keystone-sda.ch / STR
Il corteo non è autorizzato
+6
BIELORUSSIA
06.09.2020 - 15:370
Aggiornamento : 19:12

Minsk: più di 100mila in piazza e oltre 100 arresti

Il corteo non è autorizzato. La polizia ha installato cannoni ad acqua, veicoli corazzati e barriere di filo spinato.

MINSK - Più di 100mila persone sono scese in piazza oggi pomeriggio a Minsk per partecipare a una manifestazione non autorizzata per chiedere le dimissioni del presidente Alexander Lukashenko.  Lo riportano i testimoni oculari sentiti da Interfax. Il numero si è avvicinato ai dati della scorsa settimana.

A inizio serata i dimostranti continuavano a riversarsi nella principale arteria della città, Corso Indipendenza, attraverso le strade adiacenti. Colonne di manifestanti si sono allungate per tutta la lunghezza del viale e si sono indirizzate verso la residenza di Minsk del presidente bielorusso.

I primi gruppi di manifestanti si sono avvicinati ai cordoni di polizia intorno alla residenza e si sono fermati a pochi passi. Le forze di sicurezza hanno costruito un muro d'acciaio coi veicoli corazzati di ricognizione e di pattuglia, hanno detto i testimoni oculari.

Il ministero dell'Interno bielorusso conferma il fermo di almeno 100 persone. «Sì, ci sono state detenzioni amministrative di partecipanti a eventi non autorizzati e hanno avuto luogo oggi in tutto il Paese. Più di 100 persone sono state arrestate», ha fatto sapere a Interfax la portavoce del Ministero dell'Interno, Olga Chemodanova. La situazione è generalmente «sotto controllo», ha precisato. «La cosa più importante è che non ci siano stati incidenti», ha dichiarato Chemodanova.

All'inizio della manifestazione, la polizia ha avvertito i dimostranti che il corteo era illegale, ma non aveva impedito loro di muoversi.

Le forze dell'ordine invitano i giornalisti a stare lontani da Palazzo Indipendenza anche dopo il controllo dei documenti. Nel corso della giornata i giornalisti in varie parti della città sono stati fermati per il controllo dei documenti e sono stati invitati a lavorare in giubbotti antiproiettile.

La polizia ha installato cannoni ad acqua, veicoli corazzati e barriere di filo spinato nelle strade vicino al palazzo.

In Bielorussia le proteste si susseguono dal 9 agosto scorso, quando le elezioni presidenziali hanno visto trionfare Lukashenko, al potere ininterrottamente dal 1994. L'opposizione e le cancellerie di diversi Paesi non ritengono la consultazione valida a causa dei sospetti di brogli.

keystone-sda.ch / STR
Guarda tutte le 10 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-03 05:37:08 | 91.208.130.89