DEPOSITPHOTOS
C'è sempre stata libertà di topless a Barcellona, ma non tutti lo sapevano.
SPAGNA
08.08.2019 - 06:000

C'è libertà di topless in piscina a Barcellona

Lo ricorda una circolare comunale, che spiega che la pratica non è mai stata vietata e che proibire alle donne di farlo è una discriminazione di genere

BARCELLONA - Negli scorsi giorni il consiglio comunale di Barcellona ha fatto avere a tutte le piscine pubbliche della città una circolare nella quale si ricorda che le bagnanti hanno la facoltà di restare in topless. La stampa iberica sottolinea che il documento è frutto di un reclamo giunto all'ufficio comunale contro le discriminazioni: una donna si era vista negare il topless da parte dei gestori di un centro sportivo con piscina, che avevano stabilito che tale pratica fosse consentita solo in un'area delimitata.

Le autorità cittadine, chiamate a intervenire sulla vicenda, hanno ricordato che ogni norma che sancisce quale tipologia di abbigliamento e lecita e quale no, in base al genere, è discriminatoria. Pur non esistendo una regolamentazione specifica sull'argomento, l'ufficio comunale ha stabilito che i principi di uguaglianza sono quelli da prendere come modello. 

Il vicesindaco di Barcellona Janet Sanz ha dichiarato che «l'obiettivo è che tutte le donne che vogliono stare in topless possano farlo normalmente nei centri municipali, sia pubblici che privati». Non solo: le autorità vogliono che «tutte le donne lo facciano sentendosi libere». I gestori di bagni pubblici, piscine e quant'altro sono avvisati: chi limiterà la facoltà delle donne di bagnarsi e prendere il sole in topless andrà incontro a sanzioni.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-21 03:12:06 | 91.208.130.86