Bombardamento su Mossul (Immagine RT)
SIRIA / IRAQ
31.10.2016 - 21:290

Perché le bombe su Mossul sono buone e su Aleppo cattive?

Per il mainstream i bombardamenti su Mossul sono buoni e giusti, mentre quelli su Aleppo sono considerati dei crimini di guerra. A chi credere?

BERLINO - E' difficile, se non impossibile, farsi un'idea sulla guerra che sta dilaniando la Siria e l'Iraq. Avere un resoconto il più possibile oggettivo sugli avvenimenti di distruzione e di morte nei due paesi martoriati dalle bombe e dagli attentati, risulta assai complicato. Infatti, in questo conflitto si sta assistendo ad una sorta di tutti contro tutti e l'informazione mainstream delle agenzie occidentali, come sintetizza nel suo articolo Russia Today Deutschland, giudica «buone le bombe su Mossul e cattive quelle su Aleppo».

Perché a Mosul i bombardamenti sono giusti e su Aleppo sono sbagliati? - Effettivamente ci si può chiedere come mai l'attacco a Mossul sia da considerare liberatorio e giusto e quello ad Aleppo, invece, un crimine di guerra. Le truppe di Assad, appoggiate dalla Russia, stanno cercando di liberare la città siriana dall'Isis e dagli islamisti che si ispirano ad Al-Qaida. Quest'ultimi, come ha osservato lo Spiegel online, nonostante abbiano cambiato nome e non si chiamino più al Nusra, ma Shabha Fatah al-Sham, si rifanno pur sempre ad un concetto di società basata sulla Sharia. Nulla a che fare quindi con la democrazia e i diritti umani che tanto auspica l'Occidente.

I timori della stampa occidentale - Visto questo scenario, la stampa tedesca, ma non solo, secondo RT Deutschland, teme che quanto sta succedendo a Mossul possa essere considerato dall'opinione pubblica occidentale alla stessa stregua di Aleppo. Sono infatti molti i lettori e i cittadini che si sono rivolti allo Spiegel per chiedere come mai se a bombardare sono gli americani l'operazione è giusta, mentre se sono i russi, invece, no.

Aleppo distrutta - Dalla stampa dei paesi occidentali aderenti alla Nato è da mesi che vengono mostrate immagini di una città, Aleppo, completamente distrutta e civili sofferenti per una guerra in un paese che ha provocato centinaia di migliaia di morti e un esodo senza precedenti.

Mossul città di 1,5 milioni di abitanti - Per Mossul, sotto assedio dell'esercito turco e dei peshmerga curdi, appoggiati dai bombardamenti aerei dell'aviazione militare statunitense dal 17 ottobre scorso, invece, i principi di valutazione che valgono sono altri. Analogamente ad Aleppo, la città irachena è occupata dal giogo del fondamentalismo islamico e, come nella città siriana, sono tenuti in ostaggio centinaia di migliaia di civili. Mossul, infatti, conta 1,5 milioni di abitanti.

Il linguaggio del telegiornale - Nella trasmissione di RT-Deutschland "Medienmagazin 451°", dal titolo "Bombe buone e bombe cattive" si è messo in evidenza come l'attacco ad Aleppo sia considerato da Ard un crimine di guerra, mentre a Mossul, invece, un'offensiva «tanto attesa». Interessante, infatti, notare come il linguaggio cambi a seconda dell'alleanza. I bombardamenti russi su Aleppo vengono definiti da Ard «attacchi aerei», mentre quelli degli statunitensi «operazioni di appoggio». Una versione più edulcorata quest'ultima di una realtà che, invece, è di guerra e di morte.

Il sarcasmo pungente di Postillon - Il Postillon, organo di informazione satirico in lingua tedesca che propone, in chiave sarcastica, lo stile adottato dalle agenzie stampa e dalla stampa, ha pubblicato un suo articolo tagliente, apparso recentemente, dal titolo: «A Mossul un bambino è felice di essere bombardato dai buoni americani anziché dai cattivi russi». Nell'articolo si legge: «Qui è in verità completamente diverso», spiega Bassem, il bambino "felice". «Mentre ad Aleppo la gente viene macellata a sangue freddo dalle truppe di Assad e Putin, qui a Mosul siamo liberati da bravi ed eretti soldati e le persone muoiono al massimo a causa di spiacevoli danni collaterali».

Aleppo città distrutta, Mossul città felice - Christoph Sydow, giornalista politico di Spiegel, in un video ha spiegato le differenze tra Mosul e Aleppo, sostenendo che la Russia bombarda gli ospedali, mentre gli Stati Uniti adottano una strategia "chirurgica" che va a colpire i terroristi dell'Isis. Inoltre, secondo Sydow, Aleppo è una città completamente distrutta, mentre a Mosul c'è elettricità e cibo per tutti, con tanto di strade illuminate ed affollate e spiedini di carne al fuoco.

Video di Mossul "felice" senza indicare la fonte - Per mostrare le immagini di Mossul, Sydow si è servito di un video di propaganda dell'Isis risalente a metà 2014, senza indicare la fonte. A svelare l'omissione è stata la piattaforma Bildblog. La redazione dello Spiegel Online ha reagito, scusandosi e aggiungendo che la fonte sarebbe stata indicata. 

E alla fine la domanda è lecita: a chi credere?

 

2 anni fa Assad: «L'immagine di Omran è falsificata»
2 anni fa Il reporter di guerra svizzero: «Un giorno in Siria mi costa quasi 1.000 euro»
Commenti
 
Silvestro Luisi 2 anni fa su fb
Per la Siria, il problema è che sparano in troppi e bombardano in troppi causando vittime e morti e c'è una vioalzione continua e una invasione e un sostegno della Russia ed altri complici che rappresenta una situazione gavissima di crimini di guerra in concorso di crimini con il dittatore siriano ormai perdente e senza speranze : inutile insistere Bashar Assah e la sua russia e altri complici e assassini, hanno perso da tempo e non lo vogliono capire che non serve ancora fare guerra , ma occorre formare uno Stato e processare chi è responsabile dei crimini, compreso Putin e tutti cloro che sono rei della morte di miglia a e miglia di civili, uomini donne e bambini, e per quanto iniziato e portato avanti per scellarata demenza e manie di grandezza o di prepotenza , ormai hanno perso da tempo , lo sanno tutti, e se continuano su questa strada sarà ancora peggio, poichè a parte quelli che finiranno morti o processati, perchè per Assad e regime, vige la pena di morte a vista, in quanto non sono processabili.
Silvestro Luisi 2 anni fa su fb
Voglio inoltre perchè non voglio che paghino poi le colpe di Putin i russi, se continua con questa strada e politica, io vedo bombe e attacchi e atti di terrorismo su obiettivi russi e città importanti con mortie tanti, un detto dice: non fare mai quello che non vorresti che facciano a te. Se tu uccidi i figli dei siriani con bashar e le loro famiglie, qualche giorno ti arriveranno i kamikaze in Russia a uccidere bimbi e famiglie e
Silvestro Luisi 2 anni fa su fb
In sintesi la russia subità un attacco pesantissimo
Silvestro Luisi 2 anni fa su fb
Isis non ha più senso e le sue lotte ormai non servono più, come fare morti o altro, è necessario unificare Iraq e renderlo uno Stato democratico ed equilibrato, nell'interesse di tutti
Led Swan 2 anni fa su fb
Perchè il mainstream, e buona parte dei giornalisti lecchini al servizio dell'economia e della politica, ti fanno credere che Obama è un grande presidente mentre Putin solo un tiranno; di conseguenza molti credono in quello che leggono o sentono nei vari TG e ci credono pure. Sino a quando l'Europa continuerà a prostrarsi con gli USA memori della 2. guerra mondiale, non si faranno passi avanti. Non dimentichiamo che la liberazione dal nazismo ha favorito pure l'economia USA o pensavate che altrimenti ci avrebbero aiutato?
Celiudis Figueredo 2 anni fa su fb
Dove muoiono bambini e persone innocenti non sará mai giusto una guerra o un bombardamento....e non é buono quello che lancia una bomba con la scusa di aiutare a chi, se sta amazando bambini e persone innocenti, non importa di quale razza essi sìano.
Tali Kikaj 2 anni fa su fb
Mai sentito bombe buone ?
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
Ah, non dimentichiamoci che ad Aleppo a prenderle ci sono gli islamisti "moderati" amici del senatore McCain che ricevono armi e finanziamenti dagli USA...
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
Le bombe amerikane portano felicità e democrazia...
Bogicevic Slavisa 2 anni fa su fb
America u stato canaglia. stato teroristico, sono peggio del Hitler, e Tutta europa fa parte di questo bloco , gente voi dovete rivedere le vostre coscenze. europa e u na banda asieme con America perche non si opone a terrorismo Americano ,anzi lo sostiene.quindi siete uguali.
Esse 2 anni fa su tio
L unione europea (..ed includerei anche noi), dovrebbe preparare un paio di navi da crocera per il trasporto migranti ed istituire un servizio navetta sulle rotte a destinazione USA e Russia. Loro fanno i casini, loro vogliono fare i primi della classe, loro sgomiteranno per gli appalti di ricostruzione, loro otterranno accordi commerciali con i futuri governi che loro metteranno su in quei paesi ... noi altri a mettere le pezze in genuflessa sudditanza ...siamo ridicoli.
Natercia Carlos Sousa 2 anni fa su fb
Nessuno bombardamento è giusto ma stiamo diventando tutti matti.
rojo22 2 anni fa su tio
in guera, püsé ball che tera...
francox 2 anni fa su tio
Piuttosto difficile credere che una bomba sia buona, la verità è evidente anche se non trasmessa. E la storia insegna.
Elda Maruca 2 anni fa su fb
le bombe sono bombe, fanno male che siano Russe o Americane. Quante gente si potrebbe sfamare senza la sete di potere gliuni su glialtri..
alexx79 2 anni fa su tio
buoni e cattivi, per chi fai tifo? magari un giorno ci stuferemo di giocare alla guerra, e impareremo a condividere le risorse di madre terra
Anide Ciric 2 anni fa su fb
Sono sbagliati tutti i bombardamenti dove muoiono bambini. Con la tecnologia che hanno a disposizione oggi non sono in grado di capire chi stanno bombardando?.............mi fanno schifo ISIS, Russi e USA.
Igor Furger 2 anni fa su fb
È qui ti sbagli i Russi continuano ha pubblicare dove bombardano, tutta la stampa occidentale racconta solo balle i Russi non hanno ucciso nessuno civile! Le prove ci sono !
Tali Kikaj 2 anni fa su fb
Sei sicuro?
Anide Ciric 2 anni fa su fb
Igor Furger non sarei sicuro. Su Aleppo sono caduti anche razzi al fosforo. Questi sono vietatissimi in quanto inquinano il territorio in modo permanente e lo rendono invivibile. Inoltre, scusa se ti correggo, ma il verbo avere nelle prime due persone singolari e nella terza plurale ha la H. Nella preposizione semplice "a" non si usa H. Questo per la lingua italiana.
Loris Bianchi 2 anni fa su fb
Ma che domanda del cass ......basta vedere chi bombarda dove ...chiaro che se sono i guerrafondai a stelle e strisce va tutto bene e naturalmente nella norma ..se sono i russi ..apriti o cielo e crimini di guerra a iosa ....mahhh ..
Sherwan Goyi 2 anni fa su fb
fanculo isis = turchia FORZA YPG PESHERGE <3 KURDİSTAN
Potrebbe interessarti anche
Tags
mossul
aleppo
guerra
bombe
città
stampa
bombardamenti
mosul
spiegel
iraq
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-17 21:06:51 | 91.208.130.87