Keystone
PAESI BASSI
10.02.2021 - 09:110

Un 2020 disastroso per Heineken

Con le cifre in rosso, saltano 8'000 posti di lavoro in tutto il mondo

AMSTERDAM - Il gigante della birra olandese Heineken, numero due al mondo nel suo settore, taglierà circa 8000 posti di lavoro in tutto il mondo. Lo ha annunciato il gruppo comunicando i conti annuali, chiusi con una perdita netta di 204 milioni di euro, circa 221 milioni di franchi.

«È stato un anno di interruzioni e transizioni senza precedenti», ha dichiarato l'amministratore delegato Dolf van den Brink. Le misure restrittive imposte per la pandemia Covid-19, con bar e caffetterie chiusi in molti paesi, hanno causato un calo delle vendite del 17% a 23 miliardi di euro.

Heineken aveva annunciato in ottobre che era necessaria una ristrutturazione per ridurre i costi del personale, ma all'epoca non aveva fornito alcuna cifra riguardo ai licenziamenti. Fondato nel XIX secolo ad Amsterdam, il gruppo vende oggi più di 300 marchi e dà lavoro a 85'000 persone in tutto il mondo.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-25 22:52:15 | 91.208.130.85