keystone-sda.ch (Yuri Gripas / POOL)
STATI UNITI
15.03.2021 - 20:270

Joe Biden pensa a più tasse per ricchi e multinazionali

In tal modo, secondo il Presidente statunitense, si potranno finanziare i progetti di sviluppo

WASHINGTON - Il Presidente degli Usa Joe Biden vuole mantenere un'altra delle sue promesse elettorali dopo aver incassato l'approvazione del piano relativo al Covid-19 da 1900 miliardi di dollari: cancellare il taglio delle tasse del suo predecessore Donald Trump e aumentarle ai ricchi, per finanziare la sua agenda, dalle infrastrutture al mercato del lavoro e alla lotta contro il cambiamento climatico.

Si tratterebbe del maggior incremento fiscale dal 1993: qualcosa come 2'100 miliardi di dollari in dieci anni, secondo una analisi condotta dal Tax Policy Center, un think tank indipendente.

Il piano, anticipano i media degli Usa, prevede un aumento delle tasse per le aziende, dal 21% al 28%, e di quelle sul reddito per chi guadagna oltre 400'000 dollari l'anno. Sarebbero estese le tasse immobiliari e salirebbero quelle sui capital gain per gli individui con un reddito di almeno un milione di dollari. Per il presidente si tratta di una manovra necessaria non solo per finanziare gli altri capitoli di spesa della sua agenda, ma anche per sanare l'iniquo trattamento tra lavoro e ricchezza, riequilibrando gli oneri a favore della working class.

Una mossa che piace alla sinistra democratica ma destinata a incontrare la ferma opposizione dei repubblicani e delle lobby industriali, secondo cui una tale politica danneggerebbe la competitività delle aziende statunitensi sui mercati globali, soprattutto in questa fase di difficile ripresa durante la pandemia.

Resta poi l'incognita legata ai democratici più moderati, diventati vero ago della bilancia dell'agenda della Casa Bianca: come il senatore Joe Manchin, che inizialmente aveva definito «ridicola» la cancellazione del taglio delle tasse attuato da Trump, salvo poi fare una mezza marcia indietro dicendo che «tutto è aperto alla discussione».

Una nuova fonte di finanziamento dei progetti di Biden potrebbe arrivare anche grazie alla segretaria al Tesoro Janet Yellen, che sta lavorando con le sue controparti straniere per un accordo volto a varare una «tassa minima globale» sulle multinazionali.

Biden aveva promesso nella sua campagna presidenziale che avrebbe cancellato «dal primo giorno» il taglio fiscale di Trump del 2017, di cui avevano beneficiato in gran parte super ricchi e grandi aziende, che si erano viste ridurre le tasse dal 35% al 21%. Ma in cima alle sue priorità c'era e c'è la lotta alla pandemia.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Galium 3 mesi fa su tio
Molto bene, Biden. Speriamo che riesca a mantenere il programma.
Tato50 3 mesi fa su tio
Perché non vieni a Berna e mandi a casa i sette samurai ? ;-))
ciapp 3 mesi fa su tio
biden vola bass ! Trump si sta preparando
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-24 04:49:31 | 91.208.130.87