Cerca e trova immobili

CANTONE«Automobilisti coi nervi logorati dai semafori sull'A2»

12.06.24 - 15:20
Il medico e parlamentare Roberto Ostinelli lancia l'allarme: «Questione di salute pubblica. Il nostro Governo non può più tacere».
Foto di Davide Giordano
«Automobilisti coi nervi logorati dai semafori sull'A2»
Il medico e parlamentare Roberto Ostinelli lancia l'allarme: «Questione di salute pubblica. Il nostro Governo non può più tacere».

LUGANO - «L'autostrada è gestita da USTRA. Ma il Cantone non può tacere. La situazione sull'A2 non può continuare così». Roberto Ostinelli, medico e granconsigliere ticinese, scende in campo in difesa degli automobilisti. E critica la scelta dell'Ufficio federale delle strade (USTRA) di regolare il traffico nei momenti di punta con semafori. «Aumentano lo stress. E anche il rischio di incidenti».

Dopo l'interpellanza al Consiglio Federale del consigliere nazionale Lorenzo Quadri, ecco la sua al Consiglio di Stato ticinese.
«L'USTRA giustifica la scelta dei semafori con il tema della sicurezza. Dicono che se accadesse un incidente in galleria, sarebbe difficoltoso intervenire con i mezzi di soccorso. Davvero è così? Considerando la larghezza delle carreggiate e lo scostamento veicolare verso i bordi esterni, veramente non sarebbe garantito l’accesso dei veicoli di soccorso nelle gallerie? Coi semafori invece i tunnel restano liberi. Ma gli effetti collaterali sono devastanti».

Lei ne fa una questione di salute pubblica.
«Il traffico logora il sistema nervoso delle persone. Se tu passi due o tre ore al giorno in auto alla fine rischi di pagare a livello di salute. Aumenta anche la conflittualità sia sul posto di lavoro sia a casa, nel tempo libero. Si è più irritabili. E anche la qualità del sonno ne risente. Perché si va a dormire col pensiero che alla mattina bisognerà alzarsi a una certa ora per evitare le code. E poi le si becca magari lo stesso. Così si favorisce un'esistenza ansiogena».

Prima ha dichiarato che i semafori aumentano il rischio di incidenti. È un controsenso. Sono stati introdotti per ridurlo.
«Mi spiego. Le colonne a fisarmonica sono rischiose e possono indurre un aumento del rischio di incidenti in caso di distrazioni, soprattutto se associate alla frustrazione e allo stress dei conducenti coinvolti in decine di minuti di continuo "stop & go"».

Pur di evitare le code sull'A2 molta gente invade le vie secondarie. A Lugano è allarme per il traffico parassitario.
«Ecco. Si va a condizionare la vita anche di chi non guida. Ci sono alternative ai semafori. Meglio mettere il limite degli 80 chilometri orari nei momenti di punta. Così almeno ci si muove. Questo continuo fermarsi e ripartire porta allo sfinimento».

Il problema del traffico non c'è solo sull'autostrada A2. Anche sul Piano di Magadino e in altre zone non si scherza.
«I ticinesi sono tritati dal traffico. E non si insiste abbastanza sul fatto che questo è un problema di salute pubblica. Lo stress genera poi mille effetti collaterali».

Ha qualche soluzione?
«Incentivare e sostenere lo smart working dove è possibile. Oppure l'uso dei mezzi pubblici o della bicicletta. Abbiamo ancora margini enormi di miglioramento in questi settori».

Le domande di Ostinelli (ElvEthica Ticino) al Consiglio di Stato
1. Sulla base di quali studi USTRA ritiene che il blocco dei veicoli fuori dalle gallerie sia la soluzione più sicura e valida per gestire eventuali urgenze di soccorsi? Considerando la creazione di lunghe colonne non è invece controproducente?
2. La gestione del flusso veicolare a singhiozzo con i semafori prima delle gallerie crea una continua accelerazione e decelerazione improvvisa. Il Consiglio di Stato non ritiene che questa modalità sia pericolosa con un rischio di aumento di tamponamenti tra i veicoli, a seguito di conducenti stressati? Ci sono numeri in merito a incidenti sulla tratta prima e dopo l'introduzione degli stop semaforici?
3. Considerando che l’autostrada è gestita dall’USTRA, ma la viabilità generale cantonale è responsabilità delle istituzioni del nostro Cantone, il traffico parassitario che si riversa nelle città a seguito dei cantieri USTRA e dell’anomala viabilità semaforica generata da USTRA il Cantone non può intervenire e sospendere l’uso degli impianti semaforici per la modulazione del traffico in galleria?
4. I ticinesi così come decine di migliaia di frontalieri che percorrono le nostre autostrade ogni giorno per andare al lavoro chiedono regolarmente di fare dei cambiamenti, e diverse persone si sono rivolte direttamente per email a USTRA, ricevendo una semplice risposta che la loro gestione semaforica è fatta per garantire la nostra sicurezza sulle strade, così come la sicurezza e accessibilità ai mezzi di soccorso durante gli interventi. Il Consiglio di Stato può chiedere esattamente su quali studi si basano queste risposte e come sono scientificamente o plausibilmente motivati?
5. Considerando la larghezza delle carreggiate in galleria, e lo scostamento veicolare verso i bordi esterni, perché non sarebbe garantito l’accesso dei veicoli di soccorso?

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

F/A-19 3 sett fa su tio
Fa parte della tanto decantata ottima qualità di vita che ci descrivono i nostri politici. Se mi metto a fare l’elenco delle stupidate che dicono riempio il blog ma vorrei soffermarmi su quanto ho letto l’altro giorno sul CdT dall’Avv. Galfetti che difende l’indifendibile è sempre più imbarazzante Gobbi, ebbene lui dichiara che il suo assistito cito: “ è ed è sempre stato sereno sebbene sgomento “, ecc.... Bene, sgomento fa rima con profondamente turbato che nulla ha a che vedere con la serenità ma d’altra parte lo capisco, come si fa ad essere sereno quando non si vuole dire con chiarezza ciò che è successo, farebbe più bella figura e probabilmente sarebbe anche perdonato dal popolo ticinese e si riprenderebbe quella credibilità che ora non ha più.

Gor 4 sett fa su tio
Nessuno ha le palle di dire che sono gli 80000 parassiti che entrano ogni giorno???

F/A-19 3 sett fa su tio
Risposta a Gor
Parassiti non direi, capisco che i frontalieri creano traffico ma mi danno più fastidio i nostri ticinesi che non si applicano in certi lavori, esempio: perché i nostri giovani non imparano a fare il muratore, c’è richiesta ma a Gordola quest’anno una classe in meno! Però le case nuove le vogliamo e chi le costruisce? Idem per tanti altri lavori. Io invece penso che si sia allevata una generazione di giovani molli e pretenziosi, non è colpa loro ma dei loro genitori che li hanno abituati a tanti diritti e pochi doveri oltre che a non fargli mancare niente, tutto sbagliato.

Voilà 3 sett fa su tio
Risposta a Gor
I parassiti sono i datori di lavoro che li fanno lavorare a stipendi più bassi e che piangono i continuazione per avere sgravi fiscali. Gli stessi datori di lavoro che danneggiano il Ticino attirando frontalieri che fanno sì che il Ticino riceva meno contributi dalla perequazione intercantonale.

F/A-19 3 sett fa su tio
Risposta a Voilà
Io sono un datore di lavoro e per le mie attività non trovo che pochissimi dipendenti capaci, tanti bravi a parlare ma alla prova dei fatti il nulla.

Voilà 3 sett fa su tio
Risposta a F/A-19
Lo stipendio è anche buono, e dopo l'apprendistato, con la maturità professionale, c'è la possibilità di continuare gli studi.

F/A-19 3 sett fa su tio
Risposta a Voilà
Oppure fare carriera, ma in ogni caso bisogna avere voglia di fare e di riuscire. Se c’è bisogno di dottori non capisco il numero chiuso, se il mercato offre certi profili ed i nostri giovani sono tutti impiegati di banca col cavolo che trovano poi un lavoro. Va beh, sai cosa dico a te ed a tutti quelli che vogliono comprendere: quello che semini poi raccogli, e questo vale per tutto.

Elisa_S 4 sett fa su tio
Chi viaggia in treno 🚆 viaggia sereno... più o o meno. Comunque almeno la metà di quelli vhe so spostano in auto, fatto quattro calcoli, avrebbero più vantaggi a livello di tempo risparmiato, meno imprevisti e senza perderci a livello economico (costi a conti ben fatti uguali)

lügan81 4 sett fa su tio
in tutto questo vi sono anche lavoratori residenti che operano a domicilio dove ormai è insostenibile la situazione perche ansia e stress ti impediscono di fare un buon lavoro!

Cula 1 mese fa su tio
Fuori le 🎾🎾mettere due frontalieri per macchina “obbligo” 70000 macchine sarebbero solo 35000 di colonna in mena circa 140 km

S.S.88 4 sett fa su tio
Risposta a Cula
Bravooo!

Voilà 3 sett fa su tio
Risposta a Cula
Non solo i frontalieri dovrebbero viaggiare almeno in due per auto o, dove possibile, con i mezzi pubblici

momo60 1 mese fa su tio
Per ridurre il traffico c’è una soluzione semplice, che alcune aziende di Stabio hanno già implementato, ridurre i parcheggi

gmogi 1 mese fa su tio
Una volta facevo Ligornetto Manno e ritorno tutti i giorni. Adesso non c’è la farei più.

Princi 1 mese fa su tio
ma non abbiamo un consigliere di stato che ama far istallare semafori? al posto delle rotonde !!

Joe_malcantone 1 mese fa su tio
Ditemi perché devo impiegarci 1 ORA per fare poco meno di 8 km per il tragitto lavoro casa …. E non tiratemi fuori la storia “usa i mezzi pubblici” o vai in bicicletta o in moto….. lo sono stancato di vedere che il 95% delle auto è con targa azzurra …. Creano traffico ormai insostenibile , causano degrado del manto stradale senza contribuire in alcun modo al loro riassetto, guidano come se fossero a Monza , sempre con il cellulare in mano ….. mai uno della cantonale quando serve. Basta non se ne può più

Bosa67 1 mese fa su tio
Risposta a Joe_malcantone
Pienamente d'accordo con te. Abito a Cadempino e lavoro ad Agno, al mattino alle 5.15, 6 minuti per recarmi al lavoro, la sera 45/60 minuti per tornare a casa.

Bad 1 mese fa su tio
Risposta a Joe_malcantone
Usi i mezzi pubblici o vada in bicicletta

Voilà 3 sett fa su tio
Risposta a Joe_malcantone
La ferrovia Lugano Ponte Tresa funziona benissimo...

Elveg 1 mese fa su tio
Risposta a Bad
E lei usi la materia grigia!!!

Joe_malcantone 1 mese fa su tio
Risposta a Bosa67
Io da Agno a Bedano alla sera quasi (e alcune volte oltre) 1 ora …… negli ultimi 10 anni e sotto gli occhi di tutti come la tratta ponte Tresa-Bioggio è diventata impraticabile …..

Bosa67 1 mese fa su tio
Per chi come me abita nelle vicinanze dell'ingresso in autostrada a Manno, è un incubo!! Sempre tutti in colonna e bisogna spettare che qualcuno riesca ad immettersi in autostrada, naturalmente intasata, per riuscire a procedere di qualche metro. Che cosa ha risolto il semaforo? Ha solo aumentato il disagio. Tassa di collegamento... doveva servire per ridurre il traffico, almeno così era stata venduta, delle migliaia di auto di frontalieri che invadono il ticino. Ma il car pooling? Forse qui servirebbe una tassa per chi non lo applica, e forse il traffico diminuirebbe invece che lasciare il tunnel vuoto per la maggior parte del tempo nelle ore di punta.

Aaahhh 1 mese fa su tio
Per percorrere il tunnel basta un minuto. Il semaforo resta rosso molto molto più a lungo. Quindi il tunnel resta VUOTO per molto tempo e questo a ripetizione facendo perdere tempo a centinaia di persone ogni giorno

medioman 1 mese fa su tio
Risposta a Aaahhh
Secondo me basterebbe ignorare il semaforo, cosa può succedere 🤷🏻‍♂️.

el di 1 mese fa su tio
Sono pendolare Lugano Locarno e la situazione è veramente insostenibile. Al mattino esco di casa due ore prima di iniziare a lavorare per evitare il traffico, arrivando con oltre un’ora di anticipo ma senza la possibilità di iniziare prima; la sera non sai mai se sarai a casa in un’ora o in tre. Ho provato ad adoperare i mezzi pubblici ma il tempo di percorrenza è doppio (90 min da porta a porta) rispetto a quello del viaggio in auto in assenza di traffico, per non parlare del fatto che spesso i TiLo sono in ritardo o sospesi, e quando non lo sono gli autobus della TPL tra le 16 e le 19 circolano praticamente a passo d’uomo. Non sono un estimatore di Ostinelli o di Elvethica, ma non rendersi conto che il problema è reale e di enorme portata significa essere in malafede.

Voilà 3 sett fa su tio
Risposta a el di
Scusa ma, visto che al lavoro non ci vai in assenza di traffico, se devi partire 2 ore prima e devi attendere un'ora per iniziare il lavoro, il tempo totale è di 180 minuti, quindi il doppio rispetto ai 90 minuti dei mezzi pubblici, con, tra l'altro, un grosso beneficio per i nervi.

sly 1 mese fa su tio
Il dottore sbaglia, i ticinesi non sono logorati dai semafori. Abbiamo ben capito che quelli servono ad evitare colonne in galleria (dove poi non passano i mezzi di soccorso). I ticinesi sono stufi dei continui lavori ingiustificati e soprattutto della gestione degli 80mila e oltre che ogni giorno bloccano il mendrisiotto.

medioman 1 mese fa su tio
Risposta a sly
Questa dei mezzi di soccorso è una barzelletta per i bambini. Le gallerie sono abbastanza larghe per far passare anche i mezzi di soccorso (con 2 o 3 minuti di ritardo).

matthias87 1 mese fa su tio
Risposta a sly
quando succedono gli incidenti gravi i mezzi di soccorso fanno prima ad andare in contro mano.

S.S.88 4 sett fa su tio
Risposta a sly
io sono stufa sia dei semafori e dei frontalieri…per fare 7 km ci impiego 45 min non è normale

Gor 4 sett fa su tio
Risposta a sly
Ohhhhhhhh finalmente!!!!!!

Voilà 3 sett fa su tio
Risposta a medioman
2 o 3 minuti di ritardo in alcuni casi fanno la differenza tra la vita e la morte... Ma che differenza fa, a parte l'aria inquinata, essere fermi prima o dopo la galleria?

gabola 1 mese fa su tio
ma il signor ostinelli lo sa che anche prima dei semafori una sera si e l'altra pure la colonna arrivava a Rivera?

64cleme 1 mese fa su tio
Ostinelli solleva ragionevolmente una questione che fa parte di una situazione viaria del Sottoceneri sempre più opprimente per una piccola regione come la nostra. Lasciare che il liberismo economico fluisca senza limitazioni serie e tempestive in favore della qualità della vita alla ci conduce inesorabilmente verso situazioni di insostenibilità e questo non vale solo per i trasporti stradali.

Gufo1 1 mese fa su tio
Questa è l'epoca dell'iper-protezione. Cominciando dai genitori-elicotteri e proseguendo nell'ambito del settore pubblico. Sono arrivati perfino a montare semafori per imboccare le rotonde. Eppure, oggi i veicoli utilizzano sempre più sensori e gadgets per la guida assistita. Dunque, la probabilità che avvenga una collisione diminuisce ogni giorno che passa, a dispetto del traffico in aumento. Finiamola con la psicosi della sicurezza e lasciate che il traffico scorra.

Pinolegnodipinocchio 1 mese fa su tio
Ticino 5 mondo , poveracci

Jeremy17 1 mese fa su tio
Ma veramente si perde tempo a Bellinzona per fare certe domande al consiglio di stato?? Personalmente le trovo del tutto fuori luogo e spiego brevemente perchè....perchè immagino che il buon Ostinelli non si sia mai trovato in un incidente grave: se dovesse bruciare andare a fuoco un auto in una galleria dove tutti sono fermi non è cosi difficile immaginare cosa possa succedere, incidenti in altri tunnel sono da esempio. Ma pensiamo un attimo al solo fatto di un'auto in fiamme, a tutto il fumo nero e acre che in brevissimo tempo si formerebbe, pensiamo ad una galleria piena di auto sulle due corsie e persone che in fretta devono abbandonare il veicolo in una galleria già piena di fumo che si dirige verso le uscite. Immagini un'auto dopo l'altra che prende fuoco, perchè questo può capitare senza tanti problemi. La quantità di fumo e fiamme che si creerebbero, la gente che cerca l'uscita più vicina e le assicuro che in mezzo a quel fumo il compito di uscire non è cosi facile ed evidente. Immagini che in quella galleria ci siano anche un paio di TIR carichi, immagini un camper di una famiglia o qualche anziano che sicuramente farebbe fatica a reagire come farebbe lei nell'uscire. Calcolando poi i tempi di arrivo dei mezzi di soccorso, che so...provenienti ad esempio da Lugano per raggiungere le gallerie quanto ci metterebbero con la colonna. Immagini dei potenziali intossicati e quindi morti all'interno della galleria, è un medico, quindi sa quanto poco ci vuole ad aspirare fumo. Immagini le auto che andrebbero completamente distrutte, i danni alla struttura della galleria, i danni al manto stradale dovuti dal fuoco, immagini un incidente del genere la sera verso le 17 in direzione sud. E dopo aver immaginato tutto questo, mi dica se ne vale la pena o no, se vale la pena restare in colonna per qualche minuto in piu' o se vale la pena in caso di incidente restare vivo. Anche solo per dire che se un incidente del genere dovesse capitare realmente, le assicuro che la galleria in seguito resterebbe chiusa per settimane e settimane, portando USTRA a dover utilizzare una sola corsia sulla direzione opposta e quindi creare ancora piu' traffico. In quel caso si, con una sola corsia alle 17 della sera, avremmo una colonna fino Biasca!! Sono semplici parole le mie ma la logica mi dice che chiunque, pensandoci un po', arriverebbe a questo scenario. Non credo sia difficile. Invece che reclamare per far togliere i semafori, faccia qualcosa di concreto a Bellinzona per incentivare i mezzi pubblici, che comunque sono al collasso anche quelli. Ragioni un po' in questa direzione invece di reclamare per qualsiasi cosa. Lo dirà poi a lei agli automobilisti che hanno perso l'auto o hanno avuto conseguenze da un incendio che la soluzione migliore era spegnere i semafori?

Swissabroad 1 mese fa su tio
Risposta a Jeremy17
L'incidente e l'auto in fiamme possono accadere esattamente un minuto dopo che la coda di vetture è ripartita e si trova in quell'istante sotto la galleria. Per cui reputo tutto ciò inutile e anzi una buffonata.

matthias87 1 mese fa su tio
Risposta a Jeremy17
Se esco alla mattina se piove scivolo se non arriva l'ambulanza sono se tutto va bene morto! Personalmente si sono contento che si prenda in considerazione questo problema. Perché non è solo incentivato alle gallerie, si forma una colonna fino a Manno e a volte anche fino a Rivera, questo paralizza tutte le altre strade adiacenti. Purtroppo devo passare da Manno a riportare il furgone sul posto di lavoro. Quante volte rimango imbottigliato nel traffico e il capo se la prende o comunque devo fare il giro da Vezia ma e imbottigliato anche li per lo stesso motivo! Gli incidenti purtroppo capitano anche se facciamo tutto bene. Guardi nel Gottardo gli incidenti succedono lo stesso. Il pericolo e sempre dietro l'angolo. Potrebbero far viaggiare la gente a 60 km/h cosi da sgravare un po le colonne. Perché se tutti la pensiamo come lei potrei iniziare a dire sa quanta gente può prendere in cancro stando in colonna? Sa quale stress può provare stare in colonna? Sa quanta gente distratta con il telefonino c'e in quelle colonne. Sa quanto inquinamento ambientale e fonico creano quelle colonne. Se vediamo sempre l'incidente dietro l'angolo non facciamo più niente. Concludendo per lei non e un problema ma per altri migliaia di utenti del Luganese è un grande problema!

S.S.88 4 sett fa su tio
Risposta a matthias87
Bellissimo scritto! Vero tutto

Jeremy17 1 mese fa su tio
Risposta a Swissabroad
corretto quanto dici e ci sarebbero 1000 potenziali situazioni. Però pensa anche che se la colonna riparte e un'auto va a fuoco, le auto davanti sicuramente non hanno problemi ad uscire dal tunnel, e quindi già avresti meno auto. Mi dirai che può incendiarsi anche l'auto in prossimità dell'uscita con tutte le altre dietro, corretto. Solo che in questo caso l'auto potrebbe almeno uscire. Non è che un incendio scoppia in 3 secondi e il fuoco sarebbe all'esterno, col fumo che andrebbe in alto non della direzione della galleria. Chiaramente se tutti fossero fermi all'interno e una dovesse prendere fuoco, avresti auto davanti e dietro incolonnate.

S.S.88 4 sett fa su tio
Risposta a Swissabroad
Concordo!!

medioman 1 mese fa su tio
Risposta a Jeremy17
La tua se,se,se . Sono solo ipotesi e con una percentuale molto bassa di probabilità di incidenti gravi in galleria. Andiamo tutti in bicicletta a 10km/h e nessuno si farà male (o forse). Di qualcosa bisogna pur morire 🤷🏻‍♂️.

Steel68 1 mese fa su tio
a beh certo...i semafori...ogni giorno è come un esodo estivo e in città chissenefrega,vero?

AlfaAlfa 1 mese fa su tio
Solo soluzioni drastiche ed impopolari potranno mitigare questo enorme danno sulla qualità di vita di chi risiede in Ticino.

Kai1979 1 mese fa su tio
….180 milioni circa, per il 2024 investimenti per le strade … a chi vanno questo soldi alle ditte di asfalto il quale chi la maggior parte dei lavoratori? Frontalieri… distruggiamo le strade per andare a lavorare… il quale la riparano loro stessi!!’ Non vi sembra questo ridicolo ? La metà e crei una pista ciclabile che va da ponte Tresa ad airolo. Troppi interessi in gioco cari miei e finché ci si così tanti soldi per l asfalto solo per arricchire pochi… non andremo da nessuna parte… Troppa gente usa l auto per fare 100 metri in. Linea d’aria!

F/A-19 1 mese fa su tio
Risposta a Kai1979
Asfaltopoli....., detto tutto. Ditte di asfalto e politici, tutti coinvolti, milioni di franchi dei cittadini riversati nelle tasche di questi signori ma nessuno ha fatto galera, pene ridicole ed il solito non luogo a procedere quando si parla dei nostri personaggi vip, vediamo che la stessa cosa sta capitando col Gobbi, non c’è serietà.

RV50 1 mese fa su tio
Non voglio giudicare chi si lamenta per la situazione semafori ma un mio punto di vista lo fanno per motivi di sicurezza. Agli automobilisti non gli sta bene ? l'Ustra o chi controlla questa situazione secondo me che lascino i semafori spenti e se poi nelle gallerie si creeranno problemi o magari peggio un incendio di un veicolo, visto che in questi ultimi tempi é quasi una cosa quotidiana, possono sempre giustificarsi che la scelta é stata voluta dagli automobilisti . ma poi non si venga a dire che la colpa é di chi ha deciso di lasciare transitare senza un controllo le auto .purtroppo il problema esiste e non é certamente colpa ne del governo ne di chi gestisce le strade ; non puoi fare volare le auto una sopra l'altra per evitare colonne , se non si risolve il problema frontaglierato in modo diverso saremo sempre al punto di partenza

Swissabroad 1 mese fa su tio
Risposta a RV50
Le gallerie ci sono in tutto il mondo e anche in aree più densamente popolate (New York - Lincoln Tunnel) ma non mi pare che nessuno si sia inventato questa pagliacciata. Se le auto ripartono dopo il blocco forzato di 10 minuti ed esattamente un minuto dopo avvenisse l'incidente sotto la galleria ? Cosa cambierebbe ? Tutte le vetture resterebbero sotto, comunque.

Celoblu 1 mese fa su tio
Servizi bus per frontalieri, si rilassano vengono presi e riportati nelle aree di sosta dove lasciano le loro auto private o niente contratto lavorativo in Ticino… la politica e l’economia DEVONO agire. Basta creare nuove strade, terze corsie, SEMAFORI IN AUTOSTRADA ecc.
NOTIZIE PIÙ LETTE