tipress (archivio)
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE / ITALIA
10 min
Posso andare in Italia? Sì, ma...
Da domani niente più obbligo di quarantena, ma sarà in ogni caso necessario un tampone negativo.
LOCARNO
9 ore
Santa Chiara-Moncucco: matrimonio ufficiale
I gruppi interessati all'acquisto della struttura locarnese erano tre. Gli azionisti puntano sulla Clinica Luganese.
LOCARNO
12 ore
Locarno, girava armato di coltello in Piazza Castello
I fatti risalgono a sabato scorso. L'uomo dovrà rispondere di infrazione alla Legge federale sulle armi.
CANTONE
14 ore
Un'altra settimana con tanti radar "luganesi"
L'elenco dei rilevamenti della velocità previsti dal 17 al 23 maggio
LOSONE
16 ore
Bus contro un'auto, disagi al traffico
I passeggeri hanno dovuto proseguire a piedi fino alla fermata successiva
CANTONE / ZURIGO
16 ore
Ticinesi molto interessati alle Criptomonete
Gli abitanti della Confederazione figurano al decimo posto al mondo fra i più incuriositi sul tema
CANTONE
17 ore
Il Ticino aiuta Cuba a vaccinarsi
Inviati 10 milioni di siringhe e aghi per aiutare l'isola nella lotta alla pandemia.
FOTO E VIDEO
MENDRISIO
18 ore
Fiamme nella canna fumaria dell'Albergo Svizzero
L'incendio divampato attorno a mezzogiorno a Capolago è stato rapidamente domato dai Pompieri del Mendrisiotto
CANTONE
18 ore
Jona sta bene, avviso di scomparsa revocato
È stato rintracciato in Italia. Del giovane non si avevano notizie da mercoledì
QUINTO
20 ore
Centesimo anno di attività per la Funicolare del Ritom
Dopo la pausa invernale, dal 22 maggio si potrà nuovamente (e comodamente) raggiungere la regione Ritom-Piora
CONFINE
20 ore
Ancora uno sciopero, disagi per i Tilo
I problemi si registreranno esclusivamente su territorio italiano
CHIASSO
21 ore
Con 700 kg di batterie al litio, in barba alle norme di sicurezza
Un trasporto pericoloso proveniente dalla Gran Bretagna è stato fermato al valico commerciale di Chiasso Brogeda.
BODIO
22 ore
Schianto su via Stazione, la polizia cerca testimoni
Chiunque avesse assistito all'incidente è invitato a telefonare alla Centrale comune d'allarme
CANTONE
17.06.2020 - 09:190

Votazioni federali, i "sì" e "no" dei Verdi liberali

La sezione cantonale prende posizione sui temi in votazione il 27 settembre

BELLINZONA - Durante l’assemblea generale di martedì 16 giugno della sezione ticinese del partito verde liberale, organizzata per la prima volta online, sono stati discussi i temi in votazione federale il prossimo 27 settembre.

L’assemblea si è aperta con il discorso del presidente cantonale Massimo Mobiglia che ha elogiato gli sforzi fatti durante la campagna per le elezioni comunali, nonostante la straordinarietà della situazione abbia comportato l’annullamento delle elezioni comunali a poche settimane dal voto: «l’entusiasmo resta grande e l’obiettivo è quello di presentare un numero maggiore di liste ad aprile 2021». Il presidente ha accolto positivamente la proposta apertura di una sezione giovanile ticinese dei verdi liberali.

L’Assemblea ha anche rinnovato il comitato 2020-2021 così composto: Massimo Mobiglia (presidente), Ivan Zivko, Vincenza Sutter, Stefano Pesce, Emanuele Mobiglia, Stefano Dias, Leandro De Angelis Effrem, Stefano Cantaluppi, Marco Battaglia.

Quindi ha preso in seguito posizione sui temi in votazione federale il prossimo 27 settembre. Di seguito le raccomandazioni di voto della sezione cantonale.

SÌ all’acquisto degli aerei da combattimento - Con 10 voti a favore, 3 voti contrari e 4 astenuti, l’assemblea raccomanda di approvare il credito per l’acquisto di nuovi aerei da combattimento. I verdi liberali ritengono che il mantenimento di un esercito al passo con i tempi abbia bisogno di forze aeree dotate di mezzi adeguati. «I costi ulteriori richiesti dall’acquisto degli aerei - sottolineano - sono infatti in gran parte compensati dal budget ordinario dell’esercito, rappresentano un investimento nella sicurezza del Paese ed evitano il rischio di dover concludere accordi con Stati terzi mettendo a rischio la neutralità e sovranità della Svizzera».

NO all’Iniziativa per un’immigrazione moderata - Con 14 voti contrari e 2 astenuti, l’assemblea raccomanda di rifiutare l’iniziativa per la limitazione che chiede la fine della libera circolazione. I verdi liberali riconoscono che la libera circolazione ha portato, oltre ad effetti positivi per l’economia elvetica, anche degli svantaggi per le regioni di frontiera come il Ticino. «Le distorsioni nel mercato sono evidenti - sostengono -. Per questo motivo delle misure di contingentamento a favore di una maggiore protezione dei lavoratori residenti è assolutamente prioritario. Tuttavia la disdetta della libera circolazione e l’attivazione della clausola ghigliottina che farebbe cadere tutto il pacchetto di Bilaterali I, è una proposta che crea più problemi di quanti ne risolve».

SÌ al congedo paternità - Con 15 voti a favore, 0 voti contrari e 1 astenuto, l’assemblea raccomanda di approvare l’introduzione di un congedo paternità di 2 settimane. «La Svizzera deve ancora fare molti passi per dotarsi di una politica familiare moderna - hanno sottolineato durante l'Assemblea -. L’introduzione del congedo paternità è il primo passo nella giusta direzione per adattare la legislazione ai nuovi modelli familiari. I benefici in termini di politica familiare e qualità di vita per i neogenitori superano ampiamente i costi modesti che questo congedo comporterà».

NO alla revisione sulla legge sulla caccia - Con 14 voti contrari e 1 astenuto, l’assemblea raccomanda di rifiutare la revisione della legge sulla caccia. «Partendo dalla necessità di aggiustare le disposizioni su come regolare gli effettivi di lupo - si è aggiunto ancora -, la legge sulla caccia è andata fin troppo lunga, arrivando addirittura a modificare le basi giuridiche per la protezione di molte specie protette che rischieranno di essere abbattute prima ancora di aver causato danni. Questa revisione che mette a rischio numerose specie protette è ingiustificata e distrugge un equilibrio tipico svizzero tra allevamento, caccia e protezione delle specie. Per questo si raccomanda di rifiutare questa revisione inaccettabile».

NO al trattamento fiscale delle spese per la cura dei figli da parte di terzi - Con 9 voti contrari, 2 voti a favore e 4 astenuti, l’assemblea raccomanda di rifiutare la modifica delle deduzioni fiscali per i figli. «Le deduzioni così proposte mancano completamente l’obiettivo prefissato sul mercato del lavoro, che avrebbe giovato a molte madri - hanno concluso i verdi liberali -. Oltretutto sono un regalo per i contribuenti più ricchi che sono i veri vincitori di questa proposta mal calibrata».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-15 08:10:15 | 91.208.130.87