keystone-sda.ch / STR (STRINGER)
Migliaia di pazienti sono in coda negli ospedali di Wuhan.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
FOTO
RUSSIA
3 ore
Una "Batmobile" fermata sulle strade di Mosca
La vettura customizzata è stata confiscata nel centro cittadino
ITALIA
3 ore
«Oggi aiutiamo i ticinesi a gestire i casi di coronavirus»
A Milano la vita cerca di tornare alla normalità, riaprirà il Duomo. Parla l'assessore al Welfare di Regione Lombardia
ITALIA
5 ore
Tre tonnellate di cocaina su una nave: valgono 400 milioni di euro
Il sequestro è per quantità il secondo più ingente avvenuto in Italia
GERMANIA
5 ore
Zalando va alla grande e si lancia nell'usato
Dal terzo semestre del 2020 i clienti potranno anche vendere i propri articoli di usato sulla piattaforma online
MONDO
7 ore
Perdita milionaria per i produttori della birra Corona
Anheuser-Busch InBev paga il crollo della domanda cinese.
KENYA
7 ore
Nairobi, possibile attacco in un hotel
L'allarme è stato lanciato dall'ambasciata americana
SPAGNA
7 ore
Aereo dell'aviazione militare precipita in mare
Sono in corso le ricerche del pilota.
RUSSIA
7 ore
Putin non ha un esercito di sosia a disposizione
Il presidente russo non ha mai voluto avere una controfigura per motivi di sicurezza
ITALIA / STATI UNITI
8 ore
La reazione Usa al coronavirus. Italia, i morti sono 17
L’epidemia potrebbe mettere in evidenza alcune falle. L’esperto Pastori: «Da trattare come emergenza nazionale»
SPAGNA
9 ore
Un giornalista sportivo di Valencia ha il coronavirus
L'uomo è stato a Milano per coprire l'incontro di Champions League tra Atalanta e Valencia
FRANCIA
9 ore
Morto in carcere il presunto attentatore di Bayonne
La causa del decesso sarà chiara solo dopo l'autopsia.
GIAPPONE / COREA DEL NORD
12 ore
Tokyo: una donna si è ammalata due volte
Le autorità sanitarie di Osaka hanno comunicato che è il primo caso di questo genere
CINA
24.01.2020 - 08:100
Aggiornamento : 10:03

Migliaia di persone in coda negli ospedali: a Wuhan si sfiora il panico

Nuovo coronavirus, il numero dei casi confermati è in continua ascesa: ora siamo a 876

WUHAN - Ogni giorno che passa si aggiorna verso l'alto il numero delle persone contagiate dal coronavirus in Cina. Secondo l'ultimo bollettino diramato dalle autorità sanitarie i casi confermati sono 876, quelli sospetti sono almeno 1072 e 26 i decessi.

Migliaia in attesa di una visita - A Wuhan, la megalopoli dove ha avuto origine l'epidemia, c'è una situazione al limite dell'emergenza sanitaria. Un dottore di un ospedale locale ha dichiarato alla BBC che migliaia di pazienti attendono per ore di essere visitati e che in città, nelle ultime due settimane, «c'è stato un tasso di diffusione allarmante» del 2019-nCoV, ovvero il nuovo coronavirus. Il medico, del quale il media britannico non svela l'identità, spiega che nelle strutture sanitarie la tensione è alta e si sfiora il panico. «Gli ospedali sono sommersi dai pazienti, non ne ho mai visti così tanti prima». Lui stesso non nasconde una profonda preoccupazione: «Sono spaventato perché si tratta di un nuovo virus e le cifre sono allarmanti». I dottori faticano a rassicurare tutti, proprio a causa della novità dell'infezione che stanno fronteggiando.

C'è poi un'altra questione: alcuni potrebbero aver contratto il virus, non aver manifestato nessun sintomo ed essere riusciti a uscire da Wuhan. «Il monitoraggio è difficile a causa del periodo d'incubazione di una settimana» aggiunge il medico. «Questo significa che il vero numero delle persone infette è probabilmente più alto» di quello noto. Vari studi pubblicati nei giorni scorsi indicano effettivamente, sulla base di calcoli e previsioni basate su quanto si è visto con la Sars tra il 2002 e il 2003, che i casi dovrebbero essere almeno 1500, ma si potrebbe arrivare anche a 4000.

Emergenza nel personale sanitario - Sempre restando negli ospedali di Wuhan, sembra che il numero di dottori e infermieri che hanno contratto il nuovo coronavirus sia elevato. «Più di 15 operatori sono infetti» hanno dichiarato due fonti al South China Morning Post, aggiungendo che il personale è stato contagiato a una velocità molto più elevata di quanto riportato. Ciò a causa dell'iniziale mancanza d'informazioni e di dispositivi di protezione. «A molti non era stato detto del potenziale rischio di trasmissione da persona a persona e anche ora non abbiamo sufficienti strumenti protettivi, kit per effettuare i test e altro materiale» ha spiegato un medico al quotidiano cinese. Molte diagnosi vengono ritardate proprio a causa della scarsità di kit, ha riferito una cronista. Essere sottoposti a un controllo, aggiunge, è visto tra i pazienti in attesa come «vincere alla lotteria».

Si costruisce un nuovo ospedale - A Wuhan è corsa contro il tempo per la costruzione di un nuovo ospedale provvisorio da mille posti letto. I lavori sono iniziati giovedì notte, riferisce il Guardian che cita i media cinesi: bulldozer ed escavatori sono entrati in azione in quello che originariamente doveva essere un centro vacanze per i lavoratori locali. La struttura dovrebbe aprire nel giro della settimana, sul modello di quelle allestite a Pechino nel 2003 per fronteggiare l'epidemia di Sars.

Blocchi in altre città: coinvolti 41 milioni di cittadini - Le autorità cinesi hanno imposto il blocco ai trasporti in altre città, Xiaogan, Enshi e Zhijiang - tutte nella provincia di Hubei, culla dell'epidemia di coronavirus - portando così a oltre 41 milioni il numero di cittadini coinvolti dalle misure per contrastare l'emergenza.

In molte di queste città è stata disposta anche la chiusura di luoghi aperti al pubblico come teatri o locali per il karaoke.

keystone-sda.ch / STR (STRINGER)
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-28 01:33:41 | 91.208.130.89