Immobili
Veicoli

PERÙIl presidente Vizcarra è stato destituito per «incapacità morale»

10.11.20 - 09:48
La massima carica dello Stato passerà nelle mani del presidente del Congresso, Manuel Merino de Lama
keystone-sda.ch (PRESIDENCY OF PERU / HANDOUT)
Il presidente Vizcarra è stato destituito per «incapacità morale»
La massima carica dello Stato passerà nelle mani del presidente del Congresso, Manuel Merino de Lama

LIMA - Il presidente peruviano Martín Vizcarra ha preso atto della decisione del Parlamento che lo ha destituito per «incapacità morale» e ha assicurato che oggi stesso lascerà la sede del palazzo di governo. Lo riferisce l'agenzia di stampa Andina.

La destituzione è stata approvata la notte scorsa con i voti di 105 dei 130 membri dell'organo legislativo e ora, secondo quanto stabilisce la Costituzione, la massima carica dello Stato passerà nelle mani del presidente del Congresso, Manuel Merino de Lama, che giurerà alle 10 (le 15 ora svizzera).

Destituito in base a una accusa di corruzione per l'autorizzazione di opere infrastrutturali nel 2011, quando era governatore della regione di Moquegua, Vizcarra ha negato ogni addebito e dichiarato: «Esco dal palazzo con la testa alta, come ci sono entrato due anni e otto mesi fa. Affronterò le indagini previste per dimostrare la falsità delle accuse rivoltemi».

In un comunicato diffuso dal suo ufficio stampa, Merino ha assicurato che da presidente del Perù manterrà la data dell'11 aprile 2021 per lo svolgimento delle elezioni generali, e che quindi il nuovo presidente assumerà improrogabilmente le sue funzioni il 28 luglio 2021.

Per quanto riguarda il nuovo governo, indica infine il comunicato, sarà costituito dal nuovo presidente «con una base ampia dalle persone più preparate e con il contributo delle forze democratiche del Paese per dare soluzione ai problemi che in questo momento affliggono i peruviani».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO