Depositphotos
ZURIGO
08.10.2019 - 11:580

Genitori più felici grazie alla maggior parità

Confronto con le mamme e i papà degli anni 80'. Il miglioramento è dovuto a una maggior divisione dei compiti in casa e all'opportunità di conciliare meglio lavoro e cura dei figli

ZURIGO - I genitori di oggi sono più soddisfatti della loro vita rispetto alle mamme e ai papà degli anni '80. Lo sostiene uno studio che ha coinvolto alcuni ricercatori dell'Università di Zurigo, secondo cui il miglioramento è dovuto a una maggior divisione dei compiti in casa e all'opportunità di conciliare meglio lavoro e cura dei figli.

Le aspettative della società nei confronti di uomini e donne sono cambiate, indica una nota odierna dell'Università zurighese. La maternità, al giorno d'oggi, non è più considerata «imprescindibile» e se una donna decide di avere figli non ci si aspetta più che rinunci al suo lavoro e alla sua carriera professionale. Inoltre, sottolineano i ricercatori, anche i padri sono maggiormente presenti nella cura dei figli a casa.

Rispetto al 1980 le madri si considerano più soddisfatte, riporta lo studio pubblicato nella rivista specializzata "Gender & Society" e realizzato dai ricercatori zurighesi, in collaborazione con i colleghi tedeschi sulla base dei dati forniti dall'istituto per la ricerca economica DIW di Berlino. Per la ricerca sono stati interrogati circa 12'000 uomini e 18'000 donne tra il 1984 e il 2015. Un arco di tempo di 31 anni in cui la società ha subito profondi cambiamenti anche in materia di politica familiare.

Negli anni '80, la maggior parte delle madri del sondaggio ha dichiarato di essere meno soddisfatta della propria vita rispetto alle donne senza figli. Il motivo, scrivono i ricercatori, è da ricondurre tra le altre cose anche al tabù di quegli anni di parlare in modo critico della maternità.

«Con l'aumento della libertà di decidere a favore o contro la possibilità di avere un bambino, oggi non troviamo più differenze nel grado di soddisfazione tra le madri e le donne senza figli», scrive il ricercatore Klaus Preisner, citato nella nota dell'Università di Zurigo.

Un altro fattore che ha influenzato i risultati della ricerca è la maggior partecipazione dei padri nella cura dei bambini e nella divisione dei compiti a casa. In ciò ha influito anche la possibilità di ottenere dei congedi parentali e di diminuire l'attività lavorativa. Tuttavia, i ricercatori indicano che la soddisfazione della vita non varia tra i papà e gli uomini senza figli.

Una politica familiare moderna non è quindi di grande importanza solo per la parità tra donne e uomini, ma aumenta anche la soddisfazione della vita dei genitori e di conseguenza quella dei figli, ha sottolineato Preisner.
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-20 17:00:08 | 91.208.130.89