LOSANNA
25.01.2013 - 16:140
Aggiornamento : 20.11.2014 - 21:35

Spionaggio Attac: Nestlé e Securitas condannate da giustizia vodese

LOSANNA - Nestlé e Securitas sono colpevoli di aver spiato Attac. Il Tribunale civile di Losanna giudica che l'acquisizione d'informazioni attraverso l'infiltrazione nella sfera privata costituisce una violazione della personalità. Le due società sono condannate a pagare risarcimenti.

Nel giugno 2008, la televisione svizzera romanda aveva rivelato che Nestlé aveva incaricato la Securitas di spiare dei membri della sezione vodese dell'organizzazione altermondialista che stavano redigendo un libro sulla multinazionale ("Attac contro l'impero Nestlé", 2004).

Sotto falsa identità, una donna agente della Securitas si è infiltrata nel gruppo nell'autunno 2003. La donna ha avuto accesso ad informazioni confidenziali riguardanti anche altre persone ed ha stilato rapporti particolareggiati all'intenzione della Nestlé sullo svolgimento delle riunioni e sulle persone presenti. L'infiltrazione si è protratta fino all'estate 2004. Una seconda "talpa" è stata smascherata nel 2008.

Nel dispositivo della sentenza resa oggi, il Tribunale civile riconosce il carattere illecito dell'infiltrazione e la violazione della personalità subita dagli otto membri del gruppo di lavoro e da Attac. Nestlé e Securitas dovranno versare un'indennità per torto morale di 3000 franchi a persona. La multinazionale e l'azienda di sicurezza privata dovranno inoltre sostenere le spese, per un totale di quasi 19'000 franchi.



ATS

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-11-24 16:54:29 | 91.208.130.86