keystone-sda.ch (GIL ELIYAHU / POOL)
ISRAELE
17.01.2021 - 18:210

Netanyahu corteggia gli arabi israeliani: «Fate parte d'Israele a pieno titolo»

Il primo ministro israeliano: «Vado fiero di voi». Il suo slancio pre-elettorale, però, suscita perplessità.

TEL AVIV - In vista delle legislative del 23 marzo prossimo, il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu ha condiviso oggi su Facebook un caloroso invito a votare destinato alla popolazione araba del Paese, che rappresenta circa il 20 per cento degli elettori.

In uno spot di sostegno al Likud in ebraico sottotitolato in arabo (vedi sotto), Netanyahu ha affermato fra l'altro: «Io credo che i cittadini arabi debbano partecipare in pieno e in eguaglianza alla società israeliana». «Vado fiero - ha proseguito - dei medici e delle infermiere della società araba che negli ospedali combattono contro il coronavirus, spalla a spalla con i colleghi ebrei».

Netanyahu, che in passato non aveva lesinato parole di biasimo verso la guida politica araba, ha preannunciato adesso «l'inizio di una nuova era nei rapporti fra ebrei e arabi, un'era di onore, eguaglianza, sicurezza personale e prosperità».

Alcuni giorni fa, il primo ministro israeliano aveva espresso concetti analoghi durante visite alle città arabe di Nazareth e di Um el-Fahem (Galilea). Il suo intervento aveva destato però manifestazioni di protesta da parte di dimostranti che mettevano in dubbio la sua sincerità.

Quest'ultima operazione di pubbliche relazione potrebbe rappresentare anche una strizzata d'occhio ai Paesi arabi con cui Israele ha recentemente siglato delle intese. «Gli accordi di pace che ho concluso con i Paesi arabi hanno portato e porteranno investimenti e cooperazione che avvicineranno gli ebrei e gli arabi gli uni agli altri», afferma Netanyahu nel video mentre scorrono immagini che rievocano le intese con il Qatar e gli Emirati Arabi Uniti. 


 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-20 02:45:56 | 91.208.130.85