keystone-sda.ch / STF (John Minchillo)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
31 min
Al massimo cento persone in discoteca
Dopo il Ticino, altri quattro cantoni hanno deciso di limitare le presenze per favorire il contact tracing
FOTOGALLERY
BASILEA CITTÀ
59 min
Otto nuovi cuccioli allo zoo
Si tratta della discendenza più numerosa registrata negli ultimi 34 anni nel parco zoologico renano.
SVIZZERA
1 ora
Un trucchetto per avere treni puntuali? «No, non inganniamo i viaggiatori»
Le FFS smentiscono che l'evoluzione positiva della puntualità dei convogli sia dovuta al nuovo modello di calcolo.
FOTOGALLERY
VAUD
2 ore
10 anni e 1'000 operai, ma ora l'Abbazia è pronta
La più grande chiesa romanica del nostro Paese riaprirà al pubblico nel weekend.
SVIZZERA
2 ore
Coronavirus: le Pmi svizzere temono la seconda ondata
Per la maggioranza degli interpellati, il rischio è grande. Cresce però l'ottimismo su andamento degli affari e finanze.
ZURIGO
3 ore
Sgominata una baby gang specializzata in furti, truffe e borseggi
La banda composta da quattordici giovani tra i 17 e i 33 anni ha commesso più di 70 reati in tre cantoni.
SVIZZERA
3 ore
Sicurezza informatica: l'Amministrazione federale potrebbe fare meglio
Lo scorso anno gli standard minimi sono stati solo parzialmente soddisfatti, secondo un recente rapporto
BERNA
3 ore
La montagna "razzista" non deve cambiare nome
Il Municipio di Grindelwald non intende cambiare il nome all'Agassizhorn.
SVIZZERA
4 ore
129 nuovi casi di coronavirus in Svizzera
Sei persone sono finite in ospedale. Oltre 10mila i tamponi effettuati
SVIZZERA
4 ore
Un milione per i disabili dalla Catena della Solidarietà
Si tratta di un aiuto urgente per la categoria, particolarmente colpita dalla pandemia
GLARONA
5 ore
Si schianta con il deltaplano, grave un 38enne
L'uomo si è lanciato ieri sera da Amden (SG) ed è precipitato a Weesen (GL)
VALLESE
6 ore
A 104 km/h sul 50: automobilista nei guai
Al conducente di 32 anni è stata ritirata immediatamente la patente e sequestrato il veicolo.
ZURIGO
6 ore
Tui Suisse taglia 70 posti di lavoro e chiude otto succursali
Le filiali saranno smantellate entro la fine di settembre
SONDAGGIO
SVIZZERA
6 ore
L'erba del vicino... suscita curiosità
La stragrande maggioranza degli elvetici conosce i nomi, ma il 75% vorrebbe avere maggiori informazioni.
SVIZZERA
6 ore
Le aziende "snobbano" il lavoro ridotto
In Svizzera richieste inferiori alle attese, meno della metà. La Seco è sorpresa
FRIBURGO
7 ore
Nespresso investe 160 milioni a Romont
Lo scopo è di «supportare lo sviluppo internazionale nei prossimi anni»
SCIAFFUSA
8 ore
Attenti ai "falsi poliziotti"
La popolazione è invitata alla massima prudenza
SVIZZERA
9 ore
A giugno la disoccupazione è calata
Oltre un milione di persone erano a lavoro ridotto nel mese di aprile
SVIZZERA
10 ore
Le mascherine costano sette volte di più
Rispetto all'influenza "suina" del 2009, i prezzi sono saliti alle stelle nella grande distribuzione svizzera
SVIZZERA
18 ore
Se vado in discoteca, rischio il licenziamento?
Il proprietario di un locale zurighese parla di un calo di frequenze a causa di pressioni da parte dei datori di lavoro
SVIZZERA
21 ore
Promosso lo Swiss Night Pass
La carta digitale aiuta il tracciamento nei locali notturni. Ne vengono usati circa 10'000 ogni weekend
VAUD
23 ore
Quindicenne in fuga al volante di un'auto
La polizia vodese lo ha fermato sull'A1. In precedenza il ragazzo aveva commesso tutta una serie di infrazioni
SONDAGGIO
SVIZZERA
1 gior
Vacanze in un paese a rischio? «Si potrebbe perdere lo stipendio»
Al rientro si sta in quarantena per dieci giorni e non è possibile richiedere l'indennità perdita di guadagno
SVIZZERA
1 gior
Pericoli per l'ambiente, gli uomini e le donne non sono uguali
Divergenze significative, ad esempio, per quanto riguarda le centrali nucleari e le antenne della telefonia.
SVIZZERA
1 gior
Lo shopping online? Sarà la normalità per due milioni di svizzeri
Il lockdown ha spinto molti consumatori a fare acquisti sul web. E in molti si sono affezionati a questa nuova abitudine
SVIZZERA
1 gior
La legge sulle epidemie è «insufficiente»
Uno studio dell'Università di Ginevra ha trovato vari buchi tra la Lep e la legislazione sulle assicurazioni sociali.
SVIZZERA
1 gior
Uber: ora anche a Friburgo, Sion e Yverdon
La scelta delle tre città è motivata da una forte domanda locale.
SVIZZERA
1 gior
La Confederazione spende di più per la ricerca
Lo scorso anno sono stati stanziati 2,6 miliardi. Si tratta di un aumento del 12% rispetto al rilevamento del 2017
FOTO
SAN GALLO
1 gior
Mortale in galleria
L'incidente è avvenuto questa mattina sull'A3 in territorio di Walenstadt
SVIZZERA / EUROPA
30.05.2020 - 08:050
Aggiornamento : 10:22

Dove possiamo viaggiare? Il punto della situazione

Una panoramica generale dell'apertura delle frontiere europee

VIENNA/ROMA/ZURIGO - In fin dei conti, sembra che le vacanze estive potranno essere possibili per chi non ne vuole assolutamente rinunciare. I cittadini svizzeri dovrebbero poter trascorrere nuovamente le ferie all'estero a partire da metà giugno.

La Consigliera federale Karin Keller-Sutter ha dichiarato mercoledì ai media che è stato raggiunto un accordo con diversi Paesi confinanti per portare avanti l'apertura completa delle loro frontiere. E a partire dal 6 luglio al più tardi, la libera circolazione delle persone dovrebbe essere ripristinata in tutto lo spazio Schengen - se gli sviluppi epidemiologici lo permetteranno.

Tuttavia, chiunque voglia viaggiare fino ad allora dovrà comunque rispettare e fare attenzione a determinate norme d'ingresso. Ecco una panoramica generale della situazione alle frontiere per buona parte dei Paesi europei:

GERMANIAFRANCIA - Il confine tedesco e il confine francese saranno completamente riaperti a partire dal 15 giugno. La Consigliera federale Keller-Sutter ha spiegato che i viaggi in questi due Paesi saranno quindi di nuovo possibili. Attualmente, i visitatori provenienti dalla Svizzera devono ancora presentare un motivo valido per entrare in Francia o Germania, come ad esempio una visita ai familiari.

ALBANIA - Le autorità hanno comunicato che dal 1° giugno apriranno i confini terrestri dell’Albania. 

AUSTRIA - Come per Germania e Francia, i cittadini svizzeri potranno nuovamente trascorrere le loro vacanze nella vicina repubblica alpina a partire dal 15 giugno. 

BELGIO - Il Belgio sta con cautela diminuendo le restrizioni, ma controlla ancora i suoi confini. I voli passeggeri sono limitati al periodo di tempo compreso tra le 7.00 e le 21.00. Per quanto riguarda i cittadini svizzeri, l'ingresso è attualmente generalmente consentito. Musei, luoghi d'interesse e parchi naturali sono inoltre di nuovo aperti dal 18 maggio. 

BOSNIA - Possono entrare nel Paese solo i cittadini di Serbia, Croazia e Montenegro. Gli stranieri che non provengano da questi Paesi possono entrare solo se appartengono a determinate categorie che hanno motivazioni giustificate.

BULGARIA - Il Paese sul Mar Nero si sta preparando per una stagione estiva attenta al coronavirus. Per i viaggiatori d'affari provenienti dall'area Schengen, la frontiera è di nuovo aperta dal 22 maggio. Per gli altri cittadini svizzeri non c'è ancora chiarezza sulla data di un'eventuale riapertura.

DANIMARCA - La Danimarca è stato uno dei primi Paesi in Europa a chiudere le frontiere. Da allora, bisogna avere un motivo valido per poter entrare. L'unica eccezione è il traghetto che parte dall'isola tedesca di Sylt, che ha riaperto i battenti. Entro venerdì 29 maggio, il governo danese vuole presentare un piano «per una riapertura controllata e graduale del turismo estivo».

GRECIA - La Grecia accoglierà, a partire dal prossimo 15 giugno, i turisti provenienti dalla Svizzera e da altri 29 Paesi senza l'obbligo di quarantena. Escluse al momento Gran Bretagna e Italia. Al momento però, tutti i viaggiatori provenienti dall'area Schengen sono sottoposti al test del coronavirus all'ingresso nel Paese, devono lasciare un indirizzo e vengono posti in quarantena per due settimane. 

ISLANDA - L'isola prevede di allentare le restrizioni sui turisti a partire dal 15 giugno. Finora, tutti coloro che viaggiano in Islanda devono rimanere in quarantena per due settimane. Inoltre, i turisti che si recheranno in Islanda dovranno scaricare un'applicazione per il tracciamento.

ITALIA - Si tratta di uno dei Paesi che è stato più colpito dalla pandemia, soprattutto al nord, ma le autorità hanno dichiarato che riapriranno le frontiere al turismo a partire dal 3 giugno (forse non in tutte le regioni). Tuttavia, come ha sottolineato la Consigliera federale Keller-Sutter, non sarà così nella direzione inversa: «La Svizzera non aprirà ancora il confine con l'Italia». In ogni caso, regole sulla distanza sociale dovrebbero essere applicate ovunque, in particolare sulle spiagge.

CIPRO - A partire dal 20 giugno, gli stranieri provenienti da 19 Paesi potranno rientrare a Cipro, compresi i cittadini svizzeri. Attenzione, devono però presentare un test negativo al coronavirus all'arrivo. I turisti provenienti da altri paesi, come i tedeschi, possono invece entrare senza dover fare il tampone. L'elenco sarà continuamente aggiornato.

CROAZIA - Il Governo croato vuole rilanciare il turismo. Dal 9 maggio, i turisti provenienti dall'area Schengen, compresi i cittadini svizzeri che possono dimostrare di aver prenotato un alloggio o che possiedono una casa in Croazia, sono autorizzati a entrare senza dover effettuare un test o una quarantena. Le autorità stanno anche lavorando a nuove regole per evitare l'eccessivo affollamento sulle spiagge. Le compagnie aeree come Edelweiss o Croatia Airlines voleranno di nuovo nel Paese dall'inizio di giugno. 

KOSOVO - Le normali operazioni di volo dovrebbero riprendere a partire da metà giugno, momento in cui anche i turisti potranno tornare a recarsi in Kosovo.

MACEDONIA DEL NORD - Le Autorità della Macedonia del Nord hanno disposto la quarantena obbligatoria di 14 giorni per tutti coloro che arrivano dai Paesi considerati ad alto e medio rischio, secondo la lista ufficiale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, in costante aggiornamento.

MONTENEGRO - Il Governo di Podgorica ha spiegato che l'apertura incondizionata della frontiera è stata decisa per i cittadini di Paesi che hanno una analoga situazione epidemiologica: Croazia, Slovenia, Austria, Germania, Polonia, Repubblica ceca, Ungheria, Albania, Grecia. Nessuna notizia per quanto riguarda gli svizzeri.

NORVEGIA - Le frontiere norvegesi sono chiuse per gli stranieri che non hanno motivi importanti fino al 20 agosto. Entro il 20 luglio il Governo vuole anche decidere se le frontiere saranno aperte per alcuni Paesi vicini. I norvegesi e gli stranieri con un permesso di soggiorno norvegese potranno entrare, ma dovranno rimanere in quarantena per dieci giorni.

PAESI BASSI - Le restrizioni sui viaggi non urgenti si applicano nei Paesi Bassi fino al 15 giugno, ma solo a persone provenienti da paesi terzi. I cittadini dell'UE e della Svizzera possono entrare.

POLONIA: Il Paese manterrà i controlli alle frontiere con gli altri Paesi dell'UE fino al 12 giugno. Gli stranieri non sono ammessi. Finora ci sono eccezioni per le persone con permesso di soggiorno permanente, i camionisti e i diplomatici. Hotel e centri commerciali, ristoranti e caffè sono di nuovo aperti. 

PORTOGALLO: L'ingresso per i cittadini svizzeri è ancora possibile, ma i viaggiatori che si recano alle Azzorre e a Madeira devono restare in quarantena all'arrivo. L'associazione alberghiera AHP ha recentemente annunciato che la maggior parte degli alberghi potrebbe riaprire a metà luglio. L'ente turistico ha lanciato un nuovo sigillo d'igiene con il motto "Clean & Safe", per il quale le strutture turistiche possono richiedere gratuitamente. Il rispetto delle norme deve essere controllato regolarmente. 

REGNO UNITO - Il Regno Unito ha recentemente deciso d'imporre un periodo di quarantena di due settimane a partire dall'8 giugno per chiunque desideri entrare nel Paese. Non è ancora chiaro quando questa misura sarà revocata. In linea di principio, tuttavia, l'ingresso è possibile e sono disponibili anche voli dalla Svizzera.

ROMANIA - I turisti probabilmente dovranno ancora fare a meno delle vacanze nel paese sul Mar Nero, perché secondo la polizia di frontiera rumena le frontiere per gli stranieri rimangono al momento chiuse. A partire dal 1° giugno, i ristoranti all'aperto potranno nuovamente servire gli ospiti e le spiagge del Mar Nero saranno aperte.

RUSSIA - Il divieto temporaneo d'ingresso in Russia ai cittadini stranieri e agli apolidi è stato prorogato a tempo indeterminato.

SERBIA - A partire dal 22.05.2020 le frontiere serbe sono aperte, sia per i residenti che per gli stranieri. Per entrare nel Paese non è necessario effettuare il tampone del coronavirus. 

SVEZIA - L'ingresso in Svezia è attualmente possibile per gli svizzeri e i cittadini dell'UE. Il divieto d'ingresso per i turisti provenienti da Paesi terzi resterà inizialmente in vigore fino al 15 giugno.

SLOVACCHIA - Niente da fare, dal 13 marzo l'ingresso in Slovacchia è consentito solo ai cittadini slovacchi e ai residenti stranieri.

SLOVENIA - A partire dal 1° giugno, i cittadini dell'UE potranno entrare senza dover fare il tampone o la quarantena. Non ci sono per il momento aggiornamenti per quanto riguarda i cittadini svizzeri. 

SPAGNA - È stata gravemente colpita dalla pandemia e ha quindi imposto ai suoi cittadini divieti di uscita e di viaggio restrittivi in patria. Nel frattempo, il primo ministro Pedro Sanchez ha annunciato di voler aprire le frontiere ai turisti stranieri a partire dal 1° luglio. «Garantiremo che i turisti non correranno alcun rischio e anche che non ci causeranno alcun rischio», ha detto in un discorso alla nazione. 

REPUBBLICA CECA - Dal 26 maggio, le frontiere con la Germania e l'Austria sono di nuovo aperte. Tuttavia, per il momento, l'ingresso è consentito solo ai cittadini o residenti in Cechia. I controlli alle frontiere vengono effettuati in modo casuale, come si può vedere sul sito web del governo ceco. Non esiste ancora un calendario fisso per il rilancio dell'attività turistica. 

TURCHIA - La Turchia si sta preparando ad aprirsi al turismo. Alla fine di maggio, il Paese prevede di avviare il turismo nazionale, e gli ospiti internazionali dovrebbero aspettare fino a giugno per poter entrare nuovamente in Turchia. Negli hotel e ai ristoranti si applicheranno rigide condizioni sanitarie. 

UCRAINA - Le autorità ucraine hanno prorogato fino al 22 giugno il divieto generale d'ingresso nel Paese, qualunque sia il mezzo di trasporto utilizzato, per tutti gli stranieri, a eccezione delle persone residenti e titolari di permesso di soggiorno.

UNGHERIA - In risposta alla minaccia del Covid-19, è stata disposta la chiusura delle frontiere e di conseguenza non è ancora consentito l’ingresso agli svizzeri in Ungheria.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-08 17:31:26 | 91.208.130.85