Immobili
Veicoli
AFP
+6
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
GERMANIA
8 min
Abusi a Monaco: «Scosso e mortificato»
Nei prossimi giorni Benedetto XVI esaminerà «con la necessaria attenzione» il rapporto
FOTO
YEMEN
18 min
«Vasta operazione» saudita contro gli Huthi
Riad ha annunciato l'offensiva aerea in sostegno degli Emirati Arabi Uniti, colpiti da un attacco lunedì scorso
BRASILE
1 ora
Sono tanti, sono armati e hanno preso il controllo delle favelas
Le autorità hanno lanciato un programma per «cambiare la vita della popolazione» delle favelas di Rio
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Riaperture in Francia, stasera sarà annunciato il calendario
Una lotteria per convincere i non vaccinati in Austria, con buoni premio da 500 euro.
ITALIA
3 ore
L'incidente nel 1987, il risarcimento ora (ma ormai è deceduto)
L'uomo è purtroppo morto nel frattempo, i soldi andranno quindi ai famigliari
GERMANIA
5 ore
Abusi nella Chiesa tedesca, «Ratzinger non agì in 4 casi»
Un rapporto stilato da uno studio legale fa luce sia su chi avrebbe perpetrato gli atti, sia su chi li avrebbe occultati
ITALIA
6 ore
Terremoto in Calabria, evacuate le scuole
Il sisma ha avuto epicentro in mare, al largo di Vibo Valentia
ITALIA
6 ore
Italia: da oggi serve il Green pass per entrare da parrucchieri ed estetisti
Da febbraio sarà presumibilmente necessario il certificato per accedere ad uffici, servizi e negozi non essenziali
MONDO
7 ore
I morti per Covid-19 potrebbero essere molti di più di quello che pensiamo
Le vittime della pandemia, secondo un confronto pubblicato su Nature, potrebbero essere arrivate a quota 20 milioni
TONGA
8 ore
Travolto dallo tsunami, racconta un'odissea di 24 ore
L'incredibile storia narrata da un 57enne tongano ad un'emittente radio locale
ITALIA
9 ore
I rapper Baby Gang ed Ezza in manette a Milano con l'accusa di rapina
L'arresto avvenuto nel Milanese. I furti compiuti in gruppo ai danni di ragazzini per le vie della movida milanese
STATI UNITI
10 ore
«Un'invasione dell'Ucraina? Putin la pagherà a caro prezzo»
L'ipotesi di Joe Biden è che la Russia stia per entrare in Ucraina, ma «sarà una decisione che pagherà a caro prezzo»
FOTO
NUOVA ZELANDA
11 ore
Quel che resta di Tonga, nelle prime foto da terra
I soccorsi sono infine riusciti ad arrivare, altri arriveranno presto, mentre sull'isola l'acqua inizia a scarseggiare
BIELORUSSIA / POLONIA
11.11.2021 - 17:290

La brutale odissea dei migranti al confine tra Bielorussia e Polonia

I migranti verso una tragedia umanitaria: «Bevono acqua sporca, sono disidratati e non hanno niente da mangiare»

Non possono né avanzare, né tornare indietro, tra due fuochi di una disputa fuori dal loro controllo

BIAłYSTOK - «Dormivo sotto un albero, dovevamo bere acqua dalle pozzanghere, e al mattino non potevamo berla perché diventava nera».

Quella di una donna siriana ad un reporter della Cnn è solo una delle tante testimonianze dei migranti che nelle ultime settimane si sono trovati intrappolati al confine tra Bielorussia e Polonia, tra i numerosi racconti angoscianti che illustrano la crisi umanitaria in corso.

«Sta diventando sempre più freddo e alcune persone rimangono nelle foreste per molte settimane, respinte da entrambi i lati. L'ipotermia, la mancanza di accesso all'acqua pulita e le intossicazioni alimentari sono un problema enorme. Le persone bevono acqua sporca, sono disidratate e non hanno niente da mangiare», ha dichiarato l'attivista dei diritti umani polacco Małgorzata Lojkowska ad Al Jazeera. 

«Tornare indietro non è un'opzione»
Coloro che parlano, che raccontano, sono poi tra i pochi che ce l'hanno fatta ad entrare in Polonia. Come un siriano 37enne, che ha raggiunto un centro per rifugiati a Białystok, ma non dopo aver vissuto un'odissea, tra fame, freddo e percosse da parte degli agenti bielorussi. 

Un'altra donna ha raccontato come l'esercito bielorusso abbia aiutato un gruppo a raggiungere il confine e tagliare la recinzione, ma solo per essere respinto dalla polizia. Dopo diversi tentativi falliti, alcuni avrebbero implorato le autorità bielorusse per un passaggio di ritorno verso l'aeroporto di Minsk, per tornare nei loro Paesi d'origine, ma senza successo.

Finora almeno 10 persone sono morte, soprattutto sul lato polacco, ma gli attivisti e la gente del posto temono che le foreste tra la Bielorussia e la Polonia riveleranno presto decine di corpi, di persone rimaste intrappolate al centro di una disputa geopolitica, che non ha lasciato loro alcuna via di scampo.

Un'area in cui è vietato entrare
All'inizio di settembre la Polonia ha introdotto uno stato di emergenza nella zona di confine con la Bielorussia. A tre chilometri dalla dogana, è vietato a chiunque avvicinarsi, compresi giornalisti e Organizzazioni non governative. Una sorta di coprifuoco perenne, con due Governi, quello polacco e quello bielorusso, riluttanti nel fornire il supporto umanitario urgentemente necessario a chi si trova tra i due fuochi.

Con migliaia di poliziotti e guardie di frontiera inviati al confine per assicurare che i migranti e i rifugiati senza documenti non possano entrare in Polonia, gli unici a poter aiutare i migranti sono quindi i residenti dei villaggi e delle cittadine situati vicino alla frontiera.

«Se vedo qualcuno di affamato, gli offro del cibo»
Il 48enne Mirosław Miniszewski è uno di loro. «Siamo qui in prima linea e ci siamo presi l'onere di fornire l'aiuto umanitario, sostituiamo le ONG e il personale medico perché nessuno può entrare nella zona», ha raccontato al portale Al Jazeera. «È semplice, non faccio domande, se vedo che qualcuno ha fame gli do del cibo, se vedo che qualcuno ha sete, gli do dell'acqua, se vedo che ha freddo, gli offro una coperta». Il possibile per tentare di prevenire un disastro umanitario.

Un disastro che, a detta della Polonia e dell'Unione europea, è stata orchestrata dal Presidente bielorusso Aleksander Lukashenko come vendetta, in risposta alle sanzioni inflitte da Bruxelles alla Bielorussia.

Il Governo di Minsk, però, continua a negare tutto, incolpa invece l'Occidente per «passaggi di frontiera troppo pericolosi» e per il crudele trattamento dei migranti. A rimetterci, però, sono coloro che si trovano nella morsa di un diverbio che non dà segni di dirigersi verso una fine.

AFP
Guarda tutte le 10 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
SteveC 2 mesi fa su tio
C’è gente che dalle pozzanghere beve per tutta la vita, sempre ammesso che piova, e non se ne parla, perché?
Dalu 2 mesi fa su tio
No ma dico io: non si può vedere il fatto che qualcuno abbia premuto la faccina che ride su una situazione del genere!!! Ma che società sta diventando questa??
Heinz 2 mesi fa su tio
@Dalu Purtroppo l'anonimato fa uacire la viltà delle persone.
RV50 2 mesi fa su tio
E l' UE cosa sta facendo ? se non sbaglio la Polonia fa parte dell'UE eppure respinge i profughi..... in Italia un Sig. Salvini é stato rinviato a giudizio perché avevo bloccato lo sbarco di "profughi" e accolta con elogi una certa salvatrice di vite umane che aveva speronato una vedetta della polizia rischiando di farli morire... e ve la prendete con la Biellorussia lei non ha chiuso le sue frontiere .... Quindi prendetevela con i dirigenti politici UE che non sono in grado di gestire la situazione... alla Turchia avete versato milioni per fare in modo di chiudere le frontiere nazione che nemmeno fa parte dell'UE ed é amministrata da un dittatore ....
Heinz 2 mesi fa su tio
@RV50 Quindi secondo questo illuminato pensiero è colpa della UE se Lukashenko organizza voli charter dalla Siria per portare immigrati al confine con la Polonia e creare intenzionalmente questa situazione. Ma per favore....
RV50 2 mesi fa su tio
@Heinz Secondo la tua risposta UE non centra con la chiusura da parte di uno stato appartenente dei confini verso la cosi detta grande Unione Europea ma fammi il piacere sono svariati anni che sussiste il problema "profughi" che portano da noi miglia di persone non meglio "identificate" e cosa ha fatto fino adesso ? riunioni speso un sacco di soldi senza risolvere nulla solo parole ...non sono ancora arrivati a decidere il numero di profughi che ogni nazione deve avere sul proprio territorio e tu questo me la chiami organizzazione ma non farmi ridere . il problema é solo politico sanzioni contro chi é alleato con la Russia e non umanitario; quindi pensaci un po sopra e vedrai che tutti i torti su quello che ho commentato non é cosi sproporzionato. saluti e buona giornata.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-20 18:27:20 | 91.208.130.89