keystone-sda.ch (GIAN EHRENZELLER)
È in corso la manifestazione dei corona-scettici nel centro di Rapperswil-Jona.
+1
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Caso Mozambico, Credit Suisse alla cassa
L'Istituto elvetico pagherà circa 475 milioni alle autorità americane e britanniche.
SVIZZERA
3 ore
«Sul turismo degli acquisti abbiamo sbagliato»
Berna ha ammesso «parziali carenze» nella gestione delle multe all'inizio della pandemia.
SVIZZERA
6 ore
Vaccino di buon mattino? Potrebbe essere più efficace
Lo dimostra un recente studio condotto dall'Università di Ginevra.
BERNA
6 ore
Alpinista morto sulla Jungfrau
È finito in un crepaccio: il corpo è stato trovato a una profondità di circa 27 metri
LUCERNA
8 ore
Trovato il corpo di un escursionista sul Tannhorn
Si trattava di un 63enne del Canton Berna, dato per disperso. La salma avvistata dalla Rega
SVIZZERA
9 ore
Certificato sulle piste: «Non è l'associazione di categoria che decide»
«È presuntuoso dire già che non ci sarà un obbligo di Covid-pass sulle piste. Sarà il Consiglio federale a decidere».
SVIZZERA
9 ore
Positivi in forte aumento, decessi e ricoveri in calo
Stando all'aggiornamento dell'UFSP, sono due i nuovi decessi avvenuti a causa di un decorso infelice della malattia.
SVIZZERA
9 ore
In Svizzera si scierà senza certificato Covid
Lo ha deciso l'associazione di categoria degli impianti. Sulle funivie sarà invece obbligatoria la mascherina
SVIZZERA
11 ore
Berna autorizza una manifestazione contro il certificato Covid
I promotori si sono impegnati a rispettare un piano di sicurezza. E sconsigliano di prendere parte a proteste abusive
SVIZZERA
11 ore
I ghiacciai perdono ancora terreno, nonostante la neve e l'estate fresca
Nel 2021 hanno perso l'1% del loro volume, come rilevato dall'Accademia svizzera di scienze naturali
SVIZZERA
12 ore
Altre cinque aziende si impegnano per il clima
PostFinance, Autopostale, SSR, Flughafen Zürich e RUAG hanno aderito all'iniziativa energia e clima esemplare
SVIZZERA
14 ore
La paura del black-out riaccende il dibattito sul nucleare
L'esperto: «L'approvvigionamento elettrico deve avere la massima priorità». E le fonti rinnovabili non bastano
SVIZZERA
15 ore
La terza dose è sempre più vicina
Swissmedic dovrebbe approvarla entro la fine di ottobre. Rudolf Hauri: «Meglio non aspettare troppo».
SAN GALLO
24.04.2021 - 14:200
Aggiornamento : 16:53

È in corso la manifestazione dei corona-scettici a Rapperswil-Jona

La polizia si sta limitando a sorvegliare la piazza, nella quale sono radunate alcune migliaia di persone.

La marcia di protesta, promossa dall'organizzazione Stiller Protest, si sta per ora svolgendo nella calma. I manifestanti invocano a un allentamento immediato di tutte le misure.

RAPPERSWIL-JONA - Ha preso il via la manifestazione di no-mask e corona-scettici nel centro di Rapperswil-Jona (SG). Nonostante i vari appelli lanciati dalle autorità, che invitavano la popolazione a non recarsi sul posto in quanto la dimostrazione non è stata autorizzata, un buon numero di persone (nell'ordine delle centinaia, poi diventate migliaia) ha raggiunto il luogo indicato dagli organizzatori, l'associazione Stiller Protest.

La folla che si è radunata sulla Fischmarktplatz non indossa mascherine e non rispetta il distanziamento. Varie le bandiere che sventolano - rossocrociate oppure locali - e gli striscioni esposti. Il grido che si è levato più volte dalla piazza, riferiscono i colleghi di 20 Minuten, è «Libertà, libertà». È stato anche cantato l'inno nazionale.

Le parole dei manifestanti

Un manifestante ha dichiarato che non bisognerebbe così esagerati nel contrasto «di una influenza» e chiede che il Consiglio federale allenti immediatamente tutte le misure. L'uomo è molto critico anche per l'obbligo di mascherina all'aperto, che giudica incomprensibile. Un altro partecipante ha sottolineato come sia fondamentale, per dimostrare che tutti sono mossi da buone intenzioni, che la manifestazione rimanga pacifica. A suo dire non c'è il rischio che si possa innescare un focolaio.

Polizia schierata

L'inizio della manifestazione è pacifico e gli agenti si limitano a sorvegliare la situazione. Una reazione che contrasta con quanto era stato precedentemente dichiarato. «La polizia sta agendo in modo esemplare» ha dichiarato uno dei presenti.

La polizia ha avvisato di aver chiuso al traffico il centro della città e ha messo in guarda gli utenti dei social in merito a delle foto di repressione violenta di una manifestazione: «Per favore, non diffondete false informazioni. Queste immagini non provengono da Rapperswil-Jona».

Niente intervento (e perché)

In un video pubblicato su Twitter il portavoce della polizia cantonale Hanspeter Krüsi ha spiegato la strategia messa in atto oggi. Gli agenti presenti sul posto hanno invitato i dimostranti ad allontanarsi e hanno fatto allontanare dalla piazza svariate persone. Si è però rinunciato ad agire in maniera più drastica, ha aggiunto Krüsi, per non violare il principio della proporzionalità tra intervento e situazione: un'azione di forza potrebbe condurre a una reazione altrettanto violenta e fuori controllo, con un rischio per la sicurezza di persone o cose.

Krüsi ha aggiunto che si aspettava le critiche giunte finora: la polizia è oggetto di rimostranze sia che opti per la sorveglianza che per l'intervento, ha spiegato.

keystone-sda.ch (GIAN EHRENZELLER)
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 23:09:13 | 91.208.130.89