Immobili
Veicoli

SVIZZERAIl commercio di vino è in una botte di ferro

25.04.22 - 16:21
Il Controllo svizzero ha ispezionato più di 1'100 negozianti nel 2021: «Solo una denuncia alle autorità».
Deposit
Fonte ats
Il commercio di vino è in una botte di ferro
Il Controllo svizzero ha ispezionato più di 1'100 negozianti nel 2021: «Solo una denuncia alle autorità».
Nella maggioranza delle aziende ispezionate sono state però riscontrate alcune piccole carenze.

BERNA - Nel complesso il commercio svizzero del vino funziona bene. Gli ispettori federali hanno riscontrato molti problemi minori, soprattutto di natura amministrativa, ma su più di 1'100 negozianti esaminati hanno ordinato solo 50 misure e presentato una sola denuncia alle autorità cantonali.

Delle 1104 aziende ispezionate l'anno scorso, 421 erano in regola, mentre sono state trovate carenze in 683 aziende, ha annunciato oggi il Controllo svizzero del commercio di vini, l'unico organo di controllo della Confederazione. Si tratta principalmente di problemi amministrativi minori o di ostacoli al regolare svolgimento dell'ispezione.

L'anno scorso, i controllori hanno segnalato solo una società all'autorità cantonale competente. Hanno anche avuto a che fare con un gruppo di aziende che si oppongono fondamentalmente a qualsiasi ispezione dal 2019. I procedimenti amministrativi contro di loro, che sono stati avviati nel 2020, sono ancora in corso.

Nel 2021, il registro del commercio di vini dell'organo di controllo è stato ampliato a 4990 aziende. Ha registrato 382 nuove aziende, mentre 251 sono scomparse.
 
 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE