Immobili
Veicoli

HCAPAmbrì combattivo, ma vince il Bienne

26.11.21 - 22:31
Dopo aver recuperato un doppio svantaggio, l’Ambrì ha ceduto al Bienne (3-2) nell’ultima frazione
keystone-sda.ch / STR (MARCEL BIERI)
Ambrì combattivo, ma vince il Bienne
Dopo aver recuperato un doppio svantaggio, l’Ambrì ha ceduto al Bienne (3-2) nell’ultima frazione
Per i biancoblù si tratta della terza sconfitta consecutiva.
HOCKEY: Risultati e classifiche

BIENNE - Nonostante sia stato in grado di tornare in partita dopo un inizio da incubo, l’Ambrì si è dovuto inchinare al Bienne (3-2). La compagine bernese ha trionfato di misura, trovando il gol vittoria a ridosso della sirena.

All’alba della sfida Pestoni e soci sono stati travolti dalla locomotiva biennese. I Seeländer hanno infilato un uno-due folgorante, violando la porta di Ciaccio a 4’39” con Kessler e a 6’18” con Rathgeb. Più che per i meriti di un Bienne estremamente brillante, l’immediato doppio vantaggio casalingo trova spiegazione in un avvio particolarmente sottotono della formazione leventinese. Gli uomini di Luca Cereda sono scesi sul ghiaccio privi di aggressività e, disattenti, hanno concesso eccessivo spazio agli avversari, i quali non hanno esitato ad approfittarne. Il time-out chiamato dal coach a seguito del doppio colpo incassato si è rivelato fondamentale affinché l’Ambrì potesse riprendersi dallo stordimento iniziale. Il breve break, infatti, ha innescato la reazione di Pestoni e soci, caparbi nel non darsi per vinti. La spinta leventinese si è tradotta in una chiusura in crescendo nella prima frazione, senza però trovare la via del gol (solo una traversa colpita).

Fiduciosi, i biancoblù sono tornati in pista con lo spirito giusto nel periodo centrale, il che ha permesso loro di impadronirsi del pallino del gioco e rimettere con merito in piedi il risultato. A dimezzare il disavanzo è stata una prodezza di McMillan, che – in situazione di powerplay – ha saputo roteare su sé stesso prima di concludere a rete, ingannando van Pottelberghe (28’30”). Grazie a una staffilata a incrociare, Heim ha poi riportato il parziale in parità (39’05”), punendo la retroguardia locale dopo una leggerezza in disimpegno.

Nell’ultima frazione i ritmi si sono abbassati e i padroni di casa sono tornati a voler imporre il loro predominio. La formazione leventinese è stata costretta a chiudersi a riccio davanti al proprio slot, ma il tentativo di preservare il risultato si è rivelato inefficace. L’ex Hofer ha infatti condannato i biancoblù alla sconfitta, mettendo a segno il game winning goal in powerplay a meno di quattro minuti dalla sirena (56’27”). Il successo dunque è finito tra le mani della truppa di Törmänen.

Dopo l’amara sconfitta odierna, domani l’Ambrì tornerà fra le mura amiche, dove dovrà misurarsi con lo Zugo.

BIENNE-AMBRÌ 3-2 (2-0; 0-2; 1-0)
Reti: 4’39” Kessler 1-0; 6’18” Rathgeb 2-0; 28’30” McMillan (Bürgler) 2-1; 39’05” Heim (Bürgler) 2-2; 56’27” Hofer (Rathgeb, Kessler) 3-2.
AMBRÌ: Ciaccio; Dotti I., Hietanen, Dotti Z., Fohrler, Fischer, Hächler; Pezzullo; Zwerger, Regin, Kozun; Kneubuehler, Heim, Bürgler; McMillan, Grassi, Pestoni; Bianchi, Kostner, Trisconi; Incir.
Penalità: Bienne 4x2’; Ambrì 6x2’.
Note: Tissot Arena, 5’624 spettatori. Arbitri: Tscherrig, Fluri, Fuchs, Duc.

COMMENTI
 
Evry 1 anno fa su tio
e nell'HCAP emergono i giocatori ex-Lugano. auguri
Evry 1 anno fa su tio
niente di nuovo eterno fuoco di paglia .... e polvere bagnata.
NOTIZIE PIÙ LETTE