Cerca e trova immobili

STRISCIA DI GAZA Israele annuncia una «pausa tattica» nel sud della Striscia di Gaza

16.06.24 - 08:22
Le forze di difesa israliane annunciano la pausa a causa della necessità di fornire asistenza umanitaria
IMAGO
Fonte Ats ans
Israele annuncia una «pausa tattica» nel sud della Striscia di Gaza
Le forze di difesa israliane annunciano la pausa a causa della necessità di fornire asistenza umanitaria

GAZA - L'esercito israeliano ha annunciato stamani «una pausa tattica» nel sud della Striscia di Gaza.

Le Forze di difesa israeliane (Idf) hanno spiegato che attueranno una «pausa tattica» quotidiana «dell'attività militare» in una parte del sud dell'enclave palestinese durante le ore diurne per facilitare la consegna degli aiuti umanitari.

Le Idf hanno indicato in un comunicato che lo stop «per scopi umanitari avrà luogo tutti i giorni dalle 8.00 alle 19.00 fino a nuovo avviso lungo la strada che porta dal valico di Kerem Shalom a Salah al-Din Road e poi verso nord».

Intanto le Idf hanno annunciato che altri due soldati sono stati uccisi ieri in combattimento, nel nord della Striscia di Gaza. Il 28enne e il 49enne, membri del 129esimo battaglione dell'ottava brigata corazzata di riserva sono morti quando un ordigno è stato fatto esplodere contro il loro carro armato, spiegane le forze armate dello Stato ebraico, citate dai media locali. Altri due soldati sono rimasti gravemente feriti nell'attacco.

Sale quindi a dieci il bilancio dei militari rimasti uccisi ieri nell'enclave palestinese. Otto erano morti nella città meridionale di Rafah: secondo media arabi, combattenti di Hamas avrebbero teso un'imboscata al loro veicolo blindato colpendolo con i lanciarazzi. Le Idf parlano da parte loro di «un ordigno esplosivo piazzato nell'area o il fuoco di missili anticarro».

Come ormai ogni sabato da mesi, migliaia di manifestanti sono scesi ieri in piazza in diverse città di Israele per chiedere la liberazione degli ostaggi e protestare contro il governo di Benyamin Netanyahu. Ieri sera, anche Benny Gantz ha partecipato a una manifestazione a Sha'ar HaNegev, nel sud di Israele, meno di una settimana dopo essersi dimesso dal governo.

Manifestanti si sono radunati anche davanti alla residenza ufficiale di Netanyahu, a Gerusalemme, e a Tel Aviv, dove il leader dell'opposizione Yair Lapid ha accusato il premier di «temporeggiare in modo che la gente dimentichi che è colpevole e responsabile» dell'assalto di Hamas.

La polizia israeliana ha poi reso noto che dodici persone sono state arrestate per violazioni dell'ordine pubblico nella manifestazione di ieri sera a Tel Aviv contro il governo di Netanyahu. Tra i fermati risulta anche un fotografo del quotidiano israeliano Haaretz, che è poi stato rilasciato.

I media israeliani riferiscono che Itay Ron è stato liberato circa un'ora dopo essere stato fermato. Video pubblicati sulle reti sociali mostrano il reporter afferrato da un agente e spinto verso un autobus di arrestati, nonostante gli appelli dei passanti secondo cui si trattava di un giornalista.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE