Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch (Katrina Tulloch)
La reazione di Anthony Broadwater al momento di essere scagionato.
STATI UNITI
01.12.2021 - 12:000

Scagionato da uno stupro 40 anni dopo (16 dei quali passati in carcere)

Il nome di Anthony Broadwater è finalmente pulito: non è più nel registro degli autori di reati sessuali

La vittima della violenza avvenuta nel 1981: «Mi dispiace, non comprendo come sia potuto succedere».

NEW YORK - Nel 1981, Anthony Broadwater è stato arrestato e condannato con l'accusa di stupro nei confronti della scrittrice Alice Sebold. Dopo 16 anni passati in carcere, però, è emersa l'innocenza dell'uomo, che nel 1998 è stato scarcerato e settimana scorsa è stato finalmente scagionato completamente, con il procuratore distrettuale della contea di Onondaga che ha sentenziato che il caso è stato lacunoso, con prove insufficienti e metodi screditati.

Sebold ha oggi chiesto scusa per la sua parte nella condanna ingiusta a Broadwater. «Mi dispiace profondamente per quello che ha passato, soprattutto per il fatto che la vita che avrebbe potuto condurre gli è stata ingiustamente rubata, e so che nessuna scusa può cambiare ciò che è successo, e mai lo farà», sono le parole usate dalla Sebold in una dichiarazione su Medium.

L'ormai 61enne Broadwater, che al momento di essere scagionato ha pianto «lacrime di gioia e di sollievo» in quanto finalmente rimosso dal pesante registro dei criminali sessuali, ha dichiarato di essere «sollevato dal fatto che lei si sia scusata».

L'aggressione nel 1981
La Sebold fu aggredita quando aveva 18 anni ed era una studentessa della Syracuse University di New York, un episodio di violenza che è stato raccontato anche nel suo romanzo autobiografico "Lucky", del 1999, che ha venduto milioni di copie. Un giorno di qualche mese dopo, chiamò la polizia dicendo di aver visto l'uomo che credeva il suo aggressore. Broadwater, che era in zona in quel momento, è poco dopo stato arrestato.

Seppur Sebold non l'abbia poi riconosciuto in un confronto effettuato dalla polizia, Anthony Broadwater fu comunque processato e condannato sulla base di altri indizi, tra cui il racconto della vittima e un'analisi microscopica dei capelli (un metodo che ormai, però, è screditato).

Nella sua dichiarazione, la scrittrice ha anche detto di aver trascorso gli ultimi otto giorni cercando di «comprendere come ciò possa essere accaduto», aggiungendo che dovrà fare i conti con il fatto «che il mio stupratore, con tutta probabilità, non sarà mai conosciuto. Potrebbe aver continuato a stuprare altre donne, e certamente non sconterà mai il tempo in prigione che ha invece trascorso Broadwater».

keystone-sda.ch / STR (TINA FINEBERG)
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
ber68 1 mese fa su tio
nessuno puo dare 16 anni della sua vita e 40 di essere additato innocente ora e libero ciO
Dalu 1 mese fa su tio
Scuse????? Risarcimento accidenti a loro
nopassnoparty 1 mese fa su tio
Le scuse ok, ma chi restituisce gli anni di vita a questo uomo? Cosa buona e giusta sarebbe prendere chi ha condannato il signore e toglierli tutto!!! Lavoro, pensione tutto e carcere a vita.
Gus 1 mese fa su tio
La scrittrice faccia un gesto concreto (e non solo parole) verso colui al quale ha rovinato la vita. I soldi guadagnati col libro potrebbero servire a qualcosa.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-17 23:21:55 | 91.208.130.87