Immobili
Veicoli

SVIZZERAGli insegnanti chiedono misure coordinate nelle scuole, tra cui i test

14.12.21 - 14:47
Per i sindacati degli insegnanti svizzero tedeschi e romandi, le assenze stanno «spingendo le scuole al limite»
Keystone
Fonte ats
Gli insegnanti chiedono misure coordinate nelle scuole, tra cui i test
Per i sindacati degli insegnanti svizzero tedeschi e romandi, le assenze stanno «spingendo le scuole al limite»
È quindi necessario uniformare a livello nazionale le misure in vigore negli istituti

BERNA - Il sindacato degli insegnanti svizzero tedeschi LCH e l'omologo romando SER chiedono a Confederazione e Cantoni di introdurre in modo uniforme test ripetitivi nelle classi. Le due organizzazioni domandano anche che le mascherine siano indossate laddove sia epidemiologicamente rilevante.

In un comunicato diramato oggi, LCH e SER esprimono pure l'auspicio di disporre nelle aule di sensori del CO2 o filtri dell'aria o sistemi di ventilazione.

Le misure dovrebbero essere coordinate in tutti i Cantoni e prescritte dalla Confederazione, secondo i due sindacati, che ritengono che negli ultimi mesi le misure uniformi abbiano dimostrato di funzionare.

Anche se i Cantoni sono responsabili dei sistemi educativi e scolastici, la salute dei bambini e dei giovani deve essere una preoccupazione nazionale e gestita di conseguenza, si legge nella nota. «Se misure sono imposte a livello nazionale per ristoranti, negozi, musei e altri spazi chiusi, dovrebbero essere imposte anche agli edifici scolastici», affermano LCH e SER.

La qualità dell'istruzione è compromessa dal numero crescente di quarantene nelle ultime settimane. Le due organizzazioni sottolineano che i supplenti sono già tutti impiegati e che le assenze imprevedibili stanno «spingendo le scuole al limite».

COMMENTI
 
lollo68 9 mesi fa su tio
È La nuova moda: testare le persone sane!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA