Depositphotos (archivio)
Per il Consiglio federale la crittografia "end-to-end" delle tecnologie di comunicazione limita le possibilità di cui dispongono le autorità di perseguimento penale ma non impedisce la sorveglianza e l'acquisizione delle prove.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
9 ore
«Basta mascherine nei negozi e nei centri commerciali»
L'appello arriva dalla Swiss Retail Federation, che comprende numerosi commerci tra cui Ikea e Lidl
SOLETTA
10 ore
È stato ritrovato il corpo del 33enne scomparso nell'Aare
Il cadavere del giovane è stato ripescato venerdì vicino a Olten.
BERNA
10 ore
Rubano un'auto militare e ingaggiano un inseguimento con la polizia
La folle corsa di tre giovani è terminata al posto di blocco di Worb, dove il trio è stato fermato e arrestato.
FOTO
TURGOVIA
11 ore
Frontale tra due furgoni (violentissimo), due feriti
L'incidente è avvenuto questo pomeriggio a Frauenfeld: un 21enne è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale.
JURA/FRIBURGO
11 ore
Maltempo, danni per 11 milioni
Le precipitazioni nell'Ajoie e nella Gruyère sono costate care agli assicuratori
GLARONA
12 ore
Rinvenuto il corpo di un 22enne, era disperso da novembre
Il giovane era stato travolto da un blocco di neve mentre camminava verso la cima del Vrenelisgärtli.
VALLESE
13 ore
Ritrovato morto sotto la valanga
Dopo una settimana di ricerche, i soccorritori hanno rinvenuto il corpo senza vita del 36enne scomparso a Bagnes.
SVIZZERA
14 ore
Altri 367 contagi e quattro decessi nel weekend
Sono undici le persone ospedalizzate nelle ultime 72 ore. Il bollettino dell'UFSP.
ZURIGO
15 ore
Schwarzenbach ha pagato i sei milioni di multa all'AFD
Il collezionista d'arte aveva importato 83 opere in Svizzera senza procedere allo sdoganamento.
BASILEA
16 ore
Granconsigliere sotto accusa per razzismo
Sotto la lente del Ministero pubblico contenuti video e cartacei ritenuti discriminatori e offensivi.
BERNA
17 ore
A processo il turco che investì un corteo di curdi
I fatti avvennero nel 2015 a Berna: l'automobile dell'uomo fu accerchiata da diversi manifestanti. Sette rimasero feriti
SVIZZERA
14.11.2019 - 17:360

Le chat di Whatsapp restano criptate

La Confederazione non intende obbligare i fornitori di servizi di messaggeria a rendere i dati accessibili alle autorità giudiziarie

di Redazione
ats

BERNA - Servizi come Whatsapp non devono rendere accessibili alle autorità giudiziarie elvetiche le "chat" e le conversazioni telefoniche criptate. È l'opinione del Consiglio federale, che in una risposta al consigliere agli Stati Josef Dittli (PLR/UR) afferma di non voler vietare la cifratura end-to-end.

Nella sua interpellanza, il "senatore" urano ricorda che il ministro dell'interno tedesco Horst Seehofer vuole permettere alle autorità preposte alla sicurezza di accedere alle chat e alle telefonate crittografate in maniera standard "end-to-end". L'intento è di obbligare, su ordine del giudice, i servizi di messaggistica quali WhatsApp, Telegram o Threema a registrare le comunicazioni dei loro clienti e a inviarle alle autorità in forma leggibile, quindi non crittografata.

Dittli precisa che la crittografia "end-to-end" costituisce attualmente uno dei migliori strumenti per tutelare la comunicazione digitale dalle intercettazioni. Il suo utilizzo impedisce ai criminali, ma anche alla polizia e ai servizi segreti, di decodificare le chat e le conversazioni intercettate tra due parti.

Secondo le autorità tedesche sussiste pertanto un elevato rischio per la sicurezza, in quanto questo fronte dei social media è utilizzato alacremente dal crimine organizzato, dai trafficanti e dagli spacciatori di droga, nonché dagli attivisti dello spionaggio, senza che sia possibile perseguirli.

Il Consiglio federale si dice consapevole dei rischi e delle sfide che le tecnologie di crittografia rappresentano per la sicurezza interna e il perseguimento penale.

Secondo il governo, la crittografia "end-to-end" delle tecnologie di comunicazione limita notevolmente le possibilità di cui dispongono le autorità di perseguimento penale e i servizi delle attività informative per sorvegliare e utilizzare i dati nel quadro dei loro compiti legali; essa non impedisce tuttavia la sorveglianza e l'acquisizione delle prove.

Ad esempio l'utilizzo di "programmi informatici speciali", disciplinato nel Codice di procedura penale consente di introdurre un programma nel dispositivo da sorvegliare. Ciò permette di rendere accessibili in forma leggibile i dati di servizi di messaggeria cifrati. Inoltre, questi dati possono essere estratti direttamente dai dispositivi messi sotto sequestro grazie ai mezzi dell'informatica forense. Tali possibilità garantiscono alle autorità preposte alla sicurezza l'accesso, nei casi previsti dalla legge, alle comunicazioni crittografate.

Viste le possibilità di sorveglianza di cui dispongono già le autorità di perseguimento penale, la Confederazione, a differenza della Germania, non intende obbligare i fornitori di servizi di messaggeria a rendere i dati accessibili alle autorità di perseguimento penale, conclude il governo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
Se volete una vera applicazione di messaggistica sicura usate Signal... Non registra i metadati delle chiamate e dei messaggi come fanno WA e altri... e la qualità delle chiamate , secondo me è migliore... :-))))
Pongo 1 anno fa su tio
alla polizia piace vincere facile, fate il vostro lavoro e BECCATE i criminali.. vorreste stare in poltrona a scorrere messaggi dal telefono tutto il giorno TROPPO FACILE hahahahaha
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
Si potrebbe fare una legge che vieti ai delinquenti di usare WhatApps... :-))))))
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-22 04:04:21 | 91.208.130.89