Immobili
Veicoli

SVIZZERASvizzera Turismo teme un'ondata di fallimenti

09.05.20 - 09:33
Il direttore Martin Nydegger ha spiegato che la fase di risalita non sarà rapida come quella di discesa.
Keystone
Fonte ats
Svizzera Turismo teme un'ondata di fallimenti
Il direttore Martin Nydegger ha spiegato che la fase di risalita non sarà rapida come quella di discesa.
Il primo settore a riprendersi sarà quello del turismo di montagna. Molto di più ci impiegherà quello d'affari

ZURIGO - Il 2020 è un anno molto difficile per il settore turistico elvetico, afferma il direttore di Svizzera Turismo Martin Nydegger. Un'ondata di fallimenti dovuta al coronavirus è probabilmente inevitabile, ha stimato.

Secondo diversi sondaggi, circa il 23% dei 4000 stabilimenti turistici in Svizzera non usciranno dalla crisi, ha spiegato Nydegger in un'intervista diffusa dai giornali del gruppo CH Media.

Il rischio, è che il ritorno al livello di prenotazioni raggiunto nel 2019 non avvenga prima di cinque anni. In genere infatti, ha sottolineato, la discesa è sempre molto rapida, mentre la fase di risalita è lenta.

Il primo settore a ritrovare un po' di colore sarà quello del turismo di montagna, ha previsto Nydegger. Le città seguiranno. Mentre il turismo d'affari ci metterà molto a riprendersi.
 
 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA