Cerca e trova immobili

BRASILETentato golpe in Brasile, coinvolti anche alcuni militari?

28.02.23 - 13:09
Un'indagine della Corte suprema intende fare luce e, nel caso, portare gli esponenti delle forze armate alla sbarra
Reuters
Fonte ats
Tentato golpe in Brasile, coinvolti anche alcuni militari?
Un'indagine della Corte suprema intende fare luce e, nel caso, portare gli esponenti delle forze armate alla sbarra

BRASILIA - Il giudice della Corte suprema brasiliana (Stf), Alexandre de Moraes, ha avviato ieri un'indagine sulla possibile partecipazione della polizia militare e dei membri delle forze armate nel tentato colpo di stato a Brasilia dell'8 gennaio. Lo riferisce il portale di notizie GZH.

La decisione, si precisa, pone fine al dibattito su quale organo avesse la competenza, fra la giustizia militare e quella civile, per perseguire e processare i militari coinvolti nelle proteste estremiste nella Piazza dei Tre poteri della capitale brasiliana. E costituisce la risposta a una richiesta di autorizzazione presentata dalla polizia federale per indagare sulla «paternità» e sulla «rilevanza» di «possibili reati commessi da membri delle forze armate e della polizia militare».

Moraes, relatore per le indagini sui fatti dell'8 gennaio, ha inoltre stabilito che la competenza spetta alla Corte suprema, visto che le accuse non riguardano «reati militari» ma «reati commessi da militari». «Il Codice penale militare - ha fra l'altro sottolineato nella sua sentenza - non tutela la persona del militare, ma in generale la dignità dell'istituzione stessa delle Forze Armate».

«La competenza del Tsf a guidare le indagini - ha infine detto - non distingue funzionari pubblici civili o militari, sia delle forze armate che degli Stati (polizie militari)».

Analisti locali hanno rilevato che grazie a questa decisione i membri dell'esercito coinvolti negli eventi dell'8 gennaio non saranno protetti dalla giustizia militare, dove presumibilmente avrebbero avuto un trattamento più benevolo.

Le indagini finora aperte presso la Corte suprema sugli incidenti a Brasilia riguardano i reati di minaccia, persecuzione, danneggiamento, istigazione a delinquere, atti terroristici, incendio doloso, associazione a delinquere armata, abolizione violenta dello Stato di diritto democratico e colpo di Stato.

Intanto Anderson Torres, già ministro della giustizia e uomo di fiducia dell'ex presidente Jair Bolsonaro fino alla fine di dicembre, rimane in carcerazione preventiva a Brasilia.

Alla fine del mandato di Bolsonaro, e presumibilmente con il suo intervento, Torres assunse in gennaio la responsabilità del ministero della pubblica sicurezza del Distretto federale di Brasilia, dove avrebbe smantellato il dispositivo di sicurezza del palazzo presidenziale del Planalto e di altri edifici pubblici sensibili, agevolando l'azione violenta realizzata dai sostenitori di Bolsonaro.

A gennaio il presidente Luiz Inacio Lula da Silva ha destituito il comandante dell'Esercito, generale Julio César de Arruda, per la sua presunta complicità con migliaia di bolsonaristi accampatisi davanti al quartier generale dell'arma prima di attaccare i palazzi della presidenza, del parlamento e della Corte suprema sulla piazza dei tre poteri a Brasilia.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Brasil63 1 anno fa su tio
Lula sta facendo del Brasile un nuovo Venezuela. Saccheggia il paese non per dare ai poveri, ma per riempire le sue tasche e quelle del PT.

F/A-19 1 anno fa su tio
Risposta a Brasil63
Esatto, ne più ne meno dei suoi predecessori, Bolsonaro in parte stava dando un’altra impronta al paese, ora gli investitori se la danno a gambe.

F/A-19 1 anno fa su tio
Ma il Lula, a parte essere tornato a vivere nell’extra lusso ed a parte che deve ancora scontare dieci anni di carcere, in questo piccolo periodo ha firmato tanti decreti spolpafinanze e continua a perseguitare il suo avversario politico Bolsonaro, per me quest’estate avrà già dovuto dare le dimissioni.

APR-DRONE 1 anno fa su tio
Risposta a F/A-19
F/A-19 ti scrivo io perché diversi Brasiliani conoscenti vorrebbero dirti qualche cosa ma fanno fatica a scrivere Italiano. Fatti un bel regalo.... Occupati della politica nazionale made CH.... Quella brasiliana non é nelle tue "corde". Dimenticala, quando la vedi al TG cambia canale, ci guadagni in termini di tempo e comprensione.......e ti risparmi commenti del tipo sopra.... Saluti.

F/A-19 1 anno fa su tio
Risposta a APR-DRONE
Ahahahahah......, ma sai almeno dov’è il Brasile? Bene, io in Brasile ci ho vissuto, ho il passaporto anche Brasiliano, ho tanti parenti e tanti conoscenti, tutta gente con dei posti di lavoro di un certo livello, dottori, avvocati, commercianti, anche semplici operai però e purtroppo ne notizie che trasmettono sono di un gran scontento, hanno in sostanza paura di perdere parte di quel che hanno guadagnato, vedi poi te.

Brasil63 1 anno fa su tio
Risposta a APR-DRONE
Io in Brasile ci vivo e vedo con i miei occhi quello che succede....certo che se segui le "notizie" sulla RSI ..sem a pöscht...

F/A-19 1 anno fa su tio
Risposta a Brasil63
Chissà chi sono gli amici di APR-DRONE, saranno poveracci che hanno votato Lula per le mille promesse sfascia stato che poi non riuscirà nemmeno a mantenere.
NOTIZIE PIÙ LETTE