Cerca e trova immobili

INFLAZIONEA marzo i prezzi in Svizzera sono tornati ad aumentare

14.04.23 - 10:41
I dati alla produzione e all'importazione di marzo segnano un indice in crescita dello 0,2%, dopo il calo di febbraio
Deposit
Fonte ats
A marzo i prezzi in Svizzera sono tornati ad aumentare
I dati alla produzione e all'importazione di marzo segnano un indice in crescita dello 0,2%, dopo il calo di febbraio

NEUCHÂTEL - I prezzi alla produzione e all'importazione sono tornati ad aumentare su base mensile in Svizzera in marzo, dopo il calo di febbraio.

Nel terzo mese del 2023 il relativo indice calcolato dall'Ufficio federale di statistica (UST) si è attestato a 109,3 punti, con una progressione mensile dello 0,2%. Su base annua si registra invece una crescita del 2,1%, in rallentamento comunque rispetto a quelle osservate in febbraio (2,7%) e gennaio (+3,3%) di quest'anno, e per il 2022, quelle di dicembre (+3,2%), novembre (+3,8%), ottobre (+4,9%) e settembre (+5,4%).

Nel dettaglio, per quanto riguarda il dato sui soli prezzi alla produzione - che mostra l'evoluzione dei prodotti indigeni - in marzo si è assistito a un aumento rispettivamente dello 0,3% (su base mensile) e del 2,7% (su base annuale), con un indice a 107,1 punti. Nel confronto con febbraio è salito in particolare il costo di latticini, altri prodotti alimentari, prodotti di panetteria, paste alimentari, rottami di ferro e tessili, precisa un comunicato odierno.

I prezzi per categoria - Il secondo sottoindice, quello dei prezzi all'importazione, presenta invece una progressione mensile dello 0,1% e un incremento annuo dell'1,0%, con un indice a 113,8. Si è dovuto pagare di più - nel paragone mensile - soprattutto per gli autoveicoli e parti per autoveicoli nonché per i prodotti alimentari. Sono stati riscontrati prezzi al rialzo anche per altri mezzi di trasporto, ortaggi, meloni e patate, cuoio, prodotti in cuoio e calzature, caffè verde, computer e abbigliamento. Si segnalano invece prezzi in calo di prodotti petroliferi, metalli non ferrosi e prodotti relativi, petrolio greggio e gas naturale, nonché acciaio lavorato.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

comp61 1 anno fa su tio
ah, meno male che mi stavo preoccupando!!

Princi 1 anno fa su tio
no problem tanto 90% della spesa in Italia
NOTIZIE PIÙ LETTE