Cerca e trova immobili

SVIZZERALe radio private hanno chiesto un aiuto di 12 milioni alla Confederazione

17.03.20 - 11:49
Il blocco delle attività ha causato una forte riduzione degli introiti pubblicitari
Archivio Keystone
Fonte ATS
Le radio private hanno chiesto un aiuto di 12 milioni alla Confederazione
Il blocco delle attività ha causato una forte riduzione degli introiti pubblicitari

BERNA - Le radio private - che ricevono circa 30 milioni di franchi dal canone radio-tv - hanno chiesto 12 milioni alla Confederazione per far fronte alla crisi causata dall'espandersi della pandemia di Covid-19.

Lo conferma L'Associazione delle radio private svizzere (VPS, "Verband Schweizer Privatradios"), che comprende anche Radio 3iii e Radio Ticino. La richiesta deriva dall'emorragia di pubblicità causata dal blocco delle attività dovuto alla pandemia.

Tale somma, si legge in una nota odierna in francese e tedesco (...), andrebbe prelevata dal canone radio-tv percepito da Serafe. La diminuzione delle pubblicità è una grande minaccia per l'esistenza di questi media, e rischia di tradursi in una crisi di liquidità.

In una situazione d'emergenza come quella attuale, le radio regionali svolgono un servizio pubblico importante nella lotta contro il virus. Questo nella misura in cui informano delle decisioni prese a livello federale, cantonale e comunale per arginare il contagio.

Per poter continuare a svolgere questo compito, le radio regionali hanno quindi bisogno di un aiuto per le prossime settimane. I mesi di marzo, aprile e maggio rivestono una grande importanza per le radio regionali a livello commerciale: in questo periodo si tengono infatti manifestazioni importanti, con un aumento delle pubblicità.

Eventualmente, i 12 milioni potrebbero essere prelevati dalla riserva di fluttuazione esistente che è attribuita all'Ufficio federale delle comunicazioni (34 milioni per il 2020), precisa la nota.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Lucadue 4 anni fa su tio
Ogni occasione é buona per chiedere soldi; D'altronde lo insegnano anche i preti: " Chiedete e vi sarà dato ".

Tato50 4 anni fa su tio
Per mettere un po' di musica e grattarsi gli zebedei?

Mag 4 anni fa su tio
Dalle fluttuazioni sarà meglio tirare fuori i soldi per le suppellettili mediche che servono al Popolo. I datori di lavoro delle radio facciano domanda di "lavoro ridotto" come tutti gli altri.

aquilasolitaria 4 anni fa su tio
Invece di fare delle richieste (stupidotte) perché non fate richiesta di mascherine e disinfettante che non si trovano da nessuna parte , e se x caso ci sono li paghi un occhio della testa C é gente che non se li può permettere purtroppo , quindi faccio io un appello Caro Governo , mettete a disposizione mascherine e disinfettante x il popolo Svizzero

migheleto 4 anni fa su tio
Risposta a aquilasolitaria
Le mascherine NON servono, se non al personale medico! Per eliminare il virus da mani e superfici basta del sapone. Piantatela di andare in panico.
NOTIZIE PIÙ LETTE