Keystone
Un iPhone 7 plus, uno dei modelli interessati dalla decelerazione via software.
STATI UNITI
23.03.2021 - 16:260
Aggiornamento : 18:20

Apple rimborserà più di 2 milioni di proprietari di iPhone “rallentati”

Si chiude con un accordo extragiudiziale da 310 milioni il processo conosciuto con il nome di BatteryGate

LOS ANGELES - Riceveranno un rimborso da Apple, infine, i 2'268'860 querelanti americani per il caso denominato BatteryGate, riguardante il fatto che la Mela rallentasse volontariamente - e attraverso il sistema operativo - la performance di determinati modelli di iPhone per preservarne la durata della batteria.

Il caso, che ha già qualche annetto, ha costretto l'azienda di Cupertino a capitolare e pagare almeno 310 milioni di dollari, in un accordo extragiudiziale. I querelanti originali erano più di 3 milioni, ma molti - riporta Forbes - sono stati esclusi perché non ritenuti pertinenti.

Una vittoria di peso (e un precedente importante) che però non porterà tantissimo nelle tasche dei consumatori: non c'è nemmeno da prendere in mano la calcolatrice per capire più o meno quanto spetterà a ognuno, tolta la parcella degli avvocati. Positivo il fatto che il totale sarà sensibilmente più alto dei 25 dollari inizialmente previsti.

A essere interessati dal BatteryGate, lo ricordiamo, sono i modelli di iPhone 6, 6 Plus, 6S, 7 e 7 Plus.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 11:35:29 | 91.208.130.87