Keystone
SVIZZERA
05.12.2018 - 10:540
Aggiornamento 11:59

Ueli Maurer sarà il presidente di un Governo ringiovanito

Il Consigliere federale zurighese è stato brillantemente eletto. Intanto le elezioni di Karin Keller-Sutter (54) e Viola Amherd (56) abbassano l'età media da 59 a 57 anni e 5 mesi.

Il Consiglio federale ringiovanisce leggermente grazie a Karin Keller-Sutter, 54 anni, e Viola Amherd, 56 anni. Con l'elezione delle due nuove ministre l'età media passerà da 59 a 57 anni e 5 mesi.

Il più anziano della compagine governativa è Ueli Maurer, 68 anni, il più giovane Alain Berset (46 anni). Simonetta Sommaruga ha 58 anni, Guy Parmelin 59 anni, Ignazio Cassis 57 anni. I membri dimissionari Johann Schneider-Ammann e Doris Leuthard hanno festeggiato rispettivamente 66 e 55 anni.

Dal 1945 ad oggi la più giovane in assoluto è stata Ruth Metzler: aveva 34 anni quando fu eletta nel 1999. Il record spetta però a Numa Droz (31 anni nel 1875). Nel XIX secolo, non era inusuale che un trentenne diventasse membro del Consiglio federale.

Ueli Maurer presidente - Il consigliere federale Ueli Maurer (UDC/ZH) è stato brillantemente eletto oggi presidente della Confederazione per il 2019. Il titolare del Dipartimento federale delle finanze (DFF) ha ottenuto 201 voti su 209 schede valide. Succede a Alain Berset (PS/FR).

Il risultato di Maurer è eccellente. Dal 1990 solo Pascal Couchepin, Johann Schneider-Ammann e Alain Berset hanno raggiunto o superato quota 190 schede. Due anni fa Doris Leuthard aveva ottenuto 188 voti.

Con Maurer, il canton Zurigo verrà rappresentato per la quarta volta alla presidenza della Confederazione nel 21esimo secolo: prima di lui nel 2001 e nel 2006 fu il turno del socialista Moritz Leuenberger. A sua volta Maurer è già stato una volta presidente nel 2013.

L'Assemblea federale ha anche provveduto all'elezione di Simonetta Sommaruga (PS/BE) alla vicepresidenza del Consiglio federale. La socialista bernese ha ricevuto 196 voti su 216 schede valide.

Il futuro presidente della Confederazione ha tenuto un discorso davanti alle Camere riunite.

Ecco l'esito dello scrutinio:

Schede distribuite: 232

Schede rientrate: 232

Schede bianche: 16

Schede nulle: 7

Schede valide: 209

Maggioranza assoluta: 105

Regioni meglio rappresentate - Con l'elezione di Karin Keller-Sutter e Viola Amherd le regioni della Svizzera risultano meglio rappresentate nel governo federale. La Svizzera orientale e l'arco alpino ritornano nella stanza dei bottoni.

Con la partenza del bernese Johann Schneider-Ammann (PLR) e dell'argoviese Doris Leuthard (PPD), la regione dell'Altipiano mantiene due consiglieri federali: il friburghese Alain Berset (PS) e la bernese Simonetta Sommaruga (PS). La Romandia è rappresentata dal vodese Guy Parmelin (UDC), Zurigo da Ueli Maurer (UDC) e la Svizzera italiana dal ticinese Ignazio Cassis (PLR).

Svizzera orientale e Alto Vallese L'elezione della sangallese Karin Keller-Sutter (PLR) toglie la Svizzera nordorientale da un "isolamento" che durava dal 2010, con l'uscita dal governo del liberale radicale Hans-Rudolf Merz (Appenzello esterno).

Il canton San Gallo ottiene così il suo sesto rappresentante - e la prima donna - in Consiglio federale. Gli ultimi due consiglieri federali san gallesi erano entrambi del PPD: Kurt Furgler (1971-1986) e Thomas Holenstein (1955-1959). Sangallese di origine, ma domiciliato in Appenzello interno, era anche il PPD Arnold Koller (1986-1999).

Anche l'arco alpino e il Vallese fanno il loro ritorno nella "camera dei bottoni". Viola Amherd (PPD) è la quarta esponente del Vallese - ed anche in questo caso la prima donna - a far parte del Consiglio federale.

Il primo vallesano ad entrare nel governo federale fu Josef Escher (1950-1954), che come la neoeletta rappresentava il PPD e proveniva dall'Alto Vallese, la parte tedescofona del cantone. Gli altri due ministri vallesani erano invece romandi: il PPD Roger Bonvin (1962-1973) e il PLR Pascal Couchepin (1998-2009).

Equilibrio linguistico invariato - L'equilibrio tra le lingue all'interno del Consiglio federale rimane invece lo stesso, con quattro tedescofoni, due francofoni e un italofono. Prima dell'elezione di Ignazio Cassis, questa ripartizione si è verificata a sei riprese nel corso del secolo scorso, l'ultima volta fra il 1987 e il 1999.

La classifica dei cantoni che hanno avuto più consiglieri federali è guidata da Zurigo, con 20 rappresentanti nel governo federale. Seguono Vaud (15), Berna (14), Neuchâtel (9) e il Ticino (8). Cinque cantoni - ossia Uri, Svitto, Nidvaldo, Sciaffusa e il Giura - non hanno invece avuto finora nessun rappresentante nel governo federale.

Commenti
 
Tags
governo
ppd
consiglio
maurer
consiglio federale
schede
ueli maurer
elezione
svizzera
karin keller-sutter
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-14 21:04:31 | 91.208.130.87