Immobili
Veicoli

HCAP/HCLImpegni esterni per Ambrì e Lugano

19.01.21 - 08:00
Usciti con le ossa rotte dalle sfide del weekend, Ambrì e Lugano cercano una reazione contro Langnau e Rappi.
TiPress/archivio
HCAP/HCL
19.01.21 - 08:00
Impegni esterni per Ambrì e Lugano
Usciti con le ossa rotte dalle sfide del weekend, Ambrì e Lugano cercano una reazione contro Langnau e Rappi.
I biancoblù di Cereda, privi di Nättinen per almeno due settimane, fanno visita ai Tigrotti. I bianconeri di Pelletier sono attesi nella tana del Rapperswil.

LANGNAU/RAPPERSWIL - Invertire la rotta, tornare al successo e interrompere la striscia negativa: per Ambrì e Lugano, reduci da un weekend amaro e condito da sole sconfitte, gli obiettivi sono chiarissimi. 

Per farlo i biancoblù dovranno piegare la resistenza del Langnau, avversario rivelatosi sin qui piuttosto indigesto. Penultimi in classifica con sole 7 vittorie in 26 incontri, i Tigrotti ne hanno però ottenute due su due nei confronti diretti con i leventinesi. La prima in ottobre all’overtime, la seconda - più bruciante - a metà dicembre alla Valascia (1-3).

Per riuscirci l’Ambrì dovrà innanzitutto ritrovare la via del gol, che manca ormai da 130 minuti. Rimasta a secco nelle ultime due uscite - nonostante i 76 tiri scagliati verso la porta avversaria - per la squadra di Cereda si tratta di continuare ad insistere. Non sono infatti mancate le occasioni e la buona volontà, bensì precisione e concretezza. Diverse le chance sciupate, troppi i powerplay non sfruttati: cinque contro il Davos, quattro con lo Zugo, compreso quello di 5’ per il duro intervento su Nättinen, che dovrà rimanere ai box almeno 2 settimane per una forte distorsione alle cervicali. Da questa sera, anche senza il suo Top Scorer e il lungodegente D’Agostini - che sarà out fino a marzo -, l’Ambrì vuole (e deve) tornare a pungere.

Dal Lugano, caduto malamente nei due impegni del fine settimana, ci si attende invece una decisa reazione. La truppa di Pelletier, sempre alle prese con le pesanti assenze di Heed, Wolf, e Riva, è reduce da cinque sconfitte nelle ultime sei gare: un trend da cambiare al più presto. In questo caso il primo aspetto da migliorare è l’entrata in materia, con i pessimi inizi vissuti contro Zugo (4-0 a fine primo tempo) e Davos (2-0 dopo soli dieci minuti) che non vanno più riproposti.

Per i bianconeri l’avversario di serata è il Rapperswil di Cervenka, Top Scorer della Lega con 28 punti (10 gol) in 28 match. Anche i sangallesi non stanno attraversando un gran momento, con tre ko filati (5 nelle ultime 6) e il decimo posto in classifica. L’unico incrocio giocato sin qui in campionato ha premiato la squadra di Tomlinson, che stasera - ne siamo certi - si troverà però di fronte un Lugano battagliero e affamato di punti.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT