Immobili
Veicoli

IL SORPASSO... A DUE RUOTEViñales? Paga pesantemente una fragilità psicologica preoccupante...

24.06.21 - 16:00
Lo spagnolo occupa attualmente il sesto posto in classifica (75 punti), 56 lunghezze in meno del leader Quartararo (131)
Reuters, archivio
Viñales? Paga pesantemente una fragilità psicologica preoccupante...
Lo spagnolo occupa attualmente il sesto posto in classifica (75 punti), 56 lunghezze in meno del leader Quartararo (131)
SPORT: Risultati e classifiche

Dal nostro corrispondente, Leonardo Villanova.

C’è una barzelletta che circola nel paddock del Motomondiale: ovvero che lo psicologo di Maverick Viñales abbia deciso di andare a sua volta a stendersi su un lettino. Meglio sdrammatizzare, certo, ma è chiaro che il rendimento di Maverick in questa prima parte di campionato sia quanto di più bizzarro e incomprensibile ci possa essere, con lo spagnolo che – dopo avere conquistato la gara di apertura in Qatar – è andato via via sempre più eclissandosi. E con l’altalena dei risultati, pochi su e molti giù, sono riemersi gli antichi limiti psicologici di un pilota che – a talento puro – ha pochi rivali, ma paga pesantemente una fragilità psicologica preoccupante. Soprattutto per un pilota sulla quale la Yamaha ha investito per farne l’erede di Jorge Lorenzo e che con l’ultimo contratto si porta a casa qualcosa come circa sei milioni di euro a stagione.

La débacle del Sachsenring in questo senso ha fatto suonare l’ennesimo campanello di allarme in casa di Iwata, con Maverick partito penultimo e arrivato ultimo, alle spalle del povero Franco Morbidelli, che dopo una stagione 2020 da sogno, nell’arco di pochi mesi si è ritrovato in un incubo del quale non si scorge la fine: l’infortunio al ginocchio sinistro di martedì mentre si allenava a Pesaro e che lo terrà fuori dal weekend di Assen, è l’ennesima tegola su un Mondiale disgraziato e che con ogni probabilità costringerà l’italo-brasiliano a operarsi a fine campionato. Ma tornando a Viñales, c’è da capire come e se si riuscirà a ricomporre una frattura con la Yamaha dopo le ultime, durissime parole pronunciate a fine gara al Sachsenring, quando il Top Gun prima ha ribadito di non ricevere risposte alle sue richieste di capire perché fatica tanto, quindi ha accusato la squadra di non credere in lui, tanto da costringerlo a copiare gli assetti dei propri compagni (prima Valentino Rossi, ora Fabio Quartararo) e di costringerlo a guidare in un modo diverso da quello che lui vorrebbe, per quella che secondo lui è una mancanza di rispetto. Il problema è che Maverick ha un contratto anche per il 2022 (a oggi più nessuno scommette su un ulteriore rinnovo) e con Quartararo sempre più padrone del box per lui non si prevedono tempi facili. Roba da andare dallo psicologo. O, nel suo caso, di spedirci anche il suo.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE