Ti Press
CANTONE
25.11.2020 - 11:460
Aggiornamento : 13:03

Aveva tentato di recarsi in Siria, senza successo

La fedpol ha fornito nuove informazioni sulla donna che ieri ha ferito due persone alla Manor di Lugano.

Soffriva di problemi psicologici e nel 2017 si era innamorata di un combattente jihadista.

LUGANO - La donna che ieri ha ferito due persone all'interno della Manor di Lugano, agendo per presunti motivi terroristici, aveva tentato senza successo di recarsi in Siria nel 2017. Quando è tornata in Svizzera, è stata ricoverata in una clinica psichiatrica.

La fedpol ha fornito in mattinata nuove informazioni sulla 28enne di Vezia che ieri ha seminato il panico a Lugano, ferendo con un coltello due persone. Da indagini condotte nel 2017, è emerso che la donna si era innamorata sui social network di un combattente jihadista che si trovava in Siria. Ma il suo non era solo un amore "a distanza", aveva infatti cercato di raggiungere l'uomo, ma era stata arrestata dalle autorità turche al confine fra i due Stati e successivamente rimpatriata in Svizzera.

All'epoca soffriva di problemi psicologici. Per questo, al suo rientro, era stata collocata in un istituto psichiatrico. Dopodiché, la 28enne non è più comparsa nei dossier della fedpol legati al terrorismo.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-27 02:52:51 | 91.208.130.87