Keystone - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GINEVRA 
11 ore
Gli ospedali universitari attivano il dispositivo di gestione delle crisi
Raddoppiato in pochi giorni il numero di infetti.
SVIZZERA
11 ore
«Stiamo volando a vista invece di pianificare le prossime mosse»
L'idea è sapere in anticipo quali restrizioni entreranno in vigore a partire da quale soglia di gravità della situazione
SVIZZERA
13 ore
La Svizzera chiede di porre fine alla violenza in Nagorno-Karabakh
Un milione di franchi è stato destinato alle operazioni della Croce Rossa
SVIZZERA
13 ore
Per controllare i costi sanitari bisogna continuare a raccogliere i dati degli assicurati
La Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati mantiene il suo progetto
BERNA
13 ore
«Niente contributi all'AVS per chi lavora dopo i 65 anni»
Lo propone la Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati
NEUCHÂTEL
14 ore
I giovani stranieri delinquono quanto gli svizzeri
È quanto indica la documentazione pubblicata oggi dall'Ufficio federale di statistica.
BERNA
14 ore
Sì alla e-bike dai 12 anni senza patente
La Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni chiede di accogliere una mozione in tal senso.
SVIZZERA
14 ore
Test rapidi: risultati affidabili in 15 minuti
Dal 25 settembre Unisanté sta conducendo uno studio sui test rapidi.
VAUD
15 ore
Boom delle vendite grazie al telelavoro, Logitech vola in borsa
Tra luglio e settembre l'impresa ha realizzato ricavi per 1,26 miliardi di dollari
ZURIGO
15 ore
Il grido d'aiuto di bar e club zurighesi
Le attività si sentono minacciate dalle restrizioni imposte nella lotta contro il coronavirus
SVIZZERA
16 ore
«I pazienti in terapia intensiva sono in rapido aumento»
Per gli esperti della Confederazione la seconda ondata «è arrivata più velocemente e più forte del previsto».
ZURIGO
24.09.2020 - 00:020

«Non ho intenzione di mettere la mia bambina in quarantena»

Il maestro di scuola elementare della figlia è risultato positivo al Covid-19. Ma per il genitore è una regola «assurda»

La pediatra: «Le regole valgono per tutti, anche per i più piccoli. E una soluzione si trova».

Fonte 20 Minuten / Daniel Graf
elaborata da Jenny Covelli
Giornalista

WÄDENSWIL - Il maestro di scuola è risultato positivo al Covid-19. Le autorità sanitarie cantonali hanno quindi chiesto ai bambini di mettersi in quarantena. Tra loro c'era sua figlia, che ha sette anni. Ma F.M. non ha nessuna intenzione di rinchiuderla in casa.

«Ho telefonato alla hotline per capire come comportarmi - racconta a 20 Minuten -. È piccola, non possiamo mica metterla in una stanza e lasciarle il cibo davanti alla porta». A F.M. è stato quindi spiegato che la mamma avrebbe potuto mettersi in quarantena insieme alla bimba.

L'uomo, però, non ci sta. «Ho scritto al team del contact tracing che non ho nessuna intenzione di tenere chiusa in casa mia figlia, sana, per dieci giorni. I bambini hanno diritto alla libertà. Privarli di questo è un abuso». Per lui non si tratta di negare il virus o minimizzarne le conseguenze. Ma pensa che «è giunto il momento d'imparare a conviverci». E aggiunge: «Se i bambini con i sintomi da coronavirus devono stare a casa, le scuole questo inverno possono anche chiudere». Un problema sollevato anche da alcuni genitori in Ticino.

Heidi Zinggeler Fuhrer, pediatra e vicepresidente di Medici di famiglia e dell’infanzia Svizzera (mfe), dal canto suo ricorda che «le regole stabile dell’UFSP sono chiare». I bambini non sono esentati dalla quarantena in caso di contatti con persone contagiate (o rientri da Paesi a rischio). Certo non è facile quando si tratta dei più piccoli, «ma le soluzioni si trovano».

La Legge sulle epidemie prevede che «se ordinano una sorveglianza medica, una quarantena, un isolamento o una visita medica, le autorità cantonali competenti possono imporne coattivamente l’esecuzione. Chiunque intenzionalmente si sottrae a una quarantena o a un isolamento ordinati dall’autorità è punito con una multa fino a 5’000 franchi».

A F.M. sembra non interessare: «Stanno attaccando la mia figlia e non lo permetto - conclude -. Mia figlia non può andare a scuola, ma esce a giocare con i bambini. Le abbiamo spiegato che deve evitare di avvicinarsi troppo a loro. Ma con cautela e buonsenso si può vivere bene e tranquilli».

Il parere della pediatra - Heidi Zinggeler Fuhrer

Come spiegare a un bimbo di sette anni che deve stare in quarantena per dieci giorni?
«Non è sicuramente facile. Ma a quell’età capiscono che ci troviamo in una situazione particolare per tutto il mondo. Ovviamente non bisogna chiuderli da soli in cameretta passandogli solo il cibo. Alcune famiglie optano per la messa in quarantena anche di un genitore in una parte dell’appartamento, o l’altro si trasferisce altrove se possibile (ad esempio dai genitori). Se il lavoro lo permette, si mettono tutti in quarantena e si affidano all’homeworking».

Come rendere l’esperienza meno traumatica?
«È importante che almeno un genitore sia presente. Se la situazione abitativa lo consente, è fondamentale che al bambino sia permesso di andare in balcone o nel giardino privato. Giochi, lettura e compiti gli consentono di variare e di non restare indietro a scuola. WhatsApp e altri strumenti tecnologici lo aiuteranno inoltre a non perdere i contatti sociali con il mondo esterno».

E se i genitori si rifiutano di mettere il figlio in quarantena?
«È un problema. Le regole valgono per tutti, anche per i più piccoli. È vero che, secondo quello che sappiamo finora, è meno probabile che un bambino prenda il virus e lo trasmessa ad altri. Ma se le famiglie non rispettano le norme, il Covid-19 potrebbe diffondersi più velocemente».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-21 06:54:17 | 91.208.130.85