Cerca e trova immobili

GERMANIA/SVIZZERALa procura di Amburgo denuncia una svizzera per dei commenti su Instagram

24.02.23 - 18:01
Dopo un presunto stupro di massa, la 20enne ha affidato ai social il suo sfogo. Che le è costato caro.
20minuten
La procura di Amburgo denuncia una svizzera per dei commenti su Instagram
Dopo un presunto stupro di massa, la 20enne ha affidato ai social il suo sfogo. Che le è costato caro.

BERNA - Nella notte tra il 19 e il 20 settembre 2020, nel parco cittadino di Amburgo si è verificato un sospetto stupro di massa. La vittima aveva 15 anni. Gli undici presunti stupratori avevano tra i 18 ei 22 anni. Quando i media ne parlarono, nel novembre 2021, i nomi di alcuni sospettati circolarono rapidamente su Internet.

Conseguenza: circa 30.000 commenti sul profilo di uno degli indagati, anche quelli di una ventenne del canton Berna. «Ti taglierò il c..., miserabile figlio di p...», scriveva la giovane. E ancora: «Versa benzina dappertutto e datti fuoco, bastardo».

Il ministero pubblico di Amburgo ha avviato le indagini dopo lo shitstorm, con la conseguenza di un totale di circa 140 procedimenti penali per il reato d'odio, punibile ai sensi della legge.

I due commenti della giovane sono stati bloccati, il pubblico ministero di Amburgo è riuscito a identificare la ventenne e a scoprire dove abitava. Ha poi trasmesso il caso alle autorità bernesi.

«Ho commentato su Instagram in un momento di rabbia. Ho sbagliato», ammette la ragazza. «Ma mi pento solo per il fatto di dover pagare, altrimenti non avrei provato dispiacere. Quando ho letto di quello stupro di massa mi sono infuriata». La reazione della giovane è in qualche modo giustificata dal fatto che lei stessa, in passato, è stata vittima di stupro.

Il fatto che le Autorità stiano prendendo provvedimenti contro quei commenti la infastidisce: «Si tratta di una violenza sessuale perpetrata in gruppo, dovrebbe essere questo a importare non i nostri commenti».

Come se non bastasse, la ragazza afferma di avere problemi di soldi. «Non so come pagare questa multa», ammette. La sanzione comminatale è di 20 aliquote giornaliere di 30 franchi ciascuna per tentata minaccia e tentata offesa, più spese per 500 franchi, per un totale di 1100 franchi.

Il processo contro gli undici presunti stupratori è ancora in corso.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Emib5 1 anno fa su tio
Sono d'accordo nel sapere che c'è chi cerca di porre un freno ai troppi commenti eccessivi, che abbondano anche Tio in molti ambiti! Bene ha fatto la giustizia tedesca a condannarla. Si possono espriemere commenti anche duri, ma senza oltrepassare i confini di razzismo e incitamento alla violenza. Ovviamente completa solidarietà alla vittima, anche per la violenza subita dalla condannata.

Rusky 1 anno fa su tio
assurdo condannare chi si sfoga per questo reato schifoso ! E i colpevoli sicuramente sono giá liberi. Wir schaffen dass !?!

max222 1 anno fa su tio
L'Italia non lo avrebbe fatto. Se no, con tutte quelle che gliene dite a quest'ora sai quanti denunciati ci sarebbero!! L'Italia avrà i suoi difetti ma è più signora.

fracassi 1 anno fa su tio
la svizzera è la nuova italia😂

centauro 1 anno fa su tio
Risposta a fracassi
La denuncia è partita dalla Germania, quindi la Germania e la nuova Italia.

Kenta25 1 anno fa su tio
Solo schifo … 🤬

max222 1 anno fa su tio
ah.. lei già condannata, gli stupratori ancora sotto processo. Beh certo lei paga in franchi sonanti, quindi ha la priorità, gli altri forse con la galera quindi non c'è fretta. Mi viene in mente il germanico che sfrecciò nel tunnel del S. Gottardo, quanto si beffò della Svizzera.

UtenteTio 1 anno fa su tio
Più delinqui e più sei protetto, ma basta vedere gli ultimi casi, condanne ridicole se non addirittura c'è chi non denuncia 25 anni di abusi e sobrusi! Ma poi c'è chi va a denunciare un giornalista perché fa il suo lavoro, mentre altri giornalisti "non sapevano" cadendo dal pero, come con il caso calcistico.

Adegheiz 1 anno fa su tio
Magari venissero fuori i nome degli agenti che commettono reati, dei fenomeni alla guida o delle casse malati che non voglio o rimborsare. Ci sarebbe da ridere

Capra 1 anno fa su tio
La giustizia???insomma, fatto benissimo la ragazza
NOTIZIE PIÙ LETTE