Immobili
Veicoli

SVIZZERACampagna vaccinale: anche i partiti scendono in campo, ma non l'UDC

31.10.21 - 22:33
I presidenti dei principali partiti svizzeri chiederanno in modo congiunto alla popolazione di farsi vaccinare.
Keystone
Campagna vaccinale: anche i partiti scendono in campo, ma non l'UDC
I presidenti dei principali partiti svizzeri chiederanno in modo congiunto alla popolazione di farsi vaccinare.
L'UDC ha invece rifiutato di aderire all'iniziativa: «Questi appelli spettano alle autorità sanitarie, non a noi», spiega Marco Chiesa.

BERNA - I presidenti dei maggiori partiti svizzeri faranno un appello congiunto per spingere la popolazione a vaccinarsi, in modo da aumentare un tasso che è fra i più bassi in Europa. Ma l'UDC - che conta fra le sue fila diverse persone scettiche o contrarie - non ne vuole sapere, come riporta la SonntagsZeitung. Il presidente dei democentristi Marco Chiesa ha spiegato che il suo partito respinge «la pressione morale» che i presidenti degli altri partiti vogliono mettere in atto con l'appello alla vaccinazione. «Questi inviti sono di responsabilità delle autorità sanitarie», secondo il ticinese.

Il copresidente del Partito socialista Cédric Wermuth, che per primo ha lanciato l'iniziativa, ritiene tuttavia che chiedere a tutti coloro che non sono ancora stati vaccinati di farlo è «l'unica via d'uscita dalla pandemia». Un alto tasso di vaccinazione consentirebbe infatti di revocare al più presto le misure restrittive. E i leader degli altri partiti, eccetto l'UDC, sono concordi. Si dicono tutti quanti preoccupati per l'aumento da diversi giorni a oggi del numero di contagi da Covid-19. E questo perché finora solo il 66% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino e il 63% due dosi. Secondo gli ultimi sondaggi, solo una piccolissima percentuale di coloro che non sono stati ancora vaccinati è pronta a ricevere un'iniezione.

Le reazioni negative per il rifiuto dell'UDC di aderire all'iniziativa sono date anche dal fatto che, secondo l'ultima indagine effettuata dalla SSR sul coronavirus, fra chi è contro la vaccinazione molti sono sostenitori dell'UDC. «Speravamo che almeno la vaccinazione non sarebbe stata utilizzata in modo improprio per i giochi politici dei partiti», afferma Cédric Wermuth. Secondo lui, l'UDC «ha boicottato praticamente tutte le misure di sanità pubblica degli ultimi due anni. Da quel punto di vista, è tristemente coerente». Opinione condivisa pure dal presidente dei Verdi liberali, Jürg Grossen: «Con il suo rifiuto, l'UDC manca di solidarietà e prolunga le tensioni nella società, perché le misure di protezione probabilmente non potranno essere ridotte o revocate senza un alto tasso di vaccinazione».

Non è ancora noto in quale forma i partiti lanceranno il loro appello alla popolazione: con una dichiarazione congiunta dei presidenti in conferenza stampa, attraverso delle pubblicazioni sulla stampa o tramite una missiva inviata a tutti i fuochi.
 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA