Immobili
Veicoli

IL SORPASSO...A DUE RUOTEEl Diablo contro Nuvola Rossa: sembra un titolo di un fumetto ed invece...

12.05.22 - 07:00
Domenica a Le Mans saranno il beniamino di casa e l'italiano a contendersi il successo?
Imago
IL SORPASSO...A DUE RUOTE
12.05.22 - 07:00
El Diablo contro Nuvola Rossa: sembra un titolo di un fumetto ed invece...
Domenica a Le Mans saranno il beniamino di casa e l'italiano a contendersi il successo?
Nella generale il transalpino della Yamaha ha 33 punti di margine su Bagnaia.

dal nostro corrispondente, Leonardo Villanova

LE MANS - È iniziata la battaglia che aspettavamo da inizio stagione? Quei 25 giri vissuti quasi in apnea in quell’anfiteatro naturale che è Jerez, quel distacco che tra Francesco Bagnaia e Fabio Quartararo non ha mai superato il margine del secondo, quel forcing forsennato da parte della Ducati numero 63 e quel resistere in modo quasi disperato da parte della Yamaha numero 20, sono stati il primo, ghiotto, ghiottissimo antipasto di quello che vedremo durante il prosieguo della stagione? Domande lecite e che solleticano la fantasia dei tifosi, ancor più adesso che, dopo il debutto spagnolo che finalmente ci ha regalato il Bagnaia che aspettavamo da inizio stagione, nei prossimi due appuntamenti i due si sfideranno sul suolo natio.

Domenica - in una Le Mans che una tantum dovrebbe risparmiare il Mondiale dalla pioggia habitué nella regione della Sarthe - si corre il GP di Francia, poi, tra due settimane, toccherà al Mugello, per un GP d’Italia che, dopo tre anni (nel 2020 non si è corso) ritroverà il pubblico sulle sue magnifiche colline. Lo scorso anno tra Ducati e Yamaha finì 1-1, con la Rossa che sul circuito che con la 24 Ore automobilistica più famosa del mondo condivide la parte del via e quella finale, si prese le prime due posizioni con Jack Miller e Johann Zarco e con Fabio al terzo rango, mentre in Toscana, dopo la scivolata iniziale di Pecco mentre tentava la fuga, El Diablo dominò in maniera quasi prepotente, in una gara probabilmente decisiva per l’esito del Mondiale.

Un anno dopo, Fabio è ancora l’uomo da battere, ma dopo un inizio balbettante, mai troppo a suo agio con la moto 2022, proprio nel momento più difficile, quello successivo alla caduta in qualifica in Portogallo, Pecco è tornato a sentire sua la Ducati, mostrandolo prima con quella rimonta furibonda a Portimao dall’ultimo all’ottavo posto, quindi con il weekend perfetto di Jerez, sempre davanti in tutti i turni, pole-position straordinaria e una gara nella quale non ha concesso la minima opportunità a un Quartararo che da quelle parti è sempre andato fortissimo. L’inizio di stagione complicato ha fatto precipitare Bagnaia a -33 punti dal francese, sarebbero tantissimi se i problemi continuassero, assolutamente recuperabili se, invece, il torinese tornerà a essere un tutt’uno con la sua GP22.

Aleix Espargaro e l’Aprilia probabilmente continueranno a restare lassù anche nelle prossime gare, Joan Mir, Alex Rins e la Suzuki prima o poi troveranno quell’acuto mancato finora, Marc Marquez troverà il bandolo della matassa con la sua Honda, ma se dovessimo scommettere un po’ di franchi su chi saranno i due a giocarsi il titolo, in questo momento non avremmo dubbi. El Diablo contro Nuvola Rossa. Sembra il titolo di un fumetto western, invece è una battaglia entusiasmante in sella a cavalli meccanici.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT