Archivio Tipress (immagine illustrativa)
SVIZZERA
03.07.2021 - 08:060
Aggiornamento : 13:29

Senza la mascherina, i maestri di guida temono i contagi

Sulle vetture dell'autoscuola non è più obbligatorio indossarla, «eppure non è possibile rispettare le distanze»

L'infettivologo: «A bordo ci sono due persone, dal punto di vista epidemiologico un'infezione non sarebbe grave»

Fonte 20 Minuten / Fabian Pöschl
elaborata da Patrick Stopper
Giornalista

ZURIGO - Dal parrucchiere, sui mezzi pubblici e nei negozi resta obbligatorio indossare la mascherina. Ma non durante la scuola guida. Da questa settimana per maestri e allievi conducenti è infatti facoltativa. Anche a bordo dell'auto, nonostante non sia possibile rispettare la distanza di un metro e mezzo. Una questione che l'Associazione svizzera dei maestri conducenti ha segnalato più volte all'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Per il maestro di guida C.* la situazione è incomprensibile: «Dappertutto dove non è possibile mantenere la distanza vale l'obbligo di mascherina, ma allora perché non all'interno dell'auto?» dice a 20 Minuten, spiegando di temere delle conseguenze gravi, dato che presto molti allievi conducenti torneranno dalle vacanze all'estero, da paesi come il Portogallo dove potrebbero aver contratto il coronavirus.

C. non è il solo maestro di guida che teme un contagio in auto, tuttavia non può fare nulla per mantenere l'obbligo di mascherina. E spiega che «ci sono alcune autoscuole che vogliono far indossare la mascherina, ma non lo fanno a causa della pressione da parte della concorrenza».

Mascherina raccomandata - L'autoscuola Suli di Zurigo non vede nessun problema nella fine dell'obbligo. «I nostri maestri possono scegliere se loro e gli allievi conducenti debbano indossarla o meno» fanno sapere su richiesta di 20 Minuten. Alcuni istruttori sono inoltre completamente vaccinati e, se richiesto, il personale può mettere la mascherina. Non è mai capitato che un allievo si rifiutasse.

L'Associazoine svizzera dei maestri conducenti fa sapere che la revoca dell'obbligo di mascherina è stata decisa in consultazione dall'UFSP, dall'Ufficio federale delle strade e dall'Associazoine dei servizi della circolazione. In ogni caso, l'associazione raccomanda l'impiego della mascherina. E inoltre i cantoni potrebbero imporre misure più severe.

L'UFSP spiega che le auto impiegate per la scuola guida non sono luoghi aperti al pubblico in cui vale l'obbligo di mascherina. Inoltre, è possibile fare a meno della protezione se questa rende più difficili le lezioni. Dopotutto, anche i conducenti degli autobus di solito non indossano la mascherina. Spetta pertanto alle persone interessate decidere se utilizzarla o meno.

Anche l'infettivologo Andreas Cerny non teme un aumento dei contagi dovuto alla revoca dell'obbligo di mascherina durante la scuola guida. «Dal momento che si conta la presenza di soltanto due persone, dal punto di vista epidemiologico un'infezione non sarebbe grave» afferma. Tuttavia i maestri hanno il diritto di chiedere agli allievi di indossare la mascherina.

*Nome noto alla redazione

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 19:05:25 | 91.208.130.85