Immobili
Veicoli

SWISS LEAGUE«Vogliamo giocarcela, la pressione sarà tutta sulle loro spalle»

10.03.21 - 11:40
Al via i pre-playoff. Questa sera i Rockets fanno visita al Visp: «Non ci vogliamo accontentare».
TiPress/archivio
«Vogliamo giocarcela, la pressione sarà tutta sulle loro spalle»
Al via i pre-playoff. Questa sera i Rockets fanno visita al Visp: «Non ci vogliamo accontentare».
In forza ai razzi da inizio gennaio, Adrien Lauper si è integrato alla grande nel gruppo guidato da Landry e McNamara: «Con i ragazzi hanno fatto un lavoro eccellente. Futuro? Vorrei rimanere».

BIASCA - Ormai ci siamo, il conto alla rovescia è già iniziato: in casa Rockets sono ore di vibrante attesa per l’esordio nei pre-playoff, dolce traguardo raggiunto con merito anche grazie a un rush finale da applausi. Con 4 vittorie nelle ultime 6 partite, i razzi del duo Landry-McNamara hanno raggiunto e poi staccato l’EVZ Academy, guadagnandosi il diritto di giocarsi la serie contro il Visp (best-of-3), dopo una stagione da 51 punti.

«L’ambiente è carico e abbiamo trascorso giorni davvero piacevoli: sono orgoglioso del traguardo che abbiamo raggiunto - interviene Adrien Lauper, esperto attaccante in forza ai razzi da inizio gennaio - Già in estate mi ero allenato con questo gruppo e, quando sono tornato e ho iniziato a giocare, ho ritrovato tanti ragazzi notevolmente cresciuti. Landry e McNamara hanno fatto un lavoro eccellente. Sono convinto che Eric, nel giro di qualche anno, avrà una panchina in National League».

Gioia e soddisfazione, ma anche tanta voglia non fermarsi qui. In stagione, nei confronti diretti, ci sono state due vittorie a testa. 
«Sì, c’è stato equilibrio. Penso che il Visp debba avere un po’ di timore. Noi siamo qui e non abbiamo più niente da perdere, mentre la pressione sarà tutta sulle loro spalle. Quel che è certo è che non andremo in pista per fare da sparring partner, ma vogliamo metterli noi al tappeto. Nell’ultimo periodo abbiamo giocato con grande carattere e siamo sempre stati vicini a ogni avversario, questo ci dà fiducia».

Sai se potrete contare su rinforzi come Rohrbach e Conz, che di recente hanno già collezionato alcune presenze? 
«No, questo eventualmente lo sapremo all’ultimo. Uno dei segreti dei risultati raggiunti quest’anno però è proprio questo. Abbiamo un gruppo solido e unito in cui è semplice integrarsi: chiunque venga con noi trova coesione».

Staff e società cosa vi hanno detto?
«Tutti erano felicissimi del traguardo raggiunto, ma ora vogliono di più… (ride, ndr). Siamo subito tornati al lavoro e non ci vogliamo accontentare».

Chiusa l’avventura a Friborgo eri rimasto pazientemente in attesa, poi - da gennaio - sei entrato nella rosa dei Rockets. A livello personale come ti sei trovato? 
«Benissimo. Tempo fa ho parlato con Landry per esprimere un concetto chiaro. Ho avuto molto più piacere nel giocare quest’anno ai Rockets, piuttosto che lo scorso campionato a Friborgo. Qui ho tante responsabilità. So di non essere il giocatore che fa 20 gol, ma aiuto la squadra. Sono molto felice di aver avuto questa chance».

Quindi ti è venuta voglia di rimanere e continuare… 
«Effettivamente sto iniziando a pensare all’anno prossimo, ho già parlato con Landry e Reuille, ma bisognerà vedere come vanno le cose. Mi sono trovato talmente bene che sarebbe peccato non andare avanti insieme. La mia volontà è quella di continuare con i Rockets».

COMMENTI
 
Evry 1 anno fa su tio
Quante ILLUSIONI .........
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT