 20 minuti
Tre temi per quattro votazioni
Il popolo svizzero è chiamato a esprimersi su AVS, imposta preventiva e allevamento intensivo

BERNA - Allevamento intensivo, AVS e imposta preventiva. Sono questi i temi su cui il popolo svizzero è chiamato oggi a votare. C'è infatti ancora tempo fino a mezzogiorno per consegnare la busta ai seggi dei Comuni. 

Tre i temi federali, ma quattro i voti da esprimere. La votazione sull'AVS è infatti doppia. La prima riguarda il finanziamento supplementare dell'AVS mediante l'aumento dell'imposta sul valore aggiunto, mentre la seconda la modifica della legge federale sull'assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti. Benché si tratti di votazioni distinte, i due oggetti sono connessi e costituiscono un'unica riforma (AVS 21). Se uno dei due non dovesse essere accettato verrebbe respinta l'intera riforma. A tenere banco negli ultimi mesi è stato soprattutto il dibattito riguardante l'innalzamento a 65 anni dell'età di pensionamento delle donne. 

Altra votazione molto dibattuta riguarda quella legata all'allevamento intensivo, dove il comitato d'iniziativa chiede una disposizione costituzionale che tuteli la dignità dell'animale in ambito agricolo, compreso il divieto dell'allevamento intensivo. In caso di accettazione dell'iniziativa da parte del popolo, la Confederazione dovrà modificare i requisiti minimi riguardanti gli allevamenti, applicando le direttive di Bio Suisse. Le prescrizioni si applicherebbero anche ai prodotti d'importazione. 

In ultimo il popolo svizzero dovrà esprimersi sulla modifica alla legge federale sull'imposta preventiva. Il progetto prevede di esentare dall'imposta preventiva le obbligazioni svizzere, per far sì che le imprese svizzere emettano più obbligazioni nel nostro Paese. Il progetto intende inoltre abolire anche la tassa di negoziazione per le obbligazioni svizzere e altri titoli, dovuta attualmente sulle operazioni di compravendita di tali titoli. Contro la riforma è stato chiesto il referendum: il comitato ritiene che il progetto accrescerà la sottrazione d'imposta. 

NOTIZIE PIÙ LETTE