Immobili
Veicoli
Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
2 ore
Pronzini: «Questa candidatura è una provocazione»
L'MPS chiederà il rinvio della nomina del CdM ad hoc prevista lunedì in Parlamento
CANTONE
2 ore
Presunto stupro di gruppo, in tre alla sbarra
L'aggressione sarebbe avvenuta lo scorso 25 settembre dopo una serata in una discoteca del Sottoceneri
FOTO
CANTONE
5 ore
Una firma verso il nuovo ospedale di Bellinzona
È quella apposta all'atto di compravendita per l'acquisto dei terreni nel comparto Saleggina
CANTONE
5 ore
Caos ferroviario a causa di un guasto
Sulla rete ferroviaria ticinese treni soppressi o in ritardo. La perturbazione è terminata
AGNO
6 ore
La Fiera di San Provino salta (di nuovo)
Per il terzo anno consecutivo il tradizionale evento di Agno, previsto a marzo, non si terrà.
CANTONE
6 ore
Acqua potabile troppo torbida a causa dello svuotamento della diga
Il problema è stato riscontrato nei pozzi di captazione Alle Brere.
FOTO
LUGANO
7 ore
Street food al posto del "classico" ristorante
Il secondo Manora più grande della Svizzera è pronto ad accogliere i clienti con un nuovo concetto di ristorazione.
CANTONE
9 ore
«India e la sua famiglia meritano il sostegno del Parlamento»
Quattro deputati hanno presentato una risoluzione urgente chiedendo un dibattito durante la seduta di lunedì prossimo
LUGANO
9 ore
Una via del centro dedicata a Mario Agliati
La chiede il gruppo PLR in Consiglio comunale a Lugano
FOTO
CANTONE
11 ore
La moglie faceva il palo, lui contrabbandava prosciutti
Il Tribunale amministrativo federale ha fornito nuovi dettagli sul modo di agire di un contrabbandiere fermato nel 2017.
CHIASSO
26.02.2018 - 17:110
Aggiornamento : 27.02.2018 - 06:50

Dal sistema d’allarme alle vie di fuga: «Un colpo pianificato nei minimi dettagli»

I malviventi finiti in manette per il tentato furto alla Loomis sono «professionisti del crimine». Nell’azione è stata fondamentale la collaborazione tra forze dell’ordine elvetiche e italiane

CHIASSO - Un buco nel cemento armato per accedere al caveau e fare quindi man bassa di oggetti di valore. Era questo il colpo pianificato nei minimi dettagli che i dodici malviventi fermati la scorsa notte (cinque in Svizzera e sette in Italia) stavano mettendo in atto a Chiasso. Il loro obiettivo era la merce custodita dalla Loomis, ditta attiva nel trasporto di valori. «L’azione criminale era effettivamente partita, avevano pensato a tutto» ci spiega il commissario capo Renato Pizolli, portavoce della polizia cantonale.

«Si tratta di professionisti del crimine che erano in possesso di tutti gli strumenti per riuscire a mettere a segno il colpo». Tra questi c’era una carotatrice, ovvero una macchina in grado di forare il cemento armato. E avevano anche pensato a come eludere il sistema d’allarme del caveau: «Sul tetto dello stabile adiacente era stata piazzata un’apposita apparecchiatura, da noi sequestrata» spiega ancora Pizolli. Poi c’erano le vetture rubate per accedere al nostro paese, come pure i mezzi necessari per allontanarsi con la refurtiva. I malviventi non erano però armati.

L’inchiesta, coordinata dalla procuratrice pubblica Chiara Borelli, è alle fasi iniziali. L'ipotesi di reato nei confronti delle persone arrestate è di tentato furto con scasso. Per gli inquirenti si tratta ora di raccogliere e verificare più elementi possibili. Ma è grazie all’indagine preventiva e all’intenso scambio di informazioni con le forze dell’ordine italiane che è stato possibile sventare il furto. «Un lavoro che ci ha permesso di essere pronti nel momento giusto» afferma ancora Pizolli, sottolineando che nell’ambito dell’operazione nessuno è rimasto ferito. «L’intervento è frutto della collaborazione e soprattutto di una buona organizzazione, non c’è stata improvvisazione». Sul territorio elvetico era coordinato dalla polizia cantonale, che ha lavorato assieme alle guardie di confine e la Comunale di Chiasso.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mao75 3 anni fa su tio
Faloppia Twelve :)
vulpus 3 anni fa su tio
C'è qualcosa che non quadra. Un'azienda che della sicurezza fa un suo must, non può avere un allarme messo fuori servizio dal tetto di un vicino. Per neutralizzare un impianto non bisogna forse conoscerlo?
sipial 3 anni fa su tio
Hai perfettamente ragione.
miba 3 anni fa su tio
In poche parole se non ci fossero state le informazioni dalla polizia italiana il colpo sarebbe andato a segno, o sbaglio?
Foxdilollo78 3 anni fa su tio
@miba Poco importa!! Assist-Gol, è sempre Gol, no??
sedelin 3 anni fa su tio
@miba se se se, cosa importa?
centauro 3 anni fa su tio
@miba Certamente è all'ordine del giorno che ci siano contatti tra le varie polizie di diversi Paesi per collaborare contro il crimine.
miba 3 anni fa su tio
@Foxdilollo78 Questo lo condivido, lavoro di squadra ed alla fine è il risultato che conta :)

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-18 23:07:55 | 91.208.130.86