ITALIA
15.09.2016 - 16:030
Aggiornamento : 18:32

Suicidio per il video hard, quattro indagati. «Era plagiata»

Oggi si svolgono i funerali di Tiziana Cantone. La madre ha raccontato gli ultimi mesi della 31enne

NAPOLI - Hanno pubblicato in internet il video hard di Tiziana Cantone e lo hanno commentato con frasi oscene dando il via a un vortice che ha portato la ragazza a togliersi la vita. Questi quattro ragazzi sono ora indagati per diffamazione e violazione della privacy. Le indagini si stanno muovendo anche nella direzione di istigazione al suicidio. Lo riporta il Corriere.

La giovane, quando fece le prime denunce, spiegò che aveva inviato loro il filmato quando stava passando un momento difficile. Fra questi non risulta il fidanzato, mai denunciato dalla ragazza. Con questa persona, secondo la madre, lei aveva un rapporto poco pulito, lei era in soggezione: «Avevano fatto dei video per far piacere a lui. Video con altri uomini. Nel filmato on line c’è la voce di un uomo, penso sia proprio il suo ex compagno. E penso che sia stato lui a pubblicarli, per costringerla a rimanere con lui».

E ancora: «Mia figlia aveva provato il suicidio altre due volte. Non riusciva a liberarsi dalla storia con il suo ex fidanzato. Lui la plagiava, mi dava sempre una brutta impressione. Erano andati a vivere insieme, dopo l’ho vista cambiata».

Nonostante l'intervento delle autorità, le immagini e i video sono tornati a circolare prima del suo gesto estremo, portandola forse a questa scelta. I commenti non si sono fermati nemmeno dopo quello.

Oggi si svolgono i funerali della 31enne a Mugnano di Napoli.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 04:43:09 | 91.208.130.85