Google Street View
BERNA
15.02.2020 - 17:010
Aggiornamento : 18:05

«Non riesco a togliermi quelle immagini dalla mente»

Parla il proprietario della palestra dove è avvenuto l'incidente costato la vita a una 13enne. È sotto shock, ma chiudere «non servirebbe a nulla»

BELP - Una 13enne ha perso la vita dopo essere caduta in una palestra multifunzionale con trampolini e percorsi a ostacoli di Belp (BE). Cinque giorni dopo il suo ricovero in ospedale, l'adolescente è deceduta ieri a causa della gravità delle ferite riportate. Come annunciato oggi dalla Polizia cantonale e dal Ministero pubblico, le cause dell'incidente sono ancora poco chiare. E proprio per questo è stata aperta un'inchiesta. 

L'incidente è avvenuto nella "Trampolinhalle" situata di fianco all'aeroporto di Bern-Belp. Il proprietario della sala, Marcel Meier, ha assistito da vicino alla disgrazia. «Sono stato la seconda persona a giungere sulla scena dell'incidente», ha raccontato il 51enne a 20 Minuten. «Non riesco a togliermi quelle immagini dalla mente, è una tragedia enorme che nessuno avrebbe potuto prevedere», ha aggiunto. Lui e i suoi collaboratori sono sotto shock.

La tredicenne si trovava con un'amica, la quale avrebbe assistito all'incidente, ma al momento, a causa del trauma psicologico subito, non ricorderebbe nulla, dice Meier. «Le due non sono clienti abituali. Non le avevo mai viste prima», ha continuato. La struttura, nonostante tutto, oggi era aperta. «Crediamo che non servirebbe a nulla se la palestra rimanesse chiusa. Abbiamo centinaia di clienti che vengono qui e che vogliono divertirsi», ha concluso Meier, aggiungendo che l'incidente non ha avuto a che fare con i tappeti elastici.

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-03-28 10:55:34 | 91.208.130.89