ESTONIAI paesi del Baltico potrebbero avere un problema con gli stoccaggi

29.08.22 - 08:45
L'unico impianto che serve Estonia, Lettonia, Lituania e Finlandia ha una percentuale molto più bassa della media Ue
Depositphotos (lisitsin01.gmail.com)
I paesi del Baltico potrebbero avere un problema con gli stoccaggi
L'unico impianto che serve Estonia, Lettonia, Lituania e Finlandia ha una percentuale molto più bassa della media Ue

INCUKALNS - Con l'attuale percentuale di riempimento del 55%, l'impianto di stoccaggio del gas naturale di Incukalns, in Estonia, è molto al di sotto della media europea, che si attesta all'80%. E questo potrebbe essere un problema, dato che la struttura estone viene utilizzata anche da Lettonia, Lituania e Finlandia.

L'esperto di politica energetica Andres Mäe ha dichiarato ad ETV che non solo la capacità era al 55%, ma che venerdì «la tendenza era al ribasso, il che significa che viene estratto più gas naturale di quello che arriva». Lo stop del gas proveniente dalla Russia ha fatto sì che «dal 12 agosto, non un solo metro cubo ha raggiunto» l'impianto in questione. L'esperto invoca un accordo tra i quattro governi sulla distribuzione delle riserve di gas residue, per evitare screzi nel corso della stagione fredda.

Tuttavia, il fornitore di gas ed elettricità Elering dipinge un quadro meno cupo. Il portavoce Ain Köster ha spiegato allo stesso media che il terminale lituano di gas naturale liquefatto (Gnl) a Klaipeda, insieme alla riserva di Incukalns, garantirà il fabbisogno di gas dell'Estonia fino a quando il suo terminale pianificato di Gnl non inizierà a funzionare. «Oltre alla percentuale, si dovrebbe anche considerare quanto è grande il volume di questo stoccaggio o quanto è grande la quantità nello stoccaggio rispetto al consumo. Se confrontiamo la quantità di gas e il consumo, il volume del nostro spazio di archiviazione non sembra certamente così deprimente». 

Aggiunge Köster: «Il terminal lituano e lo stoccaggio lettone coprono bene il nostro consumo attuale. Si potrebbe anche dire che il terminal lituano copre in gran parte il consumo corrente. Forse dobbiamo prelevare gas anche dallo stoccaggio lettone. Tuttavia, se parliamo anche del all'inizio del prossimo anno - primavera e fine inverno, quindi abbiamo sicuramente bisogno di terminal aggiuntivi, mentre la costruzione del terminal è in corso sia in Estonia che in Finlandia».

NOTIZIE PIÙ LETTE