keystone-sda.ch / STF (LUONG THAI LINH)
MONDO
03.06.2021 - 12:040

Quella vietnamita «non è una variante»

Lo ha comunicato l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che per il momento non è in allarme

Si tratta invece di una mutazione della variante Delta, che verrà studiata nelle prossime settimane

HANOI - Ciò che è stato riscontrato in Vietnam non è una nuova variante, bensì una mutazione della variante Delta (B.1.617.2), a cui ci si riferisce generalmente come "indiana".

Lo ha dichiarato l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il cui rappresentante in Vietnam ha chiarito che la mutazione «non soddisfa la definizione di variante». Ciononostante, rimane una mutazione pericolosa, in quanto facilmente trasmissibile.

«Non c'è una nuova variante ibrida in Vietnam in questo momento, in base alla definizione dell'OMS» ha dichiarato al Nikkei Asia Kindong Park, portavoce dell'ente sanitario.

Ciò che è stato rilevato è «la variante Delta, con mutazioni aggiuntive», sono però necessarie «più osservazioni e analisi». Gli specialisti dell'Organizzazione monitoreranno il nuovo ceppo durante le prossime due settimane. «Per ora, non c'è nessun allarme da parte dell'OMS» ha poi aggiunto Park.

Park ha poi esortato le autorità e le aziende vietnamite a continuare gli sforzi di contenimento perché le vaccinazioni, in particolare per gli impiegati delle catene d'approvvigionamento di beni essenziali, stanno rimanendo indietro rispetto alle necessità.

Il Ministro della Salute di Hanoi, Nguyen Thanh Long, aveva detto sabato che era stata trovata «una nuova variante» altamente infettiva, un'ibrida tra quella rilevata in India e quella rilevata nel Regno Unito.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-17 09:33:08 | 91.208.130.89