CANTONETre lingue straniere dalla scuola dell’obbligo

25.01.23 - 14:16
È l’iniziativa elaborata dal granconsigliere Giancarlo Seitz (Lega dei Ticinesi)
Tipress
Tre lingue straniere dalla scuola dell’obbligo
È l’iniziativa elaborata dal granconsigliere Giancarlo Seitz (Lega dei Ticinesi)

BELLINZONA - «Le lingue tedesco, francese e inglese saranno parte obbligatoria del programma scolastico per la scuola dell’obbligo pubblica e privata». È la modifica alla legge sulla scuola elementare (SE) e scuola dell’infanzia (SI) proposta dal granconsigliere della Lega dei Ticinesi Giancarlo Seitz.

Il tema, dibattutissimo in questi giorni, riguarda l’insegnamento degli idiomi stranieri. «In un contesto plurilingue non possiamo più essere il fanalino di coda - si legge nella presentazione dell’iniziativa - il Ticino deve cominciare a rispettare i diritti delle lingue come previsto dalla Costituzione, appunto».

Numerose ricerche scientifiche nel campo della didattica del plurilinguismo «definiscono come età biologica ideale per l’apprendimento di una lingua seconda, quella che rappresenta i bambini e le bambine dal primo anno di età fino all’inizio della pubertà (asilo nido, Scuola dell’infanzia e scuola elementare)».

Per Seitz «la preoccupazione di trovare personale qualificato è irrilevante dal momento che basta proporre uno stipendio dignitoso ai docenti specializzati».

 

COMMENTI
 
Nikko 1 sett fa su tio
La “scuolanovela” del tedesco è un falso mito ormai stantìo che in Ticino ritorna regolarmente ogni 4 anni. Un tema da cavalcare facilmente in campagna elettorale da chi non ha altre nuove idee interessanti da proporre.
Nikko 1 sett fa su tio
L’inglese è la lingua più utile per lavorare e viaggiare nella maggior parte delle nazioni. Inoltre favorisce un apprendimento più immediato e spontaneo anche grazie ai vari massmedia presenti massicciamente sul mercato e fruibili liberamente fin da bambini.
Nikko 1 sett fa su tio
In Svizzera tedesca parlano lo schwitzerdütsch dappertutto: negozi, ristoranti, imprese, aziende, e perfino in certe scuole secondarie e all’università! E molti parlano più volentieri l’inglese che il buon tedesco
Nikko 1 sett fa su tio
Nella maggioranza dei Cantoni della Svizzera tedesca e francese la seconda lingua studiata a scuola è l’inglese. Se anche in Ticino si studiasse inglese dalla 1a media ci sarebbe finalmente una lingua di riferimento comune e comprensibile per tutti.
Pp 1 sett fa su tio
Ottimo per le 3 lingue straniere alle scuola dell'obbligo. Ma di sicuro non all'asilo. Asilo, prima e seconda elementare, forse è meglio che imparino le buone maniere e l'educazione. Dalla 3 elementare in avanti le lingue nazionali e poi dalla 5 in avanti l'inglese.
Mal 1 sett fa su tio
traduzione: il "problema" non è trovare insegnanti specializzati, quanto cosa fare di quelli che non lo sono.
Kelt 1 sett fa su tio
Giusto ma senza soluzione. Negli ultimi 4-5 anni il dipartimento ha ricevuto una valanga di dimissioni. Molti di quelli bravi scappano! Le condizioni sono troppo peggiorate. In compenso, nelle materie nelle quali servivano (matematica e inglese) sono stati accettati docenti senza titolo specifico e un sacco di frontalieri. Nessun problema se preparati ma in alcuni casi sono davvero imbarazzanti...Chi ne paga le conseguenze? Gli studenti Se dessimo oggi un esperimento di una seconda media di 30 anni fa ad una quarta odierna, fioccherebbero i 2! Lo sanno tutti ma nessuno lo dice apertamente. Gli studenti di oggi non vengono preparati. L'asticella si è abbassata troppo. Hanno delle lacune disarmanti. Alle superiori peggio ancora. Si salvano un pochino i Licei ma fino a quando? Quelli bravi, che grazie al cielo ci sono, hanno la fortuna di avere in casa genitori che li stimolano continuamente. Quindi prima di aggiungere nuove materie preoccupatevi di come vengono insegnate quelle che ci sono già. Se invece pensate vada bene così non stupitevi quando nelle aziende arriverà l'ondata di medici, ingegneri e architetti indiani, pakistani o cinesi
MAHE93 1 sett fa su tio
Ancora meglio a casa e nelle pause di scuola italiano e a scuola gia dall asilo solo tedesco
MAHE93 1 sett fa su tio
Idea top! Gia dall asilo ancora piu top! Canzoni o maestre che giocano con i bambini in tedesco, visto che in quell eta imparano tantissimo. Se no poveri saranno incastrati in ticino per sempre
Giulietto 1 sett fa su tio
Ottima iniziativa, anche se arriva dalla Lega la condivido al 100%, bravo Giancarlo!!!!
Andy 82 1 sett fa su tio
dovrebbero obbligare ad imparare anche il nostro amato dialetto
Marta 1 sett fa su tio
Ma per favore lasciamo in pace i bambini dell'asilo nido (!!) fino alle elementari! lasciamoli vivere e crescere secondo i loro ritmi e diversità dettati dall'ambiente culturale e dai genitori innanzi tutto. Uno Stato invadente e controllore non va mai bene!
Alex 1 sett fa su tio
certo poi quando cresceranno sapendo solo l italiano saranno costretti a rimanere qui senza sbocchi...lei ragiona da egoista!Le lingue fanno la differenza al mondo d oggi
Blackad 1 sett fa su tio
Perché, perché nessuno pensa ai bambini!!!! Mi fai venire in mente una indimenticabile scena… https://youtu.be/BWG8RqsjI88
Kelt 1 sett fa su tio
Non serve a nulla. E' la difficoltà della didattica che deve aumentare (e non è certo colpa dei docenti). E' inutile insegnare 3 lingue male. In Ticino è pieno di ragazzi che hanno studiato tedesco e francese per anni e non sanno un accidente. Gli interventi continui per abbassare l'asticella in modo che tutti potessero finire (male) le scuole ha causato un impoverimento culturale mostruoso. Alle elementari si deve insegnare in modo approfondito e complesso l'italiano, consolidando le strutture sintattiche e al massimo una lingua straniera. Poi in terza e quarta media inserire gradatamente una seconda lingua. Continuando ad insegnare l'italiano in maniera complessa. Se dico "se io saprei" o "a me mi" e "afferrato" invece di "ferrato" difficilmente parlerò bene una lingua straniera. Ma ormai tutto è superficialità e sembra importante solo mettere le crocette sulle caselline: "tedesco?" ce l'ho!; "francese'" ce l'ho!; "informatica?" ce l'ho! anche se poi non è vero niente...
Alex 1 sett fa su tio
Su una cosa hai ragione bisogna insegnare le lingue ..ma per bene...e qui secondo me meglio due ma bene ..Trovo che l inglese oramai è la lingua mondiale per eccellenza ..e qui in svizzera il tedesco che chi poi andrà a studiare nelle migliori università svizzere la dovrà mettere in pratica.lasciamo perdere il francese oramai lingua poco utilizzata e inutile...
Alex 1 sett fa su tio
L italiano secondo me va bene come lo si studia adesso..d altronde oltre che in ticino e italia dove lo si parla?
Kelt 1 sett fa su tio
Vedi, questa è una visione utilitarista e poco lungimirante. Non ha alcuna importanza quante persone parlano la tua lingua madre. Tu, alle elementari, devi appropriarti dei meccanismi linguistici e grammaticali. Solo così potrai capire il funzionamento delle strutture di un'altra lingua. La dimostrazione è che molti immigrati senza istruzione che vivono da 40 anni in un paese fanno ancora sistematicamente gli stessi errori mentre laureati che n0n avevano mai studiato quella lingua la imparano in 3 anni. Perché? E' semplice. Se non sai cos'è un congiuntivo nella tua lingua madre come fai capire come usarlo in tedesco? p.s. Rincorriamo sempre tutto. Lo spagnolo è più diffuso dell'inglese con più di 400Mio di madrelingua. Tra poco più di 20 anni sarà anche lingua maggioritaria in una decina di Stati degli U.S.A. Il francese è parlato da mezza Africa da diversi paesi arabi e diversi paesi del sud-est asiatico. In Svizzera interna, se fai un lavoro dirigenziale o manageriale lavori solo con l'inglese.
Voilà 1 sett fa su tio
@Alex Studiare una lingua non è solo grammatica ma implica anche comprendere una cultura, per questo l'italiano non va sminuito. Sono moltissimi i ticinesi che studiano oltre Gottardo e ce la fanno benissimo, hanno anche i 4 anni di liceo dove devono scegliere tra tedesco e francese più l'inglese, e con soggiorni linguistici riescono ad apprendere bene la lingua scelta, ho avuto esperienza con i miei figli. Una lingua in più non deve andare a scapito della cultura generale altrimeni, come ho già scritto, conoscono le lingue ma non sono in grado di esprimere un'opinione.
Voilà 1 sett fa su tio
Bene, così sapranno parlare 3 lingue ma non sapranno esprimere un'opinione
MAHE93 1 sett fa su tio
In svizzera l unica cosa che conta e saper fatturare e difendersi l opinione non la guarda nessuno.
LaLussy 1 sett fa su tio
In tutto il resto della Svizzera studiano altre lingue a partire dalle elementari. All'asilo intruducono dei giochi di matematica e inglese. Secondo lei quindi, tutti gli svizzeri non sono in grado di esprimere un'opinione, ma i ticinesi sì? Nel girgioni italiano fin dagli anni novanta (probabilmente anche prima) introducevano già il tedesco dalla 4 elementare. Mio figlio (che ora ha 14 anni) ha iniziato con il tedesco in 3a e l'inglese in 5a. La cultura la conosce anche meglio di me e le opinioni le ha sempre espresse anche meglio di molte persone adulte. Le lingue è vero che si possono imparare a qualsiasi età, ma in età pre- e scolare fanno molta meno fatica e uscire dalle elementari o dalle medie con una base linguistica più ampia, offre possibilità più ampie di studio e lavorative.
Roger1980 1 sett fa su tio
Assolutamente d'accordo!
PincoPalla 1 sett fa su tio
meglio tardi che mai...
NOTIZIE PIÙ LETTE