keystone-sda.ch / STR (Alberto Pezzali)
Prima serata di riapertura dei pub dall'inizio dell'anno.
+15
REGNO UNITO
13.04.2021 - 10:300
Aggiornamento : 13:44

La prima sera al pub dopo mesi: «È stato eccitante»

Locali affollati dopo lo stop di quasi 100 giorni a causa delle restrizioni Covid

LONDRA - Nemmeno il freddo e la neve sono riusciti a fermare le migliaia di persone che hanno voluto festeggiare la riapertura di bar e locali dopo uno stop lungo 97 giorni per tutti gli inglesi (mentre per altri è stato ancora più lungo).

«Sembra una festa»

Intere aree del West End di Londra sono state chiuse al traffico veicolare, per permettere agli esercenti di espandersi sulla carreggiata con i tavolini. La Bbc riferisce che a Soho le persone sono state felici di vedere la zona «ronzare di vita» dopo la pausa dovuta al contenimento della pandemia. «È pieno ovunque, sembra una festa» ha dichiarato una delle persone che è scesa in strada per bere un bicchiere. «Onestamente ci si sente così bene, ci si sente come se fossimo usciti di prigione. Stiamo festeggiando un compleanno, quindi è il miglior regalo, immagino», ha detto un altro. A Newcastle la temperatura nelle terrazze dei pub era gelida, a causa dell'ondata di maltempo che sta colpendo l'Inghilterra. Ma «ne valeva la pena».

Polizia presente, ma niente interventi

In tutte le città la polizia era presente ma non è intervenuta per far osservare il distanziamento sociale. Sono stati segnalati «episodi isolati di affollamento» ma c'è stata molta collaborazione con i gerenti dei locali. La gioia per la ritrovata bevuta serale sembra aver cancellato la preoccupazione per il coronavirus in molti: «Adoro stare con le persone, avere una pinta in mano. Mi sento come se avessi già avuto il Covid. Starò bene» ha dichiarato una donna, sempre alla Bbc. Ben poche le mascherine indossate dai presenti.

Più morti, «inevitabilmente»

Qualche ora prima Boris Johnson aveva invitato la popolazione a «continuare a comportarsi responsabilmente». Commentando la prima giornata di riaperture, il primo ministro ha fatto notare come questa situazione «comporterà inevitabilmente più infezioni e, purtroppo, più ricoveri in ospedale e più morti, la gente deve saperlo». Ad ogni modo, Johnson ha detto di «non vedere al momento ragioni per cambiare» la strategia di ripartenza graduale messa in atto nel Regno Unito.

keystone-sda.ch / STR (Alberto Pezzali)
Guarda tutte le 18 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-18 22:21:14 | 91.208.130.89