Cerca e trova immobili

LUGANOL'inesauribile Iván Fischer al LAC

14.03.23 - 13:00
La Budapest Festival Orchestra sarà protagonista lunedì 20 marzo, tra Strauss e Beethoven
Ákos Stiller
L'inesauribile Iván Fischer al LAC
La Budapest Festival Orchestra sarà protagonista lunedì 20 marzo, tra Strauss e Beethoven

LUGANO - Continua la Stagione delle grandi orchestre di LuganoMusica: lunedì 20 marzo sono in arrivo al LAC Iván Fischer e la sua Budapest Festival Orchestra. Sui leggii dell’orchestra ungherese i Symphonic Minutes per orchestra op. 36 di Ernő Dohnányi, la Danza dei sette veli dall’opera Salomé op. 54 con i due poemi sinfonici Don Giovanni op. 20 e Till Eulenspiegels lustige Streiche op. 28 di Richard Strauss, e il Quarto Concerto per pianoforte e orchestra in sol maggiore op. 58 di Ludwig van Beethoven. Solista un esperto interprete beethoveniano qual è Rudolf Buchbinder.

La Budapest Festival Orchestra, tra le dieci migliori orchestre secondo BBC Music Magazine, e il suo direttore musicale Iván Fischer sono una inesauribile fucina di progetti. La rassegna serale per nottambuli Midnight Music, i concerti “a sorpresa” dove il programma viene tenuto nascosto al pubblico fino all’ultimo momento, le prove aperte in dialogo con i musicisti, i Cocoa-concerts per i più piccoli – di cui esiste una serie dedicata agli spettatori affetti da autismo –, l’appuntamento annuale per bambini Dancing on the Square, tutte le esperienze di questo straordinario ensemble si condensano nel loro modo di fare musica: essere alla portata di tutti.

Per questo Iván Fischer l’ha voluta, nel 1983, riunendo i migliori musicisti ungheresi in una compagine che fosse capace di fare musica in modo sempre nuovo, con la partecipazione di ciascuno nella definizione dei programmi musicali e dei progetti dedicati alla comunità. È così del tutto naturale per loro mescolare la musica ungherese popolare e di repertorio. La musica di Ernő Dohnányi, cresciuto al fianco di Béla Bartók, guarda alle melodie tradizionali ungheresi con la ricchezza e il virtuosismo dell’orchestrazione di Richard Strauss, autore che ritroviamo nella seconda parte del programma con la coinvolgente musica del Don Giovanni e della Danza dei sette veli di Salomé o quella del poema Till Eulenspiegels.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE