Keystone (archivio)
In difesa della cultura elvetica.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
27.11.2019 - 18:500

«L'inglese al posto del romancio? È la strada sbagliata»

Il Consigliere federale Ignazio Cassis difende il plurilinguismo elvetico: ««Bisogna incoraggiare i giovani a scegliere anche gli idiomi minoritari come lingue di studio»

di Redazione
ats

BERNA - Per mantenere viva una lingua è importante che essa possa essere parlata e vissuta anche da persone che si esprimono con idiomi diversi. Per il Consigliere federale Ignazio Cassis, intervenuto oggi a Zurigo ad un convegno su italiano e romancio, «bisogna incoraggiare i giovani a scegliere anche gli idiomi minoritari come lingue di studio».

A questo proposito - ha sottolineato il capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) - «è confortante sapere che alcuni cantoni sostengono nuovi programmi di maturità bilingue con l'italiano, con la possibilità di frequentare una parte del liceo in Ticino».

Per il Consigliere federale ticinese tuttavia, «finché gli studenti avranno la possibilità di scegliere lo spagnolo al posto dell'italiano come disciplina di maturità, la situazione resterà complicata».

Un discorso simile può essere fatto anche per il romancio: le scuole che sostituiscono la maturità bilingue tedesco-romancio con l'opzione dell'inglese «imboccano una strada sbagliata».

Il responsabile del DFAE ha chiuso in serata con il suo discorso un convegno che ha riunito a Zurigo rappresentanti delle comunità italofone e romanciofone. Intitolato «La Svizzera è anche italiana e romancia», il convegno era organizzato dall'Ufficio federale della cultura (UFC) e dalla Direzione del diritto internazionale pubblico (DDIP).

Commenti
 
Maxy70 2 sett fa su tio
Per quanto mi dolga profondamente, come italofono e soprattutto come Ticinese, devo però accettare che oggigiorno, considerato il mercato del lavoro che lo attende, un giovane svizzero tedesco o romando, nell’ottica della preparazione per il suo futuro, dia la priorità all’apprendimento dell’inglese. Mi spiegate cosa se ne fa, per la pagnotta, del romancio e anche dell’italiano? Lo aiuteranno più dell’inglese a trovare lavoro? Evitiamo di essere ipocriti, per cortesia.
lo spiaggiato 2 sett fa su tio
Ewwai Ignazio... :-))))
volabas 2 sett fa su tio
Non c'è da stupirsi, la "botte " Cassis da' il vino che ha.
anndo76 2 sett fa su tio
scusate ma il Romancio dove c...o e' parlato nel mondo ??? credo che l'inglese ( che e' internazionale ) sia molto piu' importante per un giovane o meno giovane...
KilBill65 2 sett fa su tio
Certo che chi ha votato Cassis, si sta' a maledire, visto le tematiche che propone!!!....Un politico che personalmente non mi rappresenta, anzi sarebbe da sollevare dal suo mandato visto i risultati!!!......
Pongo 2 sett fa su tio
se mio figlio mi viene a dire che vuole imparare il romancio e non l'inglese lo prendo metaforicamente a sberle.. poi chiaro che i figli del Cassis parlassero anche turco antico la laurea e il posto di lavoro non se lo devono manco cercare, CHIARO
oxy 2 sett fa su tio
@Arciere, non raccontiamo baggianate la maturita' inglese, francese, romancia, spagnola, o latina non centra proprio niente con il saper la lingua, letteratura inglese o inglese antico (cosi come il francese) non servono proprio a una cippa a differenza del teorema di Pitagora e della rivoluzione francese. questo per dire che tra la maturita' romancia o inglese non cambia proprio niente. Sono pienamente concorde sul fatto che il piano di studio del liceo e' completamente sballato, tuttavia verso lingue e materie umanistiche, ci vogliono piu' scienze e meno materie da hobby post lavorativo/artistico.
Fran 2 sett fa su tio
Non ha nessun peso quello che blatera Cazzis.
Arciere 2 sett fa su tio
Sai che utilità sapere il romancio oggigiorno, lingua che d'altronde tende a sparire! Con l'inglese vai dappertutto, secondo me è una materia fondamentale per preparare gli studenti alle realtà del mondo moderno, che sia al lavoro o in altri settori. Ore di studio del romancio sono da buttare al cesso, così come, sempre nella vita di ogni giorno, è da cesso il teorema di Pitagora, la Rivoluzione francese, lo studio delle felci e altre cacchiate di medesimo calibro. Cassis non capisce più niente, fa patriottismo là dove non serve e svende i valori svizzeri all'Europa là dove andrebbero difesi. Decisamente pollice giù.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-14 17:28:23 | 91.208.130.86