Cerca e trova immobili

UCRAINA«Prepariamoci a intensi scontri in Ucraina»

28.11.23 - 11:38
Secondo il segretario generale della Nato, gli attacchi coi droni su Kiev proseguiranno nel prossimo futuro
keystone-sda.ch / STR (OLEG PETRASYUK)
Fonte ats
«Prepariamoci a intensi scontri in Ucraina»
Secondo il segretario generale della Nato, gli attacchi coi droni su Kiev proseguiranno nel prossimo futuro

KIEV - «In Ucraina vediamo intensi combattimenti al fronte e attacchi coi droni alle città: dobbiamo prepararci a nuovi attacchi di questo tipo e maggiori combattimenti». Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg aprendo la ministeriale Esteri a Bruxelles, sottolineando di aspettarsi che gli alleati ribadiscano il loro «sostegno» a Kiev.

«È nostro obbligo fornire le armi all'Ucraina perché vincano, la sfida ora è mantenere il livello di aiuto: sono fiducioso che gli Usa continuino a fare la loro parte perché è ciò che abbiamo concordato ed è nel loro interesse», ha aggiunto.

COMMENTI
 

Ciulindo.47 2 mesi fa su tio
L'Occidente è in grande difficoltà: non può sostenere a lungo gli Ucraini e deve fare i conti, oltre che con la polveriera mediorientale, anche con il problema del fronte interno che traballa un po' ovunque, gli apparati statali hanno un evidente problema con la tenuta sociale. I giornalisti faticano ad ammettere che la Russia ha vinto la guerra e che l'Ucraina rischia il collasso. La controffensiva ucraina di primavera è andata male ed ora il governo Zelensky non sa più che fare, trovandosi alle prese con un'economia sorretta dagli aiuti occidentali, con una carenza di soldati e munizioni, e con uno scontro interno tra politici e militari. Gli USA vedono ridimensionato il loro potere di deterrenza. D'altronde, se la Russia si è permessa di attaccare l'Ucraina è perché ha valutato che, data la particolare congiuntura internazionale, avrebbe ottenuto dei risultati.

Dred 2 mesi fa su tio
Risposta a Ciulindo.47
Il regime russo si è permesso di attaccare l'Ucraina perché pensava che tutto si sarebbe risolto in pochi mesi. Si sbagliava di grosso.

s1 2 mesi fa su tio
Risposta a Ciulindo.47
bella analisi, mi discosterei sull'ultima frase...la congiuntura internazionale è il frutto dell'attacco russo e della particolare attenzione nella cura della diplomazia internazionale tessendo relazioni all'interno dello SCO, dei BRICS, con l'africa e il medio oriente (punto focale del teatro geopolitico e dei prossimi sconvolgimenti internazionali...chi controlla il medio oriente e le sue risorse (fino ad ora gli usa) prende il predominio....perchè le risorse petrolifere sono ancora imprescindibili per fare girare il mondo

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a Ciulindo.47
Ispirato da Napolitano o da Travaglio? Ma quale congiura? Quale vittoria russa? … come direbbe Ezio Greggio… ma per favore!

Roggino 2 mesi fa su tio
Risposta a Ciulindo.47
Dici? Potrà anche essere ma i dati parlano chiaro: Russia: 13236 mezzi persi Ucraina: 4761 Il Rublo è in un periodo di estrema debolezza. Le esportazioni Russe sono diminuite di molto. Armi non ne esportano più. Mancanza di manodopera. Quest’anno non vi è stato un solo mese in cui non abbiano registrato un deficit nelle finanze. Poi non so che informazioni hai tu….

Ciulindo.47 2 mesi fa su tio
Risposta a Dred
Dred: “La Russia pensava che tutto si sarebbe risolto in pochi mesi” ? Al di là di questa ingenua narrazione, è necessario rendersi conto che una guerra moderna non si combatte solo con le armi, bensì con il controllo dell’acqua, del cibo, dell’energia, l’uso di partigianerie e agenti d’influenza. Attacchi informatici, sabotaggi e, soprattutto di DISINFORMAZIONI che hanno il potere di disorientare l’avversario. La Russia, grazie a questa strategia ha ottenuto: il logoramento bellico ed economico del nemico, nonché lo svuotamento degli arsenali occidentali. Ciò non sarebbe stato possibile con una soluzione rapida del conflitto.

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a Ciulindo.47
Altra assurdità.. non mi risulta che l’occidente abbia bisogno della Corea del Nord e dell’Iran 🤡

Dred 2 mesi fa su tio
Risposta a Ciulindo.47
Ciulindo, non penso proprio che quando la Russia ha iniziato la guerra avesse come obiettivo svuotare gli arsenali occidentali, anche perché cosi facendo ha svuotato anche i suoi. Il vero obiettivo era sostituire Zelensky con un fantoccio come Lukashenko.

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a Dred
Esatto..

Arcadia7494 2 mesi fa su tio
Non ci sono parole. La Russia è oggi quello che la Germania era negli anni '40, un pericolo, non solo per gli ucraini ma anche per noi e per i nostri valori. Putin ha riportato le lancette ai tempi in cui i paesi si facevano guerre. Tutto ciò per noi europei non può che essere inaccettabile e va respinto. Davvero ci sono ancora stol ti che giustificano l'invasione russa?

s1 2 mesi fa su tio
perfetto bla bla in stile nato, ed ottimo esempio di : "La pace è guerra, la libertà è schiavitù, l’ignoranza è forza".

Keope1963 2 mesi fa su tio
Risposta a s1
Intendi la libertà russa? Bla bla Bla ..ne sai qualcosa vero?

sergejville 2 mesi fa su tio
Dovrebbe essere impegno di tutti (noi europei e quindi anche degli americani) di condannare e combattere (ognuno come può) l'invasione russa. Abbiamo sconfitto il nazismo 70 anni fa, mandando al fronte tanti ragazzi; ora le metodologie dovrebbero essere cambiate ma evidentemente per il Cremlino NO. Contrastare il modo di fare prepotente e violento di Mosca dev'essere vinto; per l'Ucraina in primis (che deve difendersi sul campo) e per tutta l'Europa, con i nostri valori e sistema democratico duramente conquistato dopo il 1945. Dovesse in qualche modo spuntarla il sig. Putin, sarebbe l'inizio di una nuova era, instabile (più di ora), per tutti noi e le prossime generazioni e fertile per chiunque voglia appropriarsi di terre altrui, di invadere e rubare, SENZA RISPETTARE niente e nessuno. Altro che "capire" e sostenere i vari Orban e gentaglia varia.

Fox81 2 mesi fa su tio
slava ukraini, che possano avere la loro libertà, ed i loro territori

Keope1963 2 mesi fa su tio
Evidentemente qualche dubbio sulla politica di sostegno c’è lo ha anche lui. Personalmente mi auguro che non si lasci perdere la causa perché la Russia deve essere respinta.
NOTIZIE PIÙ LETTE