tipress
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
1 ora
I "corona-scettici" e le minacce online: «Assaltiamo Palazzo Federale»
Alcuni gruppi radicali contrari alle misure anti-coronavirus invocano un attacco a Berna
SVIZZERA
3 ore
Dramma a Gerlafingen: due bambine trovate morte in un appartamento
La madre è stata arrestata dalla polizia: è la principale indiziata
LE FOTO
SVIZZERA
5 ore
Comprensori sciistici, è caos valanghe: ci sono 2 morti
La polizia e la Rega hanno lavorato ininterrottamente per cercare eventuali dispersi
SVITTO
6 ore
Muore travolto dalla valanga
Incidente oggi a Stoos durante un fuori pista
SVIZZERA
6 ore
«Inserite la salvaguardia delle risorse naturali nella Costituzione»
Lo chiedono i giovani verdi, che si apprestano a lanciare un'iniziativa popolare
SVIZZERA
8 ore
«Potremmo dover chiudere le piste da sci»
La consigliera federale Viola Amherd non esclude provvedimenti. E difende la scuola reclute a distanza
FOTO
SVIZZERA
8 ore
Stazioni sciistiche prese d'assalto dopo la grande nevicata
Davanti alle casse o nei pressi degli impianti sono state immortalate lunghe code di sciatori.
ARGOVIA
8 ore
Rapinata una filiale della Volg, malviventi in fuga
I due uomini hanno minacciato una dipendente con una pistola. Sottratte diverse migliaia di franchi.
SVIZZERA
9 ore
«Accelerare le vaccinazioni»
Il Consiglio federale e i Cantoni sono d'accordo: i test saranno intensificati
SVIZZERA
10 ore
Addio al barone de Rothschild
Stroncato da un infarto Benjamin, figlio del banchiere Edmond. Aveva 57 anni
SVIZZERA
10 ore
Malgrado il Covid, a scuola ci sono meno assenze
Da un sondaggio condotto in Svizzera tedesca emerge che i ragazzi malati sono meno rispetto allo scorso anno.
SVIZZERA
03.04.2020 - 08:070
Aggiornamento : 09:18

Gli svizzeri non sognano più

Il sondaggio sui consumi: il 75 per cento rinuncia a qualsiasi spesa non necessaria

Comparis: «I consumatori accantonano i desideri sognati da tempo»

ZURIGO - La pandemia contagia anche le finanze personali. Lo dimostra un sondaggio condotto da comparis.ch, in cui l'88 per cento degli svizzeri risulta allarmato dal coronavirus. Circa un terzo degli intervistati prevede di trovarsi in una «situazione economica molto peggiore» ad aprile rispetto a marzo. 

«L’effetto coronavirus modifica il comportamento dei consumatori: si risparmia di più e spesso si preferisce aspettare a realizzare i desideri sognati da tempo», afferma Michael Kuhn, esperto di finanze e consumo di comparis.ch.

Nel sondaggio svolto a dicembre 2019, solo il 13% degli intervistati si aspettava un peggioramento della situazione economica individuale: mai negli ultimi quattro anni si era registrato un dato così basso.

A guardare con pessimismo alle prossime settimane sono in particolare le economie domestiche di una persona (33,2%) e quelle con un reddito lordo fino a 4’000 franchi (42,3%). Meno pessimiste sono invece le economie domestiche con un reddito superiore a 8’000 franchi: solo una su cinque (il 20,1%) si aspetta infatti un peggioramento della propria situazione economica.

Lavoro ridotto, cali del fatturato e perdita dell’impiego Il 34,2% dei pessimisti spiega che il peggioramento atteso è dovuto tra le altre cose al lavoro ridotto, proprio o del partner. Il 13,7% dichiara di prevedere un calo del fatturato in quanto lavoratore indipendente. La causa delle aspettative negative per il 12,9% degli intervistati è la perdita del proprio posto di lavoro o di quello del partner.

«Il lockdown con i relativi cali dei fatturati e la situazione di incertezza in borsa creano un mix pericoloso che porta molti a fare previsioni più negative sul proprio futuro economico», osserva Kuhn.

La persistente crisi del coronavirus preoccupa l’88% degli intervistati. Solo il 10,5% dichiara di non essere allarmato. Questa incertezza risulta evidente nel cambio di atteggiamento degli svizzeri: il 45,2%, infatti, vuole risparmiare di più e consumare di meno. Quasi la stessa percentuale, ovvero il 42,2%, intende rinunciare a grandi acquisti come ad esempio mobili o auto. Il 5,7% vuole investire meno in fondi e azioni. Una persona su 13 (il 7,4%), invece, vuole puntare maggiormente su questo tipo di investimenti di capitale.

Il cambio di atteggiamento più deciso si registra nella fascia di età tra i 18 e i 35 anni, dove il 52,8% degli intervistati dichiara di voler consumare di meno e risparmiare di più. Nella fascia di età 36-55 e tra gli over 56 la percentuale è di gran lunga inferiore, con rispettivamente il 43,3% e il 39,4%. 

È soprattutto sugli acquisti che si risparmia: alla domanda «Come si comporta se deve risparmiare o se ha poco denaro a disposizione?», infatti, il 72,5% risponde «Rinuncio a spese inutili e agli acquisti non programmati». La seconda risposta più frequente (57,2%) è «Approfitto il più possibile degli sconti». Al terzo posto troviamo «Confronto con attenzione i prezzi dei vari offerenti e scelgo l’offerta più conveniente» (45,6%), seguita da «Faccio la spesa al discount» (37,2%).

L’incertezza oggi onnipresente si riflette anche sulle risposte alla domanda «Come utilizza il denaro che ha liberamente a disposizione?». Il 60,5% dichiara di volerlo mettere da parte: una percentuale maggiore rispetto a dicembre 2019 (55,2%). A voler realizzare un desiderio sognato a lungo è ancora il 16,1% degli intervistati, una percentuale comunque inferiore rispetto a quella di dicembre (20,4%). «Quanto più a lungo durerà questa situazione straordinaria, tanto più radicali saranno i cambiamenti nei comportamenti delle persone», afferma Kuhn. «Attualmente lo scenario è dominato dai rischi, e opportunità finanziarie come un investimento moderato e graduale sul mercato azionario sono quasi impossibili da trovare».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-16 22:40:23 | 91.208.130.86